Statistiche farlocche, II

Repubblica ci riprova, e dopo aver fallito con i dati dei negozianti (-0.7% non fa paura a nessuno) trova un’entita’ che accontenta i giornalisti fornendo loro dati terrificanti. Ed eccoci che il codacons , senza nemmeno citare metodi e campione di riferimento, ci informa che i consumi sono calati del 20% o del 30%.

Questo e’ un dato impressionante, ma c’e’ un piccolo problema. Anzi, ce ne sono due. Quel 30% di consumi consiste tutto in :addobbi per la casa scesi mediamente del 25%, abbigliamento e calzature (-23%) e giocattoli (-10%) .

Il che significherebbe un 20% di consumi in meno se TUTTI i consumi degli italiani fossero, appunto, addobbi per la casa, abbigliamento e calzature, giocattoli. Se supponiamo anche che gli italiani mangino, per esempio, troviamo che gli alimentari sono rimasti stabili. Eh, pero’ se scriviamo di nuovo la media con dentro anche gli alimentari, otteniamo (23+10+25+0)/4, e otteniamo il 14% percento.

A quel punto pero’ leggiamo che anche hi-tech e lusso hanno tenuto bene. E allora aggiungiamo altri due zeri e scriviamo cosi’: (23+10+25+0+0+0)/6 , e fa il 9,6%.

Ovviamente sto cercando di fare una media non pesata, mi farete notare: ma il concetto sbagliato che la Repubblica e il Corriere cercano di spacciare e’ che ci sia stato un 20% secco di calo dei consumi, quando quella cifra si riferisce a settori marginali: le calzature a meta’ inverno, gli addobbi natalizi (quanto pesano sul totale?) e i giocattoli (escluso l’ Hi-tech, pero’, visto che tiene bene.)

In pratica, quindi stanno di nuovo cercando di spacciare fumo. Sono certo che la crisi in atto abbia causato una diminuzione globale, ma sono convinto che siano realistiche le stime di OCSE e FMI sul PIL,e cioe’ che la recessione del 2009 ci portera’ via un punto e mezzo percentuale.

Questo significa che nessuna cifra cosi’ alta ha senso, cosi’ come non hanno senso le cifre apocalittiche sparate dai sindacati: una recessione dell’ 1-2% produrra’ diminuzioni di entita’ simile sull’economia vista globalmente, e cifre come quelle saranno verosimili soltanto in singoli settori.

A mio discreto parere, una famiglia che evita di comprare scarpe ed abbigliamento invernale a dicembre, che evita di spendere cifre consistenti in addobbi e che preferisce l’ hi-tech ai giocattoli (spesso insulsi) che si vedono in giro,  sta spendendo BENE i suoi soldi.

Specialmente se vedo che tiene il settore dell’ Hi-Tech. Non saprei cosa pensare della tenuta sostanziale del settore del lusso, visto che non viene chiarito benissimo dove inizi il “lusso”: e’ ovvio che se ci riferiamo ai ricchisssimissimi, quelli la barca la cambiano ugualmente.  Su questo non saprei dire.

Ma per favore, smettetela di dare numeri insensati: una recessione del 20% significa, in soldoni,  che secondo adusbef sulle strade c’e’ questo:

[immagine irrecuperabilVi sembra esagerato? No: quando usate un termine come “recessione del 20-30%”, state indicando materialmente quella situazione. La recessione italiana sara’, con ogni probabilita (e se non succede nulla di nuovo) contenuta nelle stime OCSE e FMI, cioe’ dall’ 1% al 2%. Che non e’ bello, ma non e’ il dato allarmistico che sta spacciando Repubblica.

Mi spiace, ma state facendo di tutto per far pensare che Berlusconi abbia ragione. E non c’e’ imbecille peggiore di colui che fa passare un cretino dalla parte della ragione.

Potrei anche infierire: dal momento che la stessa repubblica sostiene, solo due giorni fa, che i negozianti lamentano un calo dello 0.7%, devo pensare che questi crolli di acquisti siano compensati da un picco di acquisti in altri settori: se la media e’ cosi’ vicina a zero, e qualcuno fa -10%, -23%, -25%, evidentemente c’e’ qualcuno, da qualche parte, che fa numeri come +10%, +23%, +25%.

Allora, i casi sono due: o qualche settore sta subendo un boom mai visto, o uno dei due dati e’ sbagliato. Signori:  o il dato e’ -0.7% , o il dato e’ -20%.

Tertium non datur.

Uriel

P.S: dal 2009 non si paga piu’ il bollo sull’auto. Qualcuno di voi ci potrebbe dare  la notizia,  o siete troppo impegnati a gufare? Guardate che se la gente se lo scorda , domani Berlusconi annuncera’ la fine del bollo come provvedimento contro la crisi.

P.P.S: se continuate a dire che stia arrivando l’ Armageddon, e poi non arriva, fra un anno Berlusconi si vantera’ in giro di aver salvato il paese dall’ Armageddon, con “solo” un punto o due di recessione grazie alle sue politiche. Dichiarando numeri enormi gli state facendo un favore, FESSI! Sarebbe meglio che usaste le stime piu’ ottimistiche, in modo da accollargli ogni cifra peggiore. State preparando il trionfo apologetico di Berlusconi, che diventera’ il salvatore della patria: guardate che quello e’ furbo, se inventate che c’e’ un drago, quello si mette l’armatura e inventa di averlo ammazzato. E poi si meravigliano se perdono le elezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.