I conti del disastro.

Non credo ci sara’ mai una Norimberga per come questo disastro e’ stato gestito. Qualcuno che si chieda se per caso il problema sia marginalmente il virus, e molto di piu’ il modo in cui e’ stato gestito. Per queste cose non ci sono mai processi.

Nessuno processa mai gli opportunisti.

Ma facciamo un passo indietro. E chiediamoci come mai un virus che ha, secondo i calcoli della stessa ISS, una letalita’ dell’ 1.1%, sia diventato una tragedia capace di devastare l’economia, far collassare sanita’ mandando i medici a curare i malati senza tamponi e senza attrezzature.

Sembrava un problema da poco. E lo era. E lo e’. Si tratta di un virus la cui distribuzione e’ concentrata in fascie della popolazione

I conti del disastro.

e’ tale da essere un problema altrimenti semplice da gestire. Si trattava essenzialmente di isolare gli anziani. Si poteva fare in senso spaziale (nel senso di segregarli in appositi spazi) o temporale (un giorno la settimana possono uscire solo loro, gli altri giorni no, eccetera) Ma nessuno lo ha fatto.

E cosi’ un’epidemia che fa poco piu’ dell’ 1% di morti, in una fascia di eta’ ove coincidono con persone che avevano gia’ alte probabilita’ di morire, e’ stata trasformata in una tragedia. Sono stati fatti TUTTI gli errori possibili. Tutti. Credo che se qualcuno si fosse messo a farlo apposta, nessuno ci sarebbe riuscito.

Come e’ stato possibile? PErsonalmente, ho una congettura. Ripeto: personalmente e congettura. Il disastro e’ frutto di atteggiamenti opportunistici.

Avete presente quelli che dicono “dietro ad ogni problema si nasconde un’opportunita’ “? Si credono dei grandi manager, ma di solito sono solo meschini opportunisti, che causano piu’ danni che altro con le loro decisioni di breve termine e piccolo cabotaggio.

E quando hanno visto arrivare il Coronavirus, gli opportunisti ci hanno visto un’opportunita’.

Quando i cinesi si sono chiusi in casa e hanno bloccato la produzione, anziche’ prepararsi hanno visto l’opportunita’ di prendere il posto delle aziende cinesi. E adesso che i cinesi sono fermi, devono approfittare dell’opportunita’. E per prendere questa preziosa opportunita’ gli industriali supplicano di rimanere aperti.

Nel governo italiano, il PD e M5S hanno visto l’ opportunita’ di mettere tutto in testa a Conte, nascondendo la mediocrita’ di una classe politica a dir poco patetica e insipida. E vai col premier che decreta senza organizzare quello che decreta.

La grande distribuzione ha visto l’ opportunita’ di spazzare via quei noiosi negozi, e ha mosso i suoi lobbisti. E cosi’ il cibo fresco sta marcendo nei piccoli negozi, sta scadendo nei loro freezer, mentre voi fate la coda.

Le cancellerie hanno visto l’ opportunita’ di chiedere l’ eurobond, adesso che , come disse Mussolini, hanno qualche migliaio di morti da gettare sul tavolo dei trattati. Negli USA, le borse si sono fatte comprare quei quattro trilioni di cartaccia da una Fed che prima era recalcitrante. Idem in Europa, dopo che la signora Lagarde ha allargato i cordoni della borsa.

In borsa, aziende ormai decotte come Boeing hanno visto l’ opportunita’ di fare buyback e farsi ricapitalizzare. Come ha fatto Bezos che ha venduto le sue stesse azioni facendole crollare e poi se le e’ ricomprate al minimo. Si chiama Buyback, e ci ha fatto un sacco di soldi, accrescendo la sua stessa quota.

Google, Facebook, Microsoft e tutti gli altri giganti dell’ IT hanno visto l’ opportunita’ di ingozzarsi di dati. Tutti, tutti, tutti hanno ragionato come tanti Gordon Gekko e non hanno affatto gestito il problema, bensi’ le opportunita’. E non e’ ancora finita.

Mentre vi parlo c’e’ una gigantesca speculazione sui futures dei beni essenziali, come il cibo , il grano , e tanti altri. Per assicurarsi il prossimo raccolto, quest’estate. Significa che a Settembre il prezzo della spesa aumentera’ a dismisura, sempre che i Futures non comincino da ora ad influenzare i prezzi. Per gli speculatori, una grande opportunita’ . Anche per Alitalia e’ stata una buona opportunita’ di farsi privatizzare. Anche per Tui qui in Germania.

Tutti hanno badato alle opportunita’, ma nessuno ha gestito il problema.

Quello e’ stato scaricato sulla gente, dando al cittadino comune il compito di fare… praticamente tutto il lavoro. Fermare l’epidemia dipende solo da voi, dicono. Certo: dal momento che nessun altro fa niente, e’ ovvio.

Ma di per se’ questo virus uccide poco. Non poco quanto un’influenza, ma nemmeno cosi’ tanto. L’ 1% della popolazione concentrato tra persone al limite dell’aspettativa di vita (so che sembra cinico dirlo, ma e’ vero) e’ tutto sommato un virus “mezzasega”, se confrontato a cose come Ebola , la febbre Dengue, Zika, ed altre.

E’ diventato un disastro perche’ tutti ci hanno visto un’ opportunita’. Il guaio e’ che si sono seduti a tavola troppi opportunisti tutti insieme.

E il conto lo pagano altri. Le persone che muoiono. I medici che rimangono infetti perche’ qualcuno ha colto l’ opportunita’ di vendere tamponi a politici, attori , ricchi e calciatori, ma non ai medici che sono in corsia.

Pagheranno? Non credo. Non hanno mai pagato nella storia, e non credo sara’ la prima volta. Chi ha ucciso gli ebrei ha pagato a Norimberga, ma non gli opportunisti che hanno preso i loro soldi e li ha portati in Svizzera. Non quei docenti che si sono seduti al posto dei docenti ebrei quando li hanno espulsi dalla scuola.

Perche’ il criminale paga, l’ opportunista mai.