Salvini che affonda il Nord.

Salvini che affonda il Nord.

Immagino che la farloccheide leghista sia qualcosa che avremmo dovuto aspettarci, e che si possa dire in tutta serenita una cosa di Salvini: non e’ un tattico, ne’ uno stratega. E’ semplicemente un fortunato sparacazzate. E il problema dei fortunati sparacazzate e’ sempre quello: che succede quando la tua stella tramonta, e tu continui a sparare cazzate.

Sia chiaro, le cazzate dannose sono state molte. Prima tra tutte, una stampa criminale che per aumentare le impression dei propri siti web ha dato una copertura stravagante dell’epidemia.

Vediamo di capirci: in questo momento in Italia e’ in corso un’altra epidemia, che ha circa ~5.000.000 di contagiati, e nel momento di picco ha fatto circa 230 morti a settimana. Si tratta della normale influenza stagionale.

Ora, se la stampa avesse dato lo stesso rilievo all’influenza stagionale, sareste entrati nel panico gia’ da ottobre scorso. Ma il problema e’ che qualcuno ha deciso che il coronavirus cov-19 sia un’influenza da seguire passo per passo, mentre le normali influenze non lo sono.

Qual’e’ l’unica differenza tra coronavirus e normali influenze? La differenza non sta nel numero di morti o nel numero di infetti , ma nella velocita’ di propagazione. Una sanita’ che gestisce venti milioni di pazienti ogni anno puo’ serenamente gestire cinque milioni di pazienti in tre mesi, e questo accade ogni anno. Ma non puo’ gestirli in poche settimane.

Il coronavirus cov-19 si diffonde molto in fretta. Siccome non somiglia a nessun altro virus, non trova le difese immunitarie pronte, nemmeno in parte. Al contrario, gli altri virus dell’influenza si assomigliano molto (se non per una mutazione) , quindi finiscono sempre per attivare PARTE delle difese immunitarie. E questo rallenta la loro capacita’ di diffusione.

Insomma, il coronavirus cov-19 spaventa per la sua rapidita’ di contagio, non per la sua pericolosita’. Di conseguenza, tutte le strategie in atto servono ad evitare che milioni di persone si appoggino sulla sanita’ tutte insieme, facendola collassare.

In questa situazione , in Italia si sono innescate:

  • Una politica stupida, con Salvini che vuole mettere in difficolta’ il governo gridando “chiudiamo i porti! chiudiamo i porti! i negri portano la peste e voi non fate nulla!”. Per poi lamentarsi se gli altri paesi UE limitano il transito ai confini. (genius!)
  • Una stampa stupida, che ha lavorato contro la sanita’ italiana, diffondendo il panico ed esaltando l’allarme. Quando si dice che una malata terminale di cancro sia “vittima del coronavirus”, si arriva a livelli di imbecillita’ che rasentano l’arte.

Il risultato e’ che state facendo IL CONTRARIO di quello che si doveva fare, cioe’ evitare di contare contagiati e morti in televisione, portando milioni di persone a fare quello che NON si voleva che facessero. Chiamare il dottore.

In un certo senso e’ vero che in Italia l’emergenza e’ piu’ forte perche’ i casi li stanno cercando col lanternino. Ma non e’ questo il problema: va benissimo che la sanita’ cerchi di quantificare un’epidemia. Quello che NON deve succedere e’ che la stampa semini il panico allo scopo di seminare il panico per vendere piu’ giornali.

Gli altri paesi , ovviamente si sono fatti i loro conti. Trattandosi di un’epidemia di influenza che potrebbe piegare il sistema sanitario SE venisse subissato di richieste, stanno gestendo le cose in modo da NON farlo subissare di richieste, e lasciar passare l’epidemia, che fara’ lo stesso numero di morti di qualsiasi influenza stagionale.

Noto come nessuno sappia quanto mortali siano le influenze stagionali. Ah, si. Dimenticavo. Per voi i vaccini non servono e andate a casa della Taverna a prendere il morbillo. Quindi pensate che le vaccinazioni contro l’influenza siano il gombloddo del bigghe varma.  Sono curioso di vedere le code che farete quando uscira’ il vaccino contro il cov-19. Che sara’ prodotto dalla Nonna Emilia del Mulino Bianco, e non dal bigge varma, naturalmente.

Che la stampa italiana sia fatta da sciacalli immorali con la stessa etica di un dingo pedofilo lo sappiamo, (e non spero certo in un processo contro i giornali che ci hanno marciato, figuriamoci)  quello che lascia perplessi e’ scoprire la catastrofica stupidita’ di Salvini, che per quanto abbia nazionalizzato il partito e’ ancora dipendente dal Nord , e ha inferto un colpo durissimo alle imprese.

L’unica maniera di salvare le aziende  dal coronavirus cov-19 e’ di NON seminare il panico e proteggere il sistema sanitario. Salvini e’ riuscito nel difficilissimo intento di seminare sfiducia nel sistema sanitario (c’e’ da dire che anche Conte lo sta aiutando molto) e contemporaneamente seminare il panico, aizzando la “Sua” RAI contro i cittadini inermi, che sono stati terrorizzati.

Devo dire che negli ultimi giorni Salvini e’ rimasto abbastanza zitto, e la stampa spicca per stupidita’. Ci sono alcune cose che andrebbero dette e che non vengono dette, altre che NON andrebbero dette ma vengono dette.

Una stampa razionale dovrebbe puntare su pochi punti.

  • Un virus influenzale non si “blocca” ne’ si “ferma” se non con un vaccino. Che non c’e’.  Arriverete ad avere milioni di contagiati, come tutti i paesi, e come tutti gli anni di influenza stagionale. Quello che si sta cercando di fare e’ di rallentarlo in modo che non ci siano milioni di persone che si rivolgono ai sanitari tutti insieme, facendo collassare il sistema. Nessuno puo’ fermare un’epidemia di influenza, se non con un vaccino.
  • La mascherina non protegge chi la indossa. Per quanto sottili siano le trame, se potete ancora respirare il virus ci passa. Qualsiasi sia la sigla che ci avete scritto sopra. Quello che fanno le mascherine e’ fermare goccioline di muco e saliva che VOI emettete, cioe’ se indossate la mascherina E SIETE INFETTI state proteggendo gli altri.
  • Se siete infetti, non dovreste girare. Quindi, NON dovremmo vedere gente con la mascherina a spasso che protegge gli altri perche’ dovreste essere a casa. Ah, si: ma voi siete infetti ma non ci credete molto. Oppure non siete infetti e pensate che la mascherina vi protegga. In ogni caso, uno che gira per le strade con la mascherina e’ un coglione. Punto. Se e’ infetto non dovrebbe stare in strada, se non e’ infetto la mascherina non serve ad un cazzo.
  • La maniera migliore di fermare il virus e’ lavarsi le mani. Anche quando non serve. Perche’ con le mani vi toccate il viso. Cioe’ le vie aeree. E le vie aeree sono proprio quelle che aiutano il contagio. Quindi, date la mano ad un altro tizio che poi si tocca il viso. E paf, il virus passa. Se vi lavate le mani, interrompete il ciclo.
  • La maniera migliore di lavarsi le mani e’ di usare molta acqua. Il virus se ne sbatte il cazzo dell’alcool (che e’ un detergente ma non un disinfettante, a meno che non ci facciate il bagno per ore) e alla fine un buon sapone disinfettante e almeno mezzo minuto di acqua sono la maniera migliore. Mi fa ridere negli aereoporti la gente che arriva nel rubinetto, si passa un goccetto d’acqua sulle mani e se ne va. Forse credono che si tratti di un’acquasantiera, ma il gesto non basta. Bisogna proprio lavarsi.
  • Se non siete vecchi e malati (o non avete smerdato il regime cinese vivendo in Cina), le probabilita’ che vi uccida sono davvero scarse. Morale della storia: se non siete vecchi o malati il medico vi manda a casa e vi dice di stare a letto. Ma voi avete la mascherina HHZTRBGR-345 e quindi girate per la strada. Coglioni.

Tutto il resto e’ dissonanza cognitiva. La stampa vi sta bombardando di dissonanza cognitiva, e a quanto vedo nemmeno un crollo di borsa e’ servito a fermare la stampa italiana , sembrano non aver capito che la loro gestione del problema e’ irrazionale ed antiscientifica. Sono persona con una formazione umanistica, quindi non capiscono un cazzo. E’ normale.

Se leggo in giro, scopro che in Italia l’allarme e’ piu’ alto perche’ la sanita’ italiana sta andando a cercare i malati. Ma non e’ vero. In Germania i malati sono molti, e in Francia e’ arrivata anche prima. I morti e i malati vengono contati. Quello che succede meno e’ che finiscano in prima pagina.

Salvini che affonda il Nord.
I contagiati vengono mostrati al pubblico. Ma senza gridare “MORIREMO TUTTI!!”. Per la cronaca, lunedi’ scorso il carnevale a Dusseldorf si e’ svolto regolarmente, mi dicono. 

Ora, con questa gestione della crisi non ne uscirete. Per quanto il governo si sforzi, creare zone rosse e fare tutti gli inutili esercizi hollywoodiani non serve a nulla. Non serve a nulla perche’ le influenze arrivano, e non si possono ne’ fermare ne’ bloccare senza un vaccino.

Ma la Lega sta riuscendo in un capolavoro ancora piu’ estremo: convincendo tutti che bloccare i porti e chiudere i confini sia la maniera migliore di fermare il virus, (che non si fermera’ comunque) ha ottenuto che quando i paesi stranieri pensano di fare altrettanto l’opinione pubblica non riesce ad indignarsi. Non puoi incazzarti se gli altri paesi europei ti chiudono i confini, dopo essere stato l’ UNICO paese europeo ad aver bloccato i confini con la Cina. (facendo incazzare il loro governo, che ora ve la fara’ pagare cara, ovviamente).

Dopo aver strillato in giro che il coronavirus genera piu’ allarme in Italia perche’ “lo andiamo a cercare”, non potete strillare che volete un coordinamento europeo: siete i migliori, giusto? Mica come gli altri che se ne fregano.  E adesso andate a chiedere un coordinamento europeo?

Ovviamente, vi apprestate a ricevere fondi europei. Allora tenetevi pronti alla brutta notizia: vi faranno notare che il numero di morti e’ stato analogo a quello di altri paesi, (e presto lo sara’, anche per quelli che sinora si salvano) per cui il danno e’ dovuto piu’ alla cattiva gestione che ad altro.

Altra stupidita’ e’ stata quella di affidare grande responsabilita’ a persone con piccoli poteri. Dare alle regioni (che hanno poco potere) un peso molto grande (gestire una pandemia presentata come la nuova peste bubbonica ma con un po’ di Chernobyl) e’ un errore. Il piccolo burocrate di fronte ad un problema piu’ grande di lui reagisce sempre allo stesso modo: liberarsi dalla responsabilita’.

Chiuse scuole, uffici pubblici chiusi, gente a casa, e se fosse stato per loro esercito nelle strade, coprifuoco e fosse comuni. Il terrore di venire accusati di non avere fatto abbastanza li spinge a fare ogni cose, anche eccedendo.

Il risultato e’ quello di aver inferto un colpo catastrofico all’industria del nord. Nei paesi stranieri, ma Salvini non lo sa, i giornali italiani li leggono. E se vedono dieci volte la preoccupazione che hanno loro, deducono che il problema sia dieci volte piu’ grande. E quindi si chiedono se le aziende italiane arriveranno a chiudere le commesse. Nel mondo dell’industria 4.0, per dire, spostare una commessa richiede un secondo.

Salvini che spinge la RAI a dare massima enfasi, panico e devastante senso di catastrofe al grido di “chiudiamo i porti! chiudiamo i porti!” e’ stata la sciagura piu’ grave che potesse colpire il paese. Sebbene lui, Silvio e Giorgia sperassero di far cadere il governo, il risultato e’ stato solo che nessuno abbatte un governo durante un’emergenza, e dall’altro lato di amplificare l’emergenza.

Posso capire i motivi di annullamento dell’ MWC di Barcellona (si sono ritirati gli americani in massa perche’ non avevano nulla da dire sul 5G, e a catena hanno annullato tutti gli altri), che sono piu’ politici/economici che sanitari.  Ma tutti i cordoni e le zone rosse che si fanno in Italia non hanno senso contro un virus dell’influenza.

E cosi’, la decisione di Salvini di chiedere alla “Sua” RAI di dare enfasi all’epidemia ha solo ottenuto di colpire le aziende del nord. Perche’ al Nord ci sono tutti gli ingredienti: una citta’ molto internazionale (Milano), un clima freddo, necessita’ di spostamenti e dei contatti per via del business.

Solo un coglione poteva accendere la miccia del panico in questa polveriera.

E quel coglione e’ Salvini.

Fonte: https://keinpfusch.net/salvini-che-affonda-il-nord/