O terremotooo!

Di Levoivoddin aka Uriel Fanelli, 15  settembre 2003

Ebbene, a circa 20 kilometri sotto il mio sederino, questa notte, un movimento tellurico grosso circa 7000 volte la bomba di hiroshima ha deciso di far tremare il letto. E cosi’ ho capito perche’ cani e gatti fossero cosi’ irrequieti ed impauriti, oggi.

Loro hanno sentito tutte quelle prima E tutte quelle dopo.

Allora ecco cosa ho fatto: sono corso a collegarmi ad internet per vedere se era un vero terremoto, o se fosse successo altro. E li’ ho visto che e’ stato un VERO terremoto. Anzi, DUE terremoti.

Il primo e’ che la Svezia ha detto NO all’entrata nell’ Euro.

Il secondo e’ che la conferenza del WTO e’ FALLITA.

Allora , sulla prima scossa c’e’ solo una cosa da notare. E’ successo semplicemente che la “brillante prestazione” dell’euro ha convinto gli svedesi che l’euro faccia cagare (come noi abbiamo dolorosamente imparato). Ed hanno ragione, visto che dei favoleggiati “vantaggi” dell’euro non se ne sono visti nemmeno gli scampoli.

Al posto di molte banche centrali, flessibili e a misura dei paesi d’appartenenza, controllate da persone spesso competenti, si e’ sostituito il mostruoso, burocratico, MAFIOSO , corrotto, indecente, incompetente, patetico imbecille immobilista Duisemberg.

Il risultato e’ sotto gli occhi di tutti: mentre gli usa hanno una crescita del PIL del 3%, noi siamo quasi sotto zero. Tutta europa. E gli unici paesi che stanno cercando di manovrare in maniera sensata sono Francia e Germania, che verranno punite per il fatto di voler far qualcosa contro il disastro. (Oh, certo, la ripresa e’ dietro l’angolo. Lo e’ da anni, e lo rimarra’ ancora per molto.)

E’ come se tutti fossimo su un treno che corre verso il baratro, francia e Germania decidessero di tirare il freno d’emergenza, e tutti gli altri si mettessero a gridare “ma e’ VIETATO!”.

Vietato da cosa?

Da un’accordo IMBECILLE, ridicolo, vessatorio, medioevale, che si chiama “accordo di maastricht”. Il quale vuole la stabilita’.

Cosa si intende per “stabilita’ dell’economia”? La stessa cosa che si intende per stabilita’ di una casa: l’immobilita’. Cioe’, crescita zero. Meglio il terremoto, insomma.

Solo che la crescita zero si chiama anche “recessione”. E cosi’, il patto di maastricht e’ semplicemente un patto di recessione. Ci siamo promessi a vicenda che sprofonderemo nella merda a ritmi concordati ed europei. E quando avremo la merda sotto la bocca, potremo dire “non fate l’onda” in ben 25 lingue diverse. (ne approfitto per lanciare un concorso: se sapete come si dice “non fate l’onda” in una lingua europea che non sia l’inglese, scrivetelo tra i commenti, please).

Tutto questo piace alle banche, e alle assicurazioni. Perche’ se la vostra azienda va male, fate debiti, e poi pagate interessi. Oppure, se i soldi rendono poco in azienda, magari vorrete investirli in qualche fondo che vi rendera’ ben lo 0.5% annuo. Certo, di solito non sarebbe interessante, ma se le cose vanno male. Un amico mi diceva “sono tornati i debiti”. I vostri debiti sono la ricchezza delle banche.

Ecco, gli Svedesi , popolo che guarda in faccia la realta’, si sono accorti di questo. Qualche solone dice che la Svezia entrera’ comunque nella zona euro fra tre anni. Io dubito che fra tre anni, di questo passo, ci sara’ ancora una “zona euro”. Anzi, salutero’ con un meraviglioso falo’ di euri la fine di questa assurda , MAFIOSA infamia. Siete tutti invitati intorno al fuoco, portate del vino magari…..

Adesso temono che anche la UK faccia lo stesso.

Io SPERO che sia cosi’.Dicono che gli svedesi temevano di perdere il loro welfare. Come se fosse una cosa brutta. Gli stessi che dicono questo, poi scendono in piazza a difendere le pensioni, o i “diritti acquisiti”. E allora? Lo vedete, che ANCHE VOI avete paura di perdere il vostro welfare? Perche’ questa deve essere un’accusa contro gli svedesi, il cui welfare FUNZIONA BENISSIMO? Cosa pretendete, che DESIDERINO perdere le COSE BELLE che hanno? LE stesse cose che voi difendete con unghie e denti?

E questo e’ stato un primo, durissimo terremoto che ha colpito gli interessi della grande finanza speculativa. Quelli dell’euro. Quelli la cui impiccagione non sara’ mai abbastanza priva di un regolare processo. Quelli per cui la giustizia sommaria e’ anche troppo. La loro vita e’ un’inno alla rivoluzione francese, alla ghigliottina per essere precisi.

Il secondo terremoto, viene da Cancun. Ho goduto riccescamente nel vedere i meccanismi della finanza ritorcersi sui loro creatori. Innanzitutto, e’ nato il G21. Ricordate quei patetici imbecilli che si pavoneggiano, facendo il G8, il G7, il G6? Ecco, vi siete mai chiesti come mai l’Italia, con 50 milioni di abitanti, possa essere nel G7, mentre la CINA che sfama quasi due miliardi di persone ed esporta a tutta birra non ci sia?

Semplice: il G7 e’ un falso storico, e le nazioni che vi stanno dentro MENTONO sulla propria potenza. Ecco, succede che altre nazioni, che da sole sfamano 3 volte la popolazione del G7, si siano unite in un blocco politico. E tata’, abbiamo scoperto che il G21 ci fa un culo cosi’ a noi del G7.

Ecco, signori, la grande lezione di oggi: il vostro mondo si divide in forti e deboli, in ricchi e poveri. Ma come imparerete molto amaramente, nel gioco “forti-deboli” nessuno , NESSUNO, puo’ scegliere da che parte stare.

Siete ancora sicuri, cari turbocapitalisti, di volere un mondo diviso in forti e deboli? Sapete, questa pagliacciata non potrete tenerla nascosta per molto: non puoi spacciare per dieta quello che e’ fame.

Ma piu’ precisamente, la rottura e’ avvenuta per via di alcuni paesi che si sono rifiutati di REGOLAMENTARE le loro produzioni. Ebbene si: il WTO, l’apostolo della deregulation, l’apostolo del libero mercato lasciato libero, si e’ accorto che alcuni mercati sono TROPPO liberi. RI-DI-CO-LI.

Colpiti dalla loro deregulation, messi KO dalla stessa forsennata legge della Jungla che predicano, questi palloni gonfiati si sono riuniti con l’intento di costringere quei paesi a REGOLARE la loro produzione! Il WTO, che predica l’assoluto DOMINIO del libero mercato, che va in africa a recitare la parte dello stato romano regolato dal diritto.

Pezzenti ipocriti.

Alcuni, anni fa, hanno detto di loro che “venderemo loro la corda con cui si impiccheranno”.

No, non ce n’e’ bisogno.

Se la costruiranno da soli, quella corda. E ne saranno orgogliosissimi fino alla fine. “Guardate, che bella corda che abbiamo”. Griffata. Luccicante. Dorata. Una bellissima corda a nodo scorsoio. Oh, che bello impiccarsi con un cappio Regimental!

SI, questa e’ stata una BELLISSIMA notte di terremoto.

E ne verranno altre.

Adesso, il problema del mondo della finanza e’: come far si che i popoli quali la svezia non possano piu’ SCEGLIERE, e siano costretti a lasciarsi fagocitare dal blob?

E, secondo problema, come e’ possibile evitare che i paesi si coalizzino nel G21, oppure mantengano deregolati i loro mercati?

LA risposta piu’ probabile e’ che da domani la grande finanza inizi a finanziare la fine della democrazia elettorale in europa. Il loro problema e’ che le masse si sono accorte della fregatura “Euro”, e non la vogliono piu’ comprare. Se si andra’ a votare (e vi ricordo che noi italiani non lo abbiamo MAI fatto) c’e’ pericolo che i piani di questi signori siano bruscamente stoppati.

Ebbene, non ci vuole molto a capire che da oggi la grande finanza tentera’ di distruggere il diritto di voto.

Probabilmente mentre leggete qualche movimento neofascista, o neocomunista, o comunque di ideale autoritario, (fino ad oggi sfigatissimo) si sta trovando sui conti correnti milioni e milioni di euro, al solo scopo di sovvertire le democrazie che potrebbero “votare” NO all’euro…

La loro parola d’ordine, da oggi, e’ “togliere la parola ai deboli”.

LA cosa che non hanno ancora capito bene e’ che i deboli sono loro.

Ma ne parliamo al prossimo terremoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.