Mostri che ballano.

Mostri che ballano.

Mostri che ballano.

Forse non lo sapete, ma ci sono cose peggiori della pandemia, del riscaldamento globale, del fascismo che avanza, e persino del primo porno Anal di Sandra Milo. Quale tragedia immane potrebbe essere? Quale cosa terribile potrebbe fare questo? Un asteroide?

No.

L’Anticristo?

Peggio.

Il Kali Yuga?

Molto , molto peggio:

Mostri che ballano.

Credo che nessun altro paese al mondo sia arrivato a questo livello di ridicolo. L’Italia e’ nella situazione in cui ci sono partiti (di cui almeno uno al governo) che hanno chiare radici fasciste, un altro partito (ancora piu’ grosso) che ha legami con la destra eversiva fascista, manifestazioni di paracriminali nei porti per opporsi al green pass, ma il problema, ed e’ la seconda volta, e’ “ragazzi che ballano”.

E’ ora di chiarire una cosa:

  • se il problema fosse che allo scorso rave e’ morto un ragazzo, non accettereste neanche di striscio una manifestazione no-green pass, o anche una protesta no-vax, come quelle che hanno infettato Trieste.
  • se il problema fosse che l’assembramento , non vedrei manifestazioni di no-vax , no-quello, no-laltro , un giorno si e un giorno no nelle piazze italiane.
  • se il problema fosse l’illegalita’, non vedrei commemorazioni della Marcia su Roma, non vedrei gruppi di fascisti girare per picchiare gay, e in generale gruppi di fascisti.

Ma nessuno di questi e’ il problema. Il fatto e’ che ci sono dei problemi VERI che si affacciano sullo scenario poltico, e Salvini e Meloni cercano uno scoiattolo qualsiasi per dire “ehi! guarda la’! uno scoiattolo!” .

Il punto e’ che alcuni partiti, specialmente quelli di destra, hanno bisogno di far vivere i loro sostenitori in un mondo parallelo. Non stiamo piu’ parlando di “echo-chamber”, stiamo parlando di una bolla cosi’ chiusa che all’interno succedono cose delle quali il mondo non ha traccia.

In questo mondo parallelo esistono problemi che nessuno, nel mondo esterno, ha mai visto. Questa disforia cognitiva fa si’ che le persone (in special modo i sostenitori delle teorie no-pass e no-vax) debbano vivere dentro una bolla cognitiva che escluda la realta’.

Ma di cosa e’ fatta questa bolla, e come fa a consentire di parlare della realta’ pur essendo diversa dalla realta’? E’ semplice: e’ fatta da FISSAZIONI.

Avete presente la prima reazione di Salvini quando si tratto’ di Covid? “Chiudere i porti!”, “fermare i migranti che portano il covid!”. Questo era dovuto al fatto che migranti e porti erano FISSAZIONI, dette anche “MANIE”. In quel periodo, la questione migranti era diventata per i leghisti una fissazione, cioe’ una mania.

Quando una echo-chamber diventa maniacale (cioe’ ripete sempre gli stessi simboli) allora nasce una “teoria del complotto”, costruita proprio da quei simboli.

Questa e’ la teoria psichiatrica che sta dietro alla moderna manipolazione che avviene sui social network:

  • si creano delle echo-chambers.
  • in quelle echo-chambers si ripetono sempre gli stessi simboli. (pedofili, Satana, migranti, ravers, etc)
  • si produce ansia dentro alle echo chambers.
  • ne esce una completa gestalt, ovvero una teoria che puo’ spiegare OGNI fatto tra quelli che producono l’ansia.

Cosa c’entra coi ravers? C’entra perche’ se io riesco a convincere tutti (a creare una mania) che i ravers siano il problema principale del paese, posso (dentro apposite echo-chambers) convincere tutti che portano il covid, anzi, posso dire che la particolare combinazione di ballo e droghe abbia ORIGINATO il covid, e manipolando dati posso estrapolare una correlazione tra rave party e diffusione del virus. Morale? E’ possibile costruire una teoria del complotto che vede la pandemia originare dai ravers, a patto di ripetere abbastanza volte che i ravers fanno feste pericolosissime.

Mostri che ballano.
  1. e’ un problema irrilevante per dimensioni.
  2. e’ un problema irrilevante per effetti pratici.
  3. e’ un problema irrilevante agli scopi mediatici.

davvero volete dirmi che mentre discutiamo di come evitare il collasso ecologico e cerchiamo di salvare citta’ come Trieste dagli effetti delle manifestazioni dei Salvinidi e dei Melonidi (questi sono i partiti che OGGI strizzano l’occhio a quelle frange) , “ragazzi che ballano” deve stare in prima pagina? Sicuri?

La verita’ e’ che Salvini, probabilmente consigliato da Luca “sissy” Morisi , sta cercando di costruire l’ennesima FISSAZIONE degli italiani: dopo i nekri e i porti chiusi, adessi siamo a “i ragazzi che ballano distruggono il paese!”

Tutte le cacce alle streghe, cosi’ come i pogrom e i genocidi, nascono da una di queste fissazioni.

Lo sterminio degli ebrei nasce dalla FISSAZIONE che gli ebrei siano la causa di tutti i mali dell’economia, l’odio verso i gay nasce dalla FISSAZIONE che passino tutto il tempo della loro vita a voler “distruggere la famiglia” o ad insidiare il nostro culo , e se siete dentro una bolla di ansia perche’ siete poveri, perche’ vostra moglie esce con Arturo, perche’ la vostra amante vi ha morsicato un capezzolo e vi e’ piaciuto e adesso pensate di essere gay, ecco, questo produrra’ una FISSAZIONE , se non un’ OSSESSIONE (la paura di essere gay e’ una delle sette grandi OSSESSIONI riconosciute dal DSM) , la quale finira’ in una teoria del complotto. Il Gender. Il Gender e’ quella teoria del complotto che vi capita quando temete che i figli possano vedere che voi e vostra moglie non scopate dalla loro nascita, specialmente  se qualcuno insegna loro qualcosa sul sesso, specialmente quelli “alternativi”.

Tutto avviene dentro una echo chamber piena di ansia, ove una FISSAZIONE si ingrandisce sino a dimensioni ossessive, diventa teoria, e “spiega tutto il mondo”.

Come se ne esce? Minimizzando, ovvero riportando il fenomeno alla sua pura e semplice realta’.

Mostri che ballano.

E a volerla dire tutta, la FISSAZIONE per i ragazzi che ballano nasce dal sospetto di aver sprecato la propria giovinezza , senza godere di tutta la liberta’ , di tutta la serenita’, di tutta la spensieratezza del caso. Si tratta di una gabbia che ti chiede “ma non e’ che tu eri uno sfigato, e hai scelto di esserlo, mentre gli altri giovani stavano vivendo le cose che tu ora rimpangi di aver fatto?”. Da cui si deduce “ma la vita di merda che fai ora non e’ la stessa cosa , solo spostata di qualche decina di anni, e non potresti forse uscirne anziche’ perdere altro tempo?”. Questa ansia, puo’ diventare facilmente una bolla, puo’ diventare una echo chamber se il pericolo tremendo dei “giovani che ballano” diventa una FISSAZIONE prima, e un’ ossessione dopo. Da cui seguiranno, puntuali, le teorie del complotto.

Ricordate:

Mostri che ballano.

E se siete contrari, e’ solo perche’ non avete ballato abbastanza da giovani.

Sfigati.

Commenti

  1. Pierpiero Sgabelloni

    Gli articoli dei giornali italiani sulla storia del rave sono stati quanto di più comico si sia mai visto, presi dal consueto fetish per il “decoro”.

    “Hanno lasciato cumuli di rifiuti”

    In una fabbrica abbandonata, lasciata a cadere a pezzi da decenni.
    Un’azienda licenzia, chiude e lascia un pezzo di territorio a marcire per anni senza pagare una bonifica e recupero degli spazi e senza che nessun altro se ne occupi: non è un problema, assolutamente.
    Qualche centinaio di sballati decide di andare a fare bordello in quel posto perché si diverte così: SKANTALO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.