Manifesto contro il loggionismo.

C’e’ un fenomeno molto italiano, che io definirei “loggionismo”. Il loggionista e’ colui che si comporta come i due celebri pupazzi dei muppets: Statler e Waldorf, i due vecchietti del loggione. Parlero’ di questa genia di miserabili straccioni dell’anima, oggi.

Questi due characters rappresentano sin troppo bene l’italiano che oggi cerca di spacciarsi per “opposizione”. In realta’ non fanno opposizione: si limitano a dormire finche’ dura la commedia, e quando finisce si svegliano e gridano “BOOOOOHHH!”, senza neanche sapere il perche’.
Cosi’ li si trova ad ogni livello, sempre impegnati a gridare BOOOH,  anche di fronte alle cose che chiedevano da anni. Sono anni che si grida contro l’eccessiva complessita’ di un apparato legislativo ridondante, che ha costi enormi.Se lo dice Grillo va bene. Se lo dice Veltroni va bene. Se lo dice Bassanini , va bene.

Poi arriva un tizio che abroga 29 mila leggi. Che si chiami Calderoli o meno, ha fatto quello che chiedevi. E se pensi che ci sia stata un’ eccessiva spesa per tenere tutte queste leggi, beh, allora e’ un bene che il 20% delle 150.000 leggi in vigore sia stata abrogata perche’ inutile.

Ecco la risposta del coglione dal loggione:

cioé abbiamo pagato calderoli e il suo staff percercare, trovare e cancellare leggi inutili che a lasciarle lì non succedeva nulla (es. sui vitalizi per le vedove dei militari morte nelle guerre risorgimentali)?
Eccolo. Ha dormito sino ad ora. Fino ad ora e’ stato sul loggione, e probabilmente leggeva il Blog di Grillo o le cazzate da sceriffo di Di Pietro. Arriva un risultato, e lui cosa fa? Si sveglia e grida

“BOOOOOOOOOOOHHHHHHHHHH”! senza neanche pensare.

Questo e’ il classico vecchietto del loggione, esponente di una categoria politica che non e’ opposizione ma semplice polemica gratuita, che non e’ anarchismo ma semplice misocrazia, che non e’ critica ma semplice parlare perche’ si ha la bocca.

Sono quelli che da anni parlano di fine dell’era dell’auto, quelli che da anni si lamentano dei tempi di percorrenza lunghi delle ferrovie, quelli che da anni lottano contro l’inquinamento,  e poi quando si fa l’alta velocita’ sono tutti a protestare a Milano perche’ il regionale da Cazzandrate sul Pistolio  fa mezz’ora di ritardo e i politici invece pensano all’alta velocita’, questa merda inutile.

Il loggionista ha alcune caratteristiche essenziali, che andro’ ad illustrare ora:

  • Pensa che il popolo sia sempre “buono”.

Non importa l’evidenza del contrario. Per anni milioni di piccoli risparmiatori si sono giocati in borsa tutto cio’ che avevano. E sia chiaro che con LE LORO CONOSCENZE di borsa, giocare in borsa era UGUALE a giocare al casino’: puro azzardo.

Perche’ anche una partita di tennis e’ azzardo, se non ne capisci nulla. Qualsiasi cosa lo e’. Questi signori facevano la fila nelle banche, rifiutando sdegnosamente i panieri bilanciati a bassa resa ma basso rischio: erano dei duri, loro.

Erano del pregiato  gruppo “uazza uazza investo in borza e   mi ci ingrazza”, di quelli  che si bullavano al bar del paese di compravendospreadcandlestickallacciascarpascarpallaccia.

Erano personaggi che non si potevano permettere da soli il private banker, ma per sembrare ricchi facevano le “cordate” e raggiungevano la cifra adeguata, dopodiche’ andavano dal private banker a giocare agli squali. Essendo tonni.

E poi andavano in giro a dire a tutti “aspetta che chiamo il mioprivate banker”, e poi andavano a bullarsi di quanto avevano guadagnato in borsa. Come tante pannocchie che si bullano di quanto sono grandi e quanto sono cresciute, senza sapere che sta per arrivare la mietitura.

Poi arriva la mietitura. E le pannocchie si mettono a dire di essere “dei poveri vecchietti derubati dei risparmi di una vita”. Da SPECULATORI quali erano diventano “risparmiatori”.

No, belli, vaffanculo: il denaro si fa col lavoro. Se i soldi generano soldi e tu non hai sudato , stai SPECULANDO. Punto.

E cosi’ adesso sono tutti li’ a gridare che le banche non hanno protetto i loro risparmi, dopo che per anni hanno deriso chi faceva fondi bilanciati a basso rischio, perche’ i veri uomini giocano col private banker.

Solo che il private banker si muove solo da una certa cifra in poi, e alora facevate le cordate, per andare dal private banker. Andavate in banca che sembravate i compagni di merende. Tutti col Sole sotto il braccio, tutti a parlare da navigati lupi di borsa.

E poi vi hanno GIUSTAMENTE fottuto. Perche’ avete dormito tutto il tempo, sognando di essere grandi capitani di finanza. Perche’ avete dormito sognando uno stile di vita superiore al vostro, mentre fuori si consumava la tragedia di un mondo senza lavoro che produce solo carta.

E oggi, pezzi di merda, vi siete svegliati. E avete gridato “BOOOOOHHHH”. Booh cosa? Le istituzioni stanno cercando di tamponare al disastro che avete fatto quando VOI, massa dei miei coglioni, voi POPOLO di avidi ganassa da tinello , voi CONSUMATORI senza cervello, voi RISPARMIATORI di rendite, siete entrati in banca e avete preteso “qualcosa di piu’, anche rischiando un pochino”.

Questo vostro delirio di onnipotenza DOVEVA essere punito: voi siete lo squalo che si crede invincibile e finisce nella zuppa di un ristorante.

C’e’ una certa giustizia in tutto questo.

Per anni avete creduto, avete VOLUTO credere che esistesse un’economia senza lavoro. Per anni avete VOLUTO lauuearvi e studiare soltanto cose facili per fare i managerz, per “gestire la complessita’” , perche’ il lavoro lo avrebbero fatto altri.

E guardavate con disprezzo quelli come me, che si spaccavano la testa sui libri e studiavano quelle obsolete, noiose , grige materie scientifiche. Quelli come me con la casa piena di manuali tecnici, quelli che studiano ancora anche se non hanno piu’ esami.

Bene, stronzi: ecco la vostra paga. Stavate dormendo sul loggione. Non guardavate la commedia. E adesso urlate “BOOOOHHH”.

Adesso sono tutti li’ che pontificano sulla storia di Parmalat, ma non dicono mai TUTTA la verita’.

In che cosa le banche hanno mentito ai risparmiatori? La vulgata va in giro a raccontare che a queste persone sia stato fatto comprare un titolo a rischio senza che venissero mai informati del fatto che si trattasse di Parmalat, e senza neanche che venissero informati che fosse un bond.

Palle.

La sentenza del tribunale di Bologna invece la racconta un pochino diversa: le banche furono costrette dal tribunale a risarcire i clienti perche’ avevano lasciato intendere che i titoli fossero titoli della Parmalat SpA, mentre erano della  Parmalat Finance Corporation B.V, cioe’ della finanziaria del gruppo.

Cosa che formalmente ha permesso al tribunale di annullare la vendita come “informazione incompleta”,ma che non cambia per un cazzo la sostanza della cosa: i risparmiatori sapevano benissimo di comprare un bond di Parmalat. Se anche avessero comprato azioni di Parmalat SpA, il loro destino non sarebbe stato molto diverso. Di fatto si tratta di un vizio di forma, che per quanto importante non puo’ cancellare la sostanza: questi signori si sono buttati in un mercato che non conoscevano minimamente.

Secondo punto: tutti coloro che hanno comprato quei bond in situazione diversa dal “venture capital” sono stati risarciti.

I primi in virtu’ della sentenza di cui sopra , gli altri perche’ essendo azionisti (e non sottoscrittori di bond) hanno visto le azioni convertite e la differenza liquidata.  Idem per le i membri di class action.

Chi e’ rimasto DAVVERO col cerino in mano? Quelli che facevano venture capital.  E non me li spacciate per poveri vecchietti che ci hanno rimesso i risparmi.Erano tutto un altro tipo di persone.

L’avido bastardo di cui si parla e’ uno che si e’ gettato nella mischia perche’ si sentiva forte. Perche’ con le due lire che aveva da parte ci inculava la rumena che doveva sopportarlo per mangiare.

Perche’ poteva maltrattare i due o tre pseudodipendenti che aveva, prendendosi la rivalsa per il fatto di non essere laureato come loro, o di non essere giovane come loro, o di aver bisogno del viagra e loro no. Adesso li vediamo  con la coda bassa e l’aria da indifesi vecchietti, ma non lo vedevamo quando stavano sul strenino con una copia di Libero in mano a sputare su tutti gli extracomunitari che passavano?

Non li vedevamo nella loro botteguzza con i due-tre precari/assunti in nero che vessavano dalla mattina alla sera. Non li vedevamo con la rumena che trattavano come una besta.

Quei  porci li vediamo adesso che uno squalo piu’ grande gli ha fatto abbassare la cresta, li vediamo adesso che piagnucolano con la coda tra le gambe. Ma dal loggione non avete visto com’era no baldanzosi, i ganassa, quando la borsa funzionava e si poteva no permettere l’ucraina moglie-in-affitto, non li hai visti quando passavano il tempo a parlare male di questi giovinastri che vanno in piazza perche’ sono comunisti e viva gli imprenditur nuovi eroi e nuovi maschi del futuro.

Li vedete adesso e vi fanno pena perche’ non li vedeviateprima, quei bastardi. Se li aveste visti prima, non avreste questa pieta’ , per questi “poveri vecchietti spennati dalle banche dei loro risparmi”. Tre volte su quattro i “loro” risparmi non erano altro che i risparmi di qualche lavoratore sottopagato e di qualche precario.

Ma adesso sono tutti a parlare contro i vertici, come se a mangiarci sopra non fossero state principalmente LE MASSE.

Come se non ci fossero state le code in banca per “investire”.

Come se non fossero state le masse a credere, a VOLER credere che il lavoro non fosse piu’ necessario.

Dormivano. Adesso si sono svegliati e fanno BOOOOHHHH alla commedia. E che cazzo volete? Dove eravate quando vi facevano sottoscrivere bond per tutti i vostri “risparmi” e voi pensavate che fossero azioni, senza neanche degnarvi di leggere, senza neanche degnarvi di portare da un commercialista quello che stavate firmando?

Ma adesso e’ finita la commedia, e tutti questi signori vanno a gridare che e’ colpa degli altri, e booh, e fai schifo.

Guardatevi. Quelli che fanno schifo siete voi.

Adesso ce l’avete col governo perche’ non vi aiuta. Aiutarvi? E a fare cosa? Siete degni di sopravvivere a questa crisi, quando in massima parte l’avete causata?

CHI ha creduto che certi lavori non li deve fare perche’ e’ italiano, al punto che oggi gli extracomunitari fanno i lavori che non volete piu’ fare, COI QUALI SFAMANO LE FAMIGLIE?

Eh, certo, sara’ anche vero che loro “hanno aspettative di reddito peggiori”, pero’ stranamente io li vedo ogni sera fuori al bar, dopo il lavoro. Come i vostri padri, che facevano gli stessi lavori.

Voi non ve lo potete permettere. Com’e’? Sicuri che quelli siano i lavori PEGGIORI, o che siano SOTTOPAGATI?

No, e’ che vi siete messi in testa di essere delle rockstar. Di avere diritto allo stile di vita. Di avere diritto a non lavorare. Avete creduto che bastasse usare Outlook, mettere una cravatta e stare al telefono tutto il giorno?

VOI avete creato, con il vostro sonno ottuso fatto di parole inutili e sloagan alla moda, questo mondo!

Voi avete creato il mondo del crack. Non i vertici. Non i capi. Non le banche. VOI.

Il popolo buono, che improvvisamente ha scoperto che non c’era piu’ bisogno di lavoro per fare soldi. Chi si e’ accodato nelle universita’ che vi offrivano corsi di laurea facili-facili tanto per avere un pezzo di carta, e oggi scoprite di essere solo dei precari perche’ non sapete far niente.

Voi che avete aperto negozi che vendevano NULLA griffato, che vendevano vestiti CHE NON SCALDANO , voi che avete venduto scarpe che PRENDONO ACQUA, voi che avete venduto pantaloni che NON COPRONO la pancia, e oggi scoprite che col freddo nessuno vuole piu’ i vostri STRACCI. E parlate di crisi del commercio? No, e’ semplicemente un risveglio del cliente.

Voi che avete dato cinquantamila euro di papa’ ad un franchisor per vendere case (chi non sa fare, vende) senza chiedervi come fosse possibile un mercato IN CRESCITA con una demografia STABILE. E oggi siete sulle porte delle vostre agenzie , sorridenti, ad aspettare i clienti nei vostri vestiti finto-executive. E non arrivano.

Avete dormito di un sonno plebeo, velleitario, ottuso, superficiale e modaiolo. Avete dormito per non vedere la commedia, o meglio la tragedia che il vostro sonno ha prodotto. Dormivate per non vedere l’incubo che stavate sognando voi stessi.

Ed ora, e’ finita la commedia. Vi siete svegliati.

E tutto cio’ che sapete fare e’ gridare “BOOOOHHHH” a chi sta cercando di tirarvi fuori dalla merda. Vedete questa persona qui?

 

[alcune immagini irrecuperabili]
Bene. Adesso direte che e’ “il pesce che puzza dalla testa”. Direte che “di certo non e’ una verginella”. Direte che “e’ comunque uno di quelli”.

Beh, senza di lui oggi non avremmo quel 2.5% di tassi ancora da spendere mentre si avvicina una crisi della quale abbiamo visto solo i prodromi. Mentre gli USA sono allo 0.25%, idem il Giappone.

Si , senza quel signore li’ che ovviamente e’ malvagio e opprime o popoli e “non capisce i bisogni delle masse” , oggi avremmo l’inflazione a bestia , l’euro sotto le scarpe e coi vostri stipendi ci fareste la birra. E meno male che non capiva.

Ma vi conosco bene: pur di non ammettere che qualcuno diverso da Beppe Grillo vi abbia salvato le chiappe, vi affaccerete dal loggione e griderete “BOOOOOHHH”.

Ce l’avete col governo perche’ non vi aumenta gli stipendi. Ce l’avete col sindacato perche’ non vi difende.

Ma saro’ molto sincero: ogni soldo speso per difendervi dalle conseguenze della vostra stupidita’ e’ un soldo perso.

Voi siete solo un miserabile loggione.

[immagine irrecuperabile]

Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.