Fediverso, un piccolo bilancio

Ho deciso di uscire da Twitter, pur lasciando attivo l’account per evitare sostituzioni di persona, circa un trimestre fa. Dopo un trimestre, posso fare un primo bilancio di massima.

Innanzitutto, si tratta di un social network. Serve a socializzare, qualsiasi cosa voglia dire per voi. Voi direte: embeh? anche Facebook e gli altri sono social network.

No.

Ed e’ questo il punto. Si tratta essenzialmente di strumenti di PR, di pubbliche relazioni. In quei sistemi tutto quello che fate e’ di curare la vostra stessa reputazione. I professionisti delle PR, cioe’ delle pubbliche relazioni, riescono anche a viverci sopra. Ma i professionisti delle PR sono sempre esistiti.

Un tempo ne conobbi uno. Aveva un’agenda (“se perdo questa e’ meglio che vado a dare il culo in fiera, mi disse una volta”) con circa diecimila nomi. Ogni giorno ne doveva chiamare una trentina solo per tenere “attivo” il contatto. Telefonava e … ciao, come stai? Cosa mi racconti di bello? Cosa fai di bello? Eccetera. Se notava che il tipo non si ricordava di lui, ne approfittava per chiedergli di qualche persona, perche’ aveva perso il numero. Poi ovviamente gli raccontava quello che stava facendo, tipo stava lavorando al lancio di una nuova discoteca, posto bello, interessanobiglietti, eccetera.

Insomma, fare il PR, a livello professionale , era ed e’ un lavoro. Non per nulla la Ferragni, che e’ una PR su scala molto piu’ grande (un sistema automatico le tiene l’agenda – i followers – e lei non deve chiamarli ma solo pubblicizzare le novita’) lo fa in maniera professionale.

Ma in definitiva, siccome i social network sono dei sistemi di Pubbliche Relazioni, nessuno puo’ davvero esistere. Li’ bisogna eccellere. Non c’e’ nessuno che non sia stupendo in un social network. Tutti fanno lavori interessanti, tutti fanno cose interessanti, tutti sono belli (a costo di usare allo stremo i filtri del proprio telefonino), e tutto quello che serve a curare la propria reputazione.

Questa cosa, sul fediverso, non e’ possibile. Innanzitutto perche’ e’ ancora difficilissimo avere tutti quei contatti, e in secondo luogo perche’ mancano le interazioni artificiali.

Qui bisogna capire cosa intendo:

gran parte delle “interazioni” tra persone non coinvolgono le persone che apparentemente interagiscono con voi.

  • Quando vi trovate qualcosa che un vostro amico ha “girato”, spesso non e’ stato il vostro amico. Quell’articolo e’ apparso a voi come se il vostro amico avesse cliccato su “condividi”, ma non e’ stato lui: a lui e’ apparso come se lo avesse ripostato qualcun altro. Si tratta di un’interazione “falsa”, prodotta dalla macchina per propagare un contenuto che Facebook o Twitter vogliono propagare.
  • Molti di quelli che vi stanno seguendo non sanno affatto di seguirvi. Non appena superate i tot followers o i tot amici, (un numero abbastanza alto da non essere umanamente gestibile) spesso il sistema ve ne aggiunge, o aggiunge voi a gente che ha pagato per avere molti followers reali. E voi nemmeno lo sapete.
  • Molti dei “like” che vi arrivano non sono mai stati cliccati. Si tratta di una finzione che viene messa in atto per non farvi annoiare quando si accorgono che siete poco attivi sui social network.
  • Non tutti quelli che vi chiedono l’amicizia sanno di averlo fatto. In realta’ a loro appare come se voi aveste chiesto l’amicizia a loro. Non appena il vostro account supera un certo numero di utenti, difficilmente gestibile da un essere umano, il sistema inizia a “mettervi” in contatto, in modo da diminuire il numero di gradi di separazione medio.
  • Le timeline “intelligenti” fanno in modo che abbiate sempre delle novita’, ma spesso quelli che vi appaiono sono repost (mai avvenuti) di post vecchi di vostri “amici”. Lo fanno per tenere attiva la timeline, per rendere il social piu’ interessante.

Insomma, da un lato il social network e’ un sistema di PR ove voi potete tenere alta la vostra reputazione, ma dall’altra parte ha tutta una serie di strategie per farvi credere di esserci riusciti

Ecco, sul fediverso non esistono tecnologie di questo tipo. Non sono state scritte nel codice dei pod, il massimo che potete fare e’ fare un bot.

Quindi le relazioni sono reali. E anche le interazioni. Non significa che siano relazioni che avvengono anche di persona. Significa che se uno vi mette tra i follower, lo ha fatto lui e non il software. Significa che la notte non si muove nulla perche’ i vostri amici sono a letto, a differenza dei social veri, ove sembra che siate parte di una genia di vampiri che vivono di notte.

Inoltre, potere defederare un’intera istanza (se siete admin, come me), quando vi rendete conto che non volete ospitare il vandalismo sociale di gente che si alza la mattina chiedendosi come rovinare la giornata a qualcun altro.

E questo aggiunge , per chi volesse farne un uso abusivo, un’ulteriore ostacolo: non sanno in che modo praticare vandalismo politico, perche’ il numero di idioti di un’istanza non conta: se banno l’istanza , il branco deve trovarne un’altra.

Quindi, in definitiva il bilancio e’ positivo. Mi sembra di essere tornato ai tempi delle BBS: ogni BBS aveva un preciso indirizzo, e anche quella che si federavano in reti tipo Fido avevano un sysadmin, e se non bastava voi come utente potevate scegliere quali BBS frequentare e che filtri mettere.

In generale, quindi, direi che il fediverso finora si e’ mostrato quello che mi aspettavo. Non il paradiso nel quale vai d’accordo con tutti, ma neanche l’inferno di vandalismo sociale ed emotivo che sono i social network commerciali.

Non so, onestamente, se lo sviluppatore di Mastodon riuscira’ davvero a rientrare delle spese “mediante poca pubblicita’ ma etica”, come dice.

Ma di certo, il fediverso e’ l’unico Social Network che esiste davvero, come social network e non come sistema di gestione delle Pubbliche Relazioni, o come sistema di Reputation Management. Le persone sono reali, e se qualcuno vi ha scritto qualcosa, e’ stato proprio lui. Non e’ una finzione innescata da un software.

Il che, per me, e’ sufficiente a continuare.

https://boseburo.ddns.net/notice/9tPbGQHsPbZTAKUHSa