I bianchi che nessuno vuole vedere, 2.

I bianchi che nessuno vuole vedere 2

Quando ho scritto il post sui bianchi che nessuno vuole vedere , non mettevo in conto il modo assurdo nel quale il post sarebbe stato letto, nonostante il fatto sia un post che mostra poco piu’ di qualche statistica. E questo non fa altro che farmi capire una cosa: il problema non e’ stato capito. Non lo si vuole vedere.

Allora, vogliamo vedere il problema? Il problema e’ che dopo Biden ci sara’, probabilmente, un dittatore al potere a Washington. Perche’ la progressione e’ visibile, come ho gia’ scritto.

Cominciamo a descrivere la progressione di cui parlo, e poi vediamo di capire in che modo una progressione analoga sia visibile in UK, e anche in Francia.

Siamo alla fine dell’ era di Reagan. E bisogna scegliere un nuovo presidente. Si presentano Bush (il padre) e un certo Dukakis. Dukakis fa una campagna elettorale da schifo , ma per la prima volta lo spin doctor di Bush trova una che funziona. Si accorge che e’ cruciale la vittoria negli stati del Sud , e decide di giocare sull’america “profonda”. Quella di Bo e Luke, dei bianchi che girano su un’auto che si chiama “Generale Lee”, con tanto di bandiera confederata sulla capote. Insomma, quei bianchi che vedono i neri come schiavi.

La strategia funziona, anche se per i canoni attuali risulta sin troppo moderata, ma suscita scalpore perche’ va a colpire l’america profonda, religiosa. Bush vince perche’ sua moglie sembra la nonna di Nonna Abelarda, e questo piace ai cattolici delle ronde-anti-sesso (esistono) e stuzzica l’elettorato dei bianchi poveri. Ovviamente, visti i tempi, lo fa in un modo che nel dopo Trump ci spinge a chiamarlo “un signore”.

Ma il suo spin doctor ha sperimentato una strategia che ricorderemo per tutti gli anni che seguono: ha stuzzicato quella che chiamiamo “l’America Profonda”, la “pancia dell’america”, ovvero “i bianchi che nessuno vuole vedere”, cioe’ la white Trash , anche se ne ha lambito la parte piu’ religiosa. Questo ne fa un leader controverso, ma non ancora impresentabile o “estremo”.

La sua presidenza va avanti per poco, perche’ si conclude con una crisi economica. E siccome e’ costretto ad alzare le tasse quando aveva promesso di non farlo(read my lips), il “tea party” del partito repubblicano gli gira le spalle.

Ma la cosa importante e’ che nella seconda campagna (persa contro Clinton), i suoi nuovi spin doctor spingono il concetto della prima campagna elettorale ancora piu’ avanti. Pat Buchanan e Pat Robertson infatti hanno basato la loro campagna elettorale su temi ancora piu’ spinti, accusando Clinton di avere “tolto Dio dalla campagna elettorale”, e forgiando la campagna su temi ultrareligiosi. La strategia funziona a destra, ma fortunatamente il paese e’ morso da una crisi economica, e Clinton trascina con se il “centro” del paese, repubblicani moderati che da un lato non amano il fondamentalismo di Bush e dall’altro lato vogliono ripresa economica.

Ma il seme e’ gettato, e germogliera’. E di brutto: ormai il partito repubblicano si sta saldando sempre di piu’ con la destra religiosa della White Trash americana, dei suburbi bianchi e dei poveri bianchi.

Poi arriva Clinton, e risolleva l’economia. Inventa una serie di diabolici loop speculativi per i quali chi ha una casa puo’ usarla per avere credito sulle carte di credito e nelle banche. Questo fa schizzare in alto il prezzo delle case, che diventano fonte di reddito, e tutti vogliono un mutuo casa, comprano altre case, che danno loro altro credito, che diventa… subprime. Il resto lo conosciamo. Ma per qualche anno Dura, e Clinton viene rieletto perche’ le borse gonfie di titoli subprime esplodono. E siccome i vecchi vanno in pensione con pacchetti 401K basati sulla borsa, anche i pensionati arricchiscono Insomma, un boom speculatico.

Ma il problema e’ che per tutto quel tempo il mondo si comporta come se negli USA non ci fossero bianchi poveri, violenti ed ignoranti. Masse di milioni di persone vengono IGNORATE dalla politica, dagli intellettuali, e dal giornalismo. NESSUNO vuole vedere quei bianchi. Segnatevelo, perche’ e’ un pattern. Vedremo dopo perche’.

Ricordate il Sud America che era un “problema risolto” durante il periodo Clinton? Bene, non era affatto un problema risolto. Durante il periodo Clinton la poverta’ in alcuni stati ed in alcune fascie sociali diventa endemica. Il modello di Clinton funziona per coloro che possono partecipare all’economia speculativa. Ma se sei molto povero e non hai un lavoro, la banca non ti dara’ quel mutuo che ti serve a comprare una casa, che poi ti dara’ accesso ad una carta di credito che poi fara’ aumentare il prezzo delle case, che ti aumentera’ lo scoperto sulla carta di credito. Insomma, neanche nel mondo degli arraffoni voi arraffate qualcosa. Questo ha relegato sempre piu’ bianchi, specialmente nelle fascie del 10-15 anni che precedono la pensione, nella poverta’,e lo ha fatto principalmente nelle zone rurali, ove le case non crescono facilmente di valore. E’ il Sud. E’ l’america rurale. E’ il “problema risolto” che non e’ affatto risolto.

Perche’ dal Texas arriva un governatore gia’ “chiacchierato” per le sue forzature e le sue idee “estremine” : Bush “the son”. E’ famoso per aver accusato alcuni politici di aver messo “degli omosessuali in posizioni di potere”, la sua presidenza del Texas ha sospetti di incostituzionalita’ sul curriculum, e i suoi spin doctor hanno un’idea.

I “teocon”. Gente come Sarah Palin, che ha sostituito la religione con un’agenda politica cristianeggiante, al punto di definirsi “cristiani atei” nelle forme piu’ estreme. Esistevano anche prima, e li avremmo notati se i giornalisti non fossero troppo impegnati a dimostrare che la Clintonomic aveva risolto OGNI problema di poverta’ negli USA.

Ma questi ignorati sono ancora di piu’ di prima, ed esigono attenzione. Cosi’ Burh “the son” e’ un po’ meno presentabile , perche’ i suoi scagnozzi iniziano con idee come il divieto di aborto , con Sarah Palin che in nome della sua vagina capace di sfornare cinque figli vuole togliere a tutte le donne contraccezione ed educazione sessuale, e tante altre cose che all’epoca facevano rabbrividire (anche perche’ i loro imitatori italiani ed europei erano raccapriccianti quanto gli americani).

Il governo USA va avanti ancora per due mandati, si fanno guerra inutili e sanguinose, l’ 11 settembre tiene in piedi il presidente ancora di piu’, spostando gli USA verso una forma di patriottismo che viene spinto nel nazionalismo piu’ estremo.

Insomma, la mostruosa sacca di poverta’ bianca comincia a fare capolino in maniera ancora piu’ evidente di prima, e comincia a “sdoganare” concetti che torneranno piu’ avanti. Dico “piu’ avanti” perche’ queste sacche di poveri stanno per essere gettate nuovamente nel dimenticatoio.

E sapete bene cosa successe: siccome i repubblicani andavano sempre piu’ a destra (e stavolta i teocon erano gia’ borderline al sistema democratico) si alienavano il centro anche dal lato destro. Arriva Obama e vince tutto.

E siccome vince Obama e Obama e’ negro, tutti i problemi dei bianchi poveri americani spariscono. Il mondo intero continua a parlare di Obama che e’ fico perche’ e’ negro , e l’esistenza di sacche enormi di bianchi poveri vengono dimenticate di nuovo. Non se ne parla piu’. I bianchi che si oppongono ad Obama vengono citati solo se sono ricchi, quelli che stanno con Obama vengono citati solo se ricchi e intelligenti, e quindi dei bianchi poveri. poco scolarizzati ed ignoranti si dimenticano tutti.

Cominciate a vedere il pattern? No? Beh, i bianchi americani si. Perche’ non solo vengono ignorati dal governo di Obama, ma la trasformazione economica che Obama intende imprimere agli USA e’ vantaggiosa solo se avete potuto mandare i figli all’universita’ a studiare informatica, o se potete godere del “green deal”, che avviene nelle grandi citta’, ma non nelle zone rurali. E come se non bastasse il green deal e’ roba da ricchi. Se vivete in una “casa” di lamiera circondata da rifiuti, non sapete che farvene.

Si, quelli sotto sono bianchi.

WT

white trash

wt3

wt4

Questi sono gli effetti della presidenza di Obama. Nessuno di loro puo’ beneficiare del boom IT (non possono pagarsi l’istruzione) , nessuno di loro puo’ beneficiare del “green deal”. Ma NESSUNO ne parla. Obama e’ grande perche’ e’ negro, e tanto basta.

Contemporaneamente esplose tra i bianchi un problema di eroina tremendo: la “opioid crisis”. I bianchi cominciano a morire come mosche, avolte intere famiglie.

opium

opium2

Negli slum della white trash ovviamente si creano le “heroin mecca”, dei posti ove puoi avere eroina insieme a prostituzione di vario tipo. Qui c’e’ quella di Cincinnati:

opium2

Ma il problema e’ che per tutto quel tempo il mondo si comporta come se negli USA non ci fossero bianchi poveri, violenti ed ignoranti. Masse di milioni di persone vengono IGNORATE dalla politica, dagli intellettuali, e dal giornalismo. NESSUNO vuole vedere quei bianchi. Segnatevelo, perche’ e’ un pattern. Vediamo ORA il perche’.

Il perche’ e’ semplice: tutta la campagna della Clinton non mostro’ altro che una completa INDIFFERENZA per queste persone. Si parlo’ di problemi come la parita’ di genere a persone che stavano morendo di fame. Si parlo’ del problema dei gabinetti dei transessuali a persone che NON avevano il gabinetto in casa. Si parlava di riscaldamento globale a persone che ogni inverno, nella loro casa in lamiera, si chiedevano se l’indomani il loro bambino si sarebbe svegliato o se sarebbe stato ridotto ad un ghiacciolo.

Gli unici gruppi ad aiutare i bianchi erano due: i gruppi di religiosi millennaristi, e i gruppi di fanatici bianchi. I quali non avevano bisogno di mostrare loro la teoria del genocidio dei bianchi, perche’ lo spettacolo di certe baraccopoli DI BIANCHI era gia’ quello che ci aspettiamo da un genocidio. E come se non bastasse, la Clinton NON si presento’ nemmeno in alcuni stati, i piu’ affetti: come dire, “per me voi non esistete”. Non poteva andare a parlare ai poveri bianchi perche’ sarebbe stato come ammettere che la catastrofica politica economica di Obama aveva aumentato la poverta’ dei bianchi. E come se non bastasse, spastici come Madonna o Michael Moore andavano in giro a dire “e’ la fine del maschio bianco”. Forse qualche intellettuale dei miei coglioni mi dira’ che intendeva dire qualcos’altro, ma se sei un maschio bianco che non sa come dare da mangiare a suo figlio e sai che non durerai ancora un anno cosi’, la fine del maschio bianco ti sembra chiara. Altri 4 anni cosi’, e sei morto di fame. Insieme a tuo figlio.

Arriva Trump, e sappiamo come finisce. Bene. E adesso il partito repubblicano e’ tutto arroccato su posizioni trumpiane, perche’ la poverta’ dei bianchi e’ ancora TUTTA li’. L’ondata democratica che sognava Biden non puo’ avvenire proprio perche’ questi tipi NON POSSONO cambiare idea: come puoi cambiare idea sul fatto che tu e la tua famiglia state letteralmente morendo di freddo in una baracca, mentre si dibatte di “safe spaces” nelle universita’ (che tanto i tuoi figli non potranno vedere) e di black live matters, mentre la tua vita si sta spegnendo nella fame e NESSUNO si occupa di te?

Questo mix di disperazione e rabbia per essere invisibili ha portato trump al potere. Ma non e’ finita.

Perche’ vedo gia’ commentatori politici che parlano della fine del trumpismo, della dissoluzione di Giuliani, e so gia’ che tra un anno parleranno di “problema risolto”.

Altri quattro anni di aumento della disoccupazione tra i bianchi aggiungeranno disperazione su disperazione. E se a questo si aggiunge la PERVICACE tendenza della stampa “di sinistra” di ignorare il povero se e’ bianco e maschio, aumentera’ anche la rabbia. Aumentera’ la convinzione che sia in corso uno sterminio sistematico ed organizzato dei bianchi. Aumentera’ l’idea di doversi difendere da un governo per il quale l’ultimo problema di ceretta politicamente corretta dei transessuali e’ piu’ importante della vita tua, della tua famiglia, dei tuoi bambini.

Potete fare una ricerca su “Appalachian” o “Monti appalachi” . Troverete foto come queste:

appalachian

appalachian2

O potete cercare per kentucky:

kentucky

Vedete quei bambini? Un giorno prenderanno le armi.

Non so se sara’ il prossimo presidente. O il prossimo ancora. Ma la stampa “illuminata” fara’ il lavoro di sempre: dira’ che adesso che c’e’ Biden al potere va tutto bene. Che New York e’ rinata. Che la Silicon Valley torna a ruggire. Che la borsa ha fatto un salto in alto.

E tutti torneranno a comportarsi come se quelle persone non esistessero. La loro rabbia crescera’. Verranno indottrinati e irreggimentati.

Le prossime elezioni americane saranno le ultime, al massimo le penultime.

Dopodiche’, tutti quei bei bambini bianchi che vedete cresceranno, sono tanti e feroci, prenderanno le armi e prenderanno il potere. Credo di piu’ che sara’ alla prossime elezioni, per una ragione: il Covid ha accelerato processi in corso.

Ma c’e’ anche una seconda ragione: vi ho mostrato una successione CRESCENTE di radicalizzazione dei bianchi poveri, che comincia dagli ultimi anni ’80. Vi ho mostrato come le loro teorie politiche siano diventate sempre piu’ estreme, dai semplici “battisti” ai teocon, sino alla Alt-Right. Ora sono arrivati alla sovversione, perche’ hanno messo in dubbio il risultato della democrazia e la legittimita’ del processo di voto. Secondo voi qual’e’ il passo successivo al dichiarare che i risultati elettorali non fanno testo?

Vi ho detto: 2,4,6,8: secondo voi cosa seguira’?

E’ inevitabile, ed e’ colpa di chi NON ha voluto vedere i bianchi poveri.

Chi ignora il presente prepara un futuro di morte.

Ignorare questi poveri li rendera’ sempre piu’ rabbiosi. Il messaggio di questa campagna elettorale e’ stato “l’ultimo dei problemi di un vegano negro di new york viene prima della tua sopravvivenza in vita. Della morte per fame e stenti della tua famiglia e di tuo figlio. Perche’ sei bianco.”

Questo messaggio e’ stato chiaro. Non c’entra NIENTE il fatto del covid, o di Qanon. Certo, queste persone non possono comprare un giornale col paywall quindi non fanno altro che leggere Russia Today, ovvio. Del resto molte telco americane danno GRATIS il traffico mobile per Facebook, quindi e’ diventato l’unico media che si possano permettere. Ma questo non cambia nulla: quei milioni di bianchi non hanno bisogno che Qanon gli parli del genocidio dei bianchi, perche’ queste persone LO VEDONO COI LORO OCCHI.

Se il bambino qui sotto non prendera’ il fucile e’ solo perche’ forse lo prendera’ la madre. O il suo nuovo compagno. Ma prenderanno il fucile. E lo prenderanno perche’ quando cercano aiuto, gli viene detto che siccome non sono negri allora non contano. La vita di un negro vale. Non quella di un bianco.

bambino

Nel prossimo post: la White Trash in UK e Francia, ovvero di come crediamo di aver scampato il pericolo e invece la pagheremo cara.

Commenti

  1. jena blindata

    dieci e lode,uriel.

    lo dico e lo penso da anni,che un giorno di questi
    andrà tutto in vacca…
    perchè i governanti pensano agli affari loro
    anzichè a fare gli interessi dei governati.

    anche qui in italia seguiremo questa china,
    e personalmente credo che non

    siamo molto lontani dal momento in cui salterà la mosca al naso…
    A TROPPI,CONTEMPORANEAMENTE.

    e con il sordo rancore che c’è verso lo stato,
    se cominciano a pestarsi davvero,
    non so come andrà a finire…

  2. epif.gilardi

    Analisi efficace, nei limiti di un pezzo su un blog. Il problema è quello ho giò accennato… vogliono far credere che la povertà, se povertà ancora esiste, è frutto del razzismo. Se la povertà non è frutto del razzismo non puoi risolverla con le politiche neoliberiste. Ti ci vogliono degli interventi di redistribuzione della ricchezza. E qui cominciano i dolori. Non solo perché queste politiche redistributive le classi alte non le vogliono, cosa di per sé abbastanza ovvia, ma anche perché ogni partito che in passato avrebbe potuto proporle ormai è troppo sputtanato per poterlo fare, e allora preferiscono menare il can per l’aja con l’antirazzismo, l’inclusione dei gay e altre questioni del tutto secondarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.