Profezie

lollodj:

…Si presentano pertanto due forme di “partito”: quello costituito da una élite id uomini di cultura, che hanno la funzione di dirigere dal punto di vista della cultura, dell’ideologia generale, un grande movimento di partiti affini (che sono in realtà frazioni di uno stesso partito organico) e un partito non di élite, ma di masse, che come masse non hanno altra funzione politica che quella di una fedeltà generica, di tipo militare, a un centro politico. La massa è semplicemente di “manovra” e viene “occupata” con prediche morali, con pungoli sentimentali, con miti messianici di attesa di età favolose in cui tutte le contraddizioni e miserie presenti saranno automaticamente risolte e sanate.

Antonio Gramsci – Quaderni del carcere, XVII, 37

via mumblemumblrberenikemrmozorisingcleliamazzini:

Sono sempre più convinto che Gramsci sia stato il pensatore politico più grande degli ultimi 200 anni (il che lo mette direttamente in competizione per il titolo di migliore di sempre). Le sue analisi sono valide ancora oggi e dimostrano quanto fosse davvero avanti il suo pensiero.

Bah. E’ il pensiero di Leo Strauss. Solo che Strauss e’ un pensatore cardine di DESTRA. Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.