La fine dello stato, finalmente.

Finalmente, e’ la fine dello stato. O meglio, e’ la fine conclamata dello stato, perche’ lo stato era finito anni ed anni fa. Mi riferisco all’esistenza di pogrom piu’ o meno sanguinosi sul territorio, come sintomo (e non come malattia) di un evento piu’ grande: la fine dello stato.
Lo stato si compone di due  fattori concorrenti: da un lato la legge, ovvero un sistema di opinioni astratte e generali , dall’altro dell’infrastruttura che le attua.

Non mi riferisco solo al discorso penale: non tutte le leggi hanno una sanzione oltre al precetto (o al divieto). L’ordine di costruire una scuola e’ una legge, che ha un precetto (appunto, costruire la scuola) ma non vi e’ associata alcuna sanzione.

In generale quando parlo di infrastruttura intendo l’intero apparato: anche l’anagrafe e’ una sua parte.

Cosa succede allo stato se scompare il diritto , cioe’ se scompare l’opinione generale e astratta sul da farsi? Succede che dello stato rimane solo l’infrastruttura, ovvero poco piu’ di un’azienda con qualche potere militare.

Spesso, una pessima azienda.

Quanto dura lo stato senza il diritto? La risposta e’ che dura fino a quando potra’ imporre ad un numero sufficiente di cittadini i comportamenti che desidera. Questo e’ un sintomo, ma e’ anche il fatto, della scomparsa del diritto: lo stato puo’ imporre ad alcuni di seguire le leggi, ma non ad altri.

In questo senso, il pogrom contro gli immigrati e’ stato preparato con cura negli ultimi dieci anni, sotto la forma di “tolleranza”. Perche’ , come riporta ipazia, e’ vero che tolleranza e legalita’ non sono un ossimoro: non lo sono necessariamente.

Possono diventarlo se c’e’ tolleranza verso la violazione delle leggi.

Tale violazione tende a seguire percorsi ben definiti. Inizia, generalmente, dal basso e si propaga sino ai vertici dello stato.

Succede che il cittadino qualsiasi che vuole farsi una legnaia debba chiedere permessi, pagare tasse, farla di un certo colore, di certi materiali. Tutto giusto. Se non fosse che i punkabbestia sotto il cavalcavia si erano costruiti, l’anno scorso, una baracca ben piu’ grande a scopi abitativi.

Perche’ ci sono due binari, nella legge? Perche’ un certo Valerio Monteventi ha deciso che sempre e comunque alcuni cittadini devono rispettare le leggi e pagare le tasse (onde pagargli lo stipendio di consigliere comunale, of course) , mentre altri cittadini non devono.E tutti i comuni del circondario si sono adeguati, figuriamoci se il compagno della sede centrale si puo’ contraddire.

A quel punto, il piano regolatore e’ una legge? No, e’ semplicemente infrastruttura, ovvero la volonta’ dei vigili urbani di multare me (e solo me) se non la rispetto: ha perso il proprio valore astratto e generale, divenendo arbitrio.

Dello stato, cioe’, rimane solo l’infrastruttura. E’ ovvio quindi che avendo la possibilita’ di fare la legnaia in una zona coperta da grandi alberi (invisibile persino da google, dal satellite) , io faro’ molto semplicemente la mia legnaia.

Perche’ io dovrei essere un cittadino si serie B rispetto al punkabbestia? A quel punto, meglio non essere cittadini affatto: hai voluto uno stato basato sulla capacita’ militare dello stato di farmi rispettare la volonta’ dei funzionari, lo stato cessa quando cessa questa capacita’. Mandami i tuoi soldati, se riesci.

Allo stesso modo potrei parlare dei negozianti e degli ambulanti: per  quasi vent’anni si e’ chiesto ad alcuni ambulanti di chiedere una precisa licenza, di pagare tasse, di versare oboli per fare i mercatini rionali. Poi, arrivano gli immigrati : stendono una coperta per terra, e vendono. Senza registratore di cassa, senza corrispettivi, senza niente di niente.

A questo punto, possiamo dire che le tasse siano un fatto universale  , generale ed astratto? No, sono semplicemente il frutto della volonta’ e della capacita’ della guardia di finanza di colpire i negozianti.

Una volta stabilito che pagare le tasse deriva solo dal fatto che la guardia di finanza possa imporlo, c’e’ da stupirsi sul fatto che sempre piu’ persone evadano il fisco, avendo gli strumenti per farlo?

Non e’ solo l’extracomunitario ad aver causato il problema: e’ stato solo il lato piu’ appariscente del problema. Perche’ alcuni lavoratori possono essere assenteisti e venire pagati ugualmente? Perche’ alcuni possono andare avanti nei concorsi senza aver studiato?

E’ ovvio che il concetto di legge, che produce lo spazio politico , sia messo in crisi quando il numero di eccezioni previste e’ troppo alto. Un groviera rimane in piedi quando il numero di buchi non e’ troppo alto; aumentando il numero di buchi , la struttura crolla.

I colpevoli sono ovunque.

A sinistra, tutta la retorica per la protezione dei presunti deboli: perche’ se il faccio vivere mia figlia nella sporcizia e la porto a mendicare un assistente sociale me la toglie? Perche’ se mia figlia abbandona la scuola vengo denunciato? Perche’vper me il lavoro minorile e’ reato? Perche’ e’ giusto. Perche’ vediamo bambini a mendicare e nessuno li toglie alle madri? Perche’ loro sono “deboli” , ovvero i cocchini di qualcuno. Guai a toccarli.

Al centro, c’e’ tutta la dialettica dell’obiezione di coscienza: chiunque venga assunto per fare qualcosa dovra’ farla, se vorra’ conservare il prioprio lavoro. Io non posso dire “un problema di coscienza mi impedisce di partecipare alle conference call”. Per i cattolici, i medici possono venire assunti dietro concorso, pagati dallo stato, indi rifiutare il lavoro (uno o piu’ lavori) per i quali sono stati assunti.

A destra, c’e’ tutta l’area di elusione del fascismo: e’ reato fare apologia, e’ reato fare il saluto romano, e’ reato fare propaganda. E’ reato che ci sia un corpo, i paracadutisti. che possono essere “dichiaratamente fascisti” dopo aver giurato alla Repubblica. E’ reato l’evasione fiscale, per esempio.E’ reato l’apologia di reato stessa.

In ogni luogo, ogni fazione politica ha premuto perche’ i reati dei propri cocchini di mamma NON venissero mai puniti. Se io occupo uno stabilimento industriale finisco in carcere, i centri sociali continuano come se nulla fosse. Se io affitto un appartamento come Loft e’ perche’ sono un artigiano che ci dorme dentro, con una precisa attivita’ e una precisa iscrizione al registro delle imprese: cosa produce di preciso il Loft di Veltroni?

Nulla: ma se lo faccio io, di possedere un loft senza che vi si produca nulla di artigianale e/o industriale, vengo accusato di evasione fiscale e non so che altro. Perche’ se la polizia mi prende mentre distribuisco droga mi arresta, invece Pannella e’ fuori?  Perche’ l’evasione fiscale e’ “evasione fiscale” al Nord mentre e’ “sommerso” al Sud?

Potrei continuare all’infinito, con la lista delle eccezioni: ma ormai e’ tardi. Perche’ ormai lo stato e’ morto.

Ovviamente, lo stato forniva anche dei servizi, molti dei quali essenziali: la sicurezza, la giustizia, sono alcuni di questi. Ovviamente, giunti alla fine dello stato, i cittadini si attrezzeranno per godere di questi servizi ugualmente.

E’ ovvio che la polizia possa distinguere tra rom buoni e cattivi; il problema e’ che non lo ha mai fatto; per molti anni era impensabile persino dirlo, che esistessero dei rom poco onesti:   a questo punto il cittadino deve scendere in piazza da solo, e cacciare tutti i rom, dal momento che non si attiva il meccanismo che doveva effettuare la cernita.

No, non e’ fascismo: e’ il crollo dello stato. Ma il crollo dello stato e’ dovuto principalmente a tutte le eccezioni, le deroghe, ognuna benedetta da un certo partito E DALLA SUA BASE, e non da un colpo di stato fascista.

Il cittadino medio vorrebbe vivere in una democrazia, vorrebbe vivere in uno stato, ma appena provera’ a chiedere qualcosa trovera’ un partito a difendere qualche cricca di delinquenti : e non si salva nessuno.

Ma cosa si crede , che alla gente piaccia essere di ronda per tutta la notte anziche’ stare a letto a dormire? Cosa credono, questi soloni che oggi tuonano contro le ronde, che i cittadini italiani fossero smaniosi di montare la guardia sotto casa?

Si sapeva, per via di un preciso allarme dei servizi segreti, che i paesi ex comunisti stessero svuotando le carceri facendo i ponti d’oro ai detenuti perche’ emigrassero via. Gli altri paesi hanno reagito bene, e non si sono fatti problemi a sbatterli in carcere.

La polizia tedesca, e l’ho vista coi miei occhi, picchia senza problemi e riceve dalla popolazione solo applausi, quando lo fa. “Non deveva permettersi di mancare di rispetto ad un poliziotto, se ti chiede come ti chiami glielo devi dire, altrimenti fa bene a prenderti a sberle. Non capisci il tedesco? Non dovevi venire in Germania”(1).

Qui in Italia nada, perche’ guai a colpire i migranti. Sono stati una categoria protetta. Cosi’ come , guai a dire che i bambini di 5 anni non dovessero chiedere l’elemosina e dovessero venire tolri alle famiglie. Ovvove, ovvove: si tolgono i figli alle madvi.

Ah, certo, lasciarli a mendicare ta le amorevoli braccia di mamma e’ servito a molto….. perche’ non si permette a tutti gli italiani, allora?

Questa e’ la fine dello stato: quando la legge non e’ uguale per tutti.

Perche’ il rispetto per la persona e’ proprio questo: quando valgono per lui le stesse leggi che valgono per gli altri.

Finito lo stato, rimane la persona ,rimane la comunita’ e rimangono i problemi. Che le persone cercheranno di affrontare come possono, dalle ronde ai pogrom.

Si straccino le vesti coloro che, a furia di deroghe, hanno portato lo stato al crollo. Perche’ la sicurezza e’ un bisogno, e se non ci pensa lo stato ci pensa qualcun altro.

Questi pogrom sono figli dell’ indulto.E sapere che lo abbiano votato anche a destra e’ solo un’aggravante : solo per questo non andava fatto.

Adesso la destra procedera’ a modo proprio, e le comunita’ locali idem. Ma non si dica che la colpa e’ loro, perche’ passare le notti in giro per le strade anziche’ nel letto non e’ certo qualcosa che i cittadini volessero.

Qualcuno ce li ha portati.

Gli stessi ipocriti che oggi strillano scandalizzati.

Uriel

(1)E’ stata la reazione dei tedeschi attorno a me quando due poliziotti hanno fermato alcuni turchi mezzi ubriachi, e alla richiesta di documenti quelli facevano finta di non capire la lingua e guardavano altrove con sguardo vuoto. Uno dei due poliziotti, un armadio, ha tirato due sberle che si sono sentite a distanza, e a quel punto miracolosamente il turco ha imparato il tedesco e ha trovato i documenti.Magguarda te, il potere glottologico della sberla da combattimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.