Idee, cose, persone.

Nei precedenti post si e’ sempre sfiorato un argomento molto delicato, ovvero di come un prodotto, un concetto, un’idea possano venire giudicate non tanto dal valore “intrinseco”, bensi’ attraverso un meccanismo di transfert, ovvero attribuendo a quel concetto o a quella cosa le qualita’ di un’umanita’ associata. Volevo scriverci un post perche’ ritengo che questo sia , in definitiva, il motivo per il quale alcune idee politiche non trovano piu’ sostenitori, perdono le elezioni , eccetera.

Nel caso della “Corazzata Потёмкин e’ una cagata pazzesca”, per esempio, il grido di Fantozzi e’ indirizzato non tanto contro il film stesso, ma contro l’umanita (e al relativo comportamento) che attorno al film si raccoglie. Fantozzi non grida contro il fim in se’ stesso, ma grida contro un’umanita’ che finge di capirlo e di apprezzarlo, e contro un’altra umanita’ che , pervasa da intento didattico, cerca di imporlo, ottenendo la piaggeria di chi finge di capire il film.

Allo stesso modo l’odio che si raccoglie contro l’iPhone, il fatto che sia di moda parlarne male(1), non e’ dovuto tanto alle sue qualita’ intrinseche(2), ma al fatto che detestiamo profondamente l’umanita’ che attorno ad esso si raccoglie. Come nel caso del film di Eisenstein, quello che succede e’ che un oggetto diviene un feticcio mediante il quale rappresentiamo una certa umanita’, e sul feticcio riversiamo l’odio e l’antipatia che riversiamo contro l’umanita’ in questione.

Il meccanismo, quindi, ha bisogno di una forte componente simbolica: perche’ sia possibile l’operazione di transfer e’ necessario che l’oggetto sia sufficientemente simbolico. Di conseguenza, occorre che prima l’umanita’ che detestiamo vi attribuisca a sua volta un significato simbolico, meglio se di tipo identitario.

Nel caso del film “la corazzata Потёмкин”, prima una certa umanita’ inizia ad attribuire ail fim un significato:

il film e’ colto => chi lo guarda e’ colto => noi che lo guardiamo siamo colti.

In quel momento preciso, scatta pero’ il meccanismo di repulsione che segue la stessa catena di associazioni:

mi dai la nausea => guardi quel film => il film da’ la nausea.

in altre parole, una volta stabilita la “consecutio” nella quale si svolge l’accadimento positivo, quella consecutio con la quale chi guarda un film “colto” si attribuisce la patente di “colto”, a quel punto la medesima consecutio viene usata per attribuire all’oggetto l’antipatia che ci suscita l’umanita’ che vi si identifica.

Qual’e’ il meccanismo economico che sta alla base di tutto questo? Sembra abbastanza ovvio: insultare un film e’ molto piu’ economico (nella misura dei danni che puo’ causare una reazione) rispetto all’insulto rivolto contro le persone stesse. Ovviamente, il meccanismo di transfer puo’ funzionare in senso economico oppure no: se io mi infilo nella curva degli ultra’ dell’ Inter gridano “l’inter e’ una cagata pazzesca” difficilmente ne usciro’ vivo, dal momento che la consecutio e’ cosi’ evidente e sentita da risultare immediata.

E’ interessante invece notare cosa succeda se l’oggetto nel quale ci si identifica e’ qualcosa del quale si possano discutere i difetti, come nel caso dell’Iphone. Nei commenti di un post dell’iPhone, un “ingegnere di apple” non meglio specificato se ne usci’ dicendo che “bluetooth e’ obsoleto” e che “MMS e’ obsoleto”, mentre l’email sarebbe “moderna”. Con questa risposta l’ingegnere di apple intendeva lasciar intendere di sapere cosa siano sia gli uni che gli altri, al punto da poter pronunciare questa sentenza. Il problema sta nel fatto che i protocollo MMS e’ in effetti una famiglia di protocolli.

MM1 e’ un protocollo http 1.0 col quale, appena ricevuto il push, andate a recuperare il vostro messaggio usando HTTP.

MM3 ed MM4 sono , di fatto, dei protocolli SMTP, cioe’ gli stessi dell’email, che vorrebbe essere “un protocollo moderno” da parte degli stessi che vogliono l’MMS obsoleto.

MM7 e’ un protocollo SOAP su HTTP, e ancora una volta l’ iPhone monta un browser e fa uso, per usare l’apple store, di SOAP.

Potrei dire lo stesso di bluetooth: vorrei sapere da questo “ingegnere di apple” quale componente (ancora prima: di quale versione di bluetooth stiamo parlando, visto che siamo alla 3.1) del protocollo sarebbe obsoleto:

Ogni affermazione del genere, se discussa nel dettaglio, porterebbe a considerare obsolete decine di tecnologie che Apple tuttavia usa ancora, dal momento che Blueooth non introduce (se non a livello radio) particolari novita’ rispetto, che so io, a qualsiasi sottofamiglia di G3.

Morale della storia: potremmo discutere a iosa di bluetooth e di trasmissione radio, ma il meccanismo innestato e’:

il sono un “ingegnere di apple” => dico che sono obsoleti => per dire questo bisogna saperne a pacchi => ne so  a pacchi

la stessa consecutio ovviamente puo’ essere ribaltata da parte mia perche’ le affermazioni in questione sono tecnicamente assurde:

hai detto una cazzata => non ne capisci sega => sei un ingegnere apple => gli ingegneri apple capiscono sega

faccio notare, tornando in tema, che questo risalire la catena della consecutio attributiva, cioe’ questo ribaltamento della catena “positiva” sia una conseguenza del tentativo di stabilire tale catena.

In questo senso, quindi, possiamo dire che l’odio furibondo verso la corazzata Потёмкин , o verso l’iphone, e’ in realta’ un odio furibondo verso la catena di attribuzioni identitarie che una certa umanita’ vi costruisce sopra.

Esiste un’umanita’ che ha un continuo, patologico bisogno di dimostrare agli altri di essere superiore a loro. Nel fare questo, questa orribile umanita’ costruisce continuamente delle consecutio che dovrebbero dimostrare la loro superiorita’. Queste consecutio partono da un qualche “poser symbol” e fanno sempre questa cosa qui:

il poser symbol e`figo => possiedo il poser symbol => sono figo

ovviamente dall’altro lato l’affermazione e’ la seguente:

sei una merda => le merde possiedono il poser symbol => il poser symbol e’ una merda

Il vero problema per la societa’ odierna viene dal fatto che questo meccanismo stia arrivando ad inficiare la politica, inibendo un intero partito dallo svilupparsi. Se osserviamo tutti i blog che criticano la sinistra(3), di fatto la maggior parte degli strali vanno ad una base umanamente orribile: carampane indignate, manifestanti ottusi e urlanti, militanti imbesuiti ed ammaestrati, eroici denunciatari dell’arcinoto, raffinati teorici della banalita’ velleitaria, e compagnia cantando.

Di per se’ tutte queste persone non hanno fatto altro che costruire una consecutio come questa:

la sinistra e’ per le persone antropologicamente superiori => io sono di sinistra => io sono antropologicamente superiore.

il problema viene dal fatto che la maggior parte di noi prova una sensazione che oscilla tra la nausea e le emorroidi incendiarie soltanto a sentir parlare queste rane dalla bocca larga persone , e si costruisce pertanto una consecutio opposta:

sei una scadente varieta’ di letame => sei di sinistra => la sinistra e’ una scadente varieta’ di letame

durante la scorsa campagna elettorale, mi trovavo in un openspace e c’era uno di questi militanti bigotti. Egli stampo’ (usando la stampante aziendale, of course) una serie di volantini in formato A4, avendo cura di lasciarli sull’angolo della scrivania che dava sul camminamento, in bella vista, per sottolineare quanto fosse utile e bello votare contro Berlusconi. Il problema e’ che si trattava di una persona cosi’ viscida, piccola e meschina che non avrei fatto avvicinare a lui neanche un totano morto il secolo scorso.

Il risultato di questa propaganda, nei fatti, fu effettivamente di convincere la gente indecisa a votare. Per Berlusconi.

Per riassumere, credo che a prescindere dal vuoto di contenuti e di personalita’ politiche, il PD e la sinistra in generale soffrano di un problema gravissimo, lo stesso problema della Corazzata Потёмкин e dell’iPhone: moltissima gente le trova repellenti non tanto per le qualita’ intrinseche, ma perche’ l’umanita’ associata a queste cose, cosi’ come le si incontra nella vita quotidiana, e’ un’esperienza cosi’ miserabile e sgradevole che la repulsione ottenuta risale la catena delle associazioni e si condensa sul PD e sulla sinistra stessa.

Il fenomeno sarebbe anche interessante e buffo, se di fatto questa umanita’ repellente (che peraltro si ostina a rimanere in prima fila esibendo il peggio di sé in continuazione) non fosse tra le ragioni della sconfitta sistematica delle sinistre.

Cosi’ come nessuno odiava davvero il film di Eisenstein , cosi’ come nessuno odia davvero un cellulare o una marca di computers, la realta’ e’ che ad attirare l’odio su di loro e’ l’umanita’ che vi si raccoglie ed associa attorno. E se lo stesso meccanismo si verificasse in politica, ci troveremmo nelle condizioni per le quali anche se la sinistra raccogliesse una leadership decente , la base riuscirebbe a provocare un tale ribrezzo negli indecisi da fargli perdere le elezioni.

In generale, il centro del problema sono i meccanismi identificativi che pretendono di dimostrare la superiorita’ di qualcuno. Poiche’ lo stesso atteggiamento velleitario produce antipatia, quello che si verifica e’ che la reazione correra’ sulla catena consecutiva che si voleva a dimostrare la superiorita’, viene risalita e colpisce in pieno l’oggetto (in questo caso l’appartenenza politica) che voleva dimostrare la superiorit’.

Non posso suggerire ad un partito di liberarsi di quelle persone che sono repellenti ed antipatiche sin da quando superano la nube di Oort, ne’ insegnare una cosa ovvia come “L’antipatia non e’ un ottimo strumento di marketing”: se pero’ crediamo che la popolarita’ di qualcosa sia legata in qualche modo ad un fenomeno di simpatia, allora sarebbe meglio suggerire a questi militanti di togliersi dalle prime file e andare altrove. Una chiamata alle armi del tipo “e’ necessario che tutti gli intelligenti e i colti vadano a fare proselitismo alle isole falkland perche’ e’ indispensabile il voto degli italiani all’estero ivi residenti” , per esempio, potrebbe anche andare.

Uriel

(1) Se avessi 13 anni lo desidererei, diciamo fino a quando non potessi avere un cellulare per adulti.

(2) Il fatto che l’iPhone aggiunga sei zeri alla fine del campo UTFString durante la negoziazione del QoS era noto agli addetti ai lavori, e a pochi altri. Di per se’ non e’ illegale e non rompe gli standard, ma alcuni APN non supportano questa roba.

(3) Io ho sempre detto che il principale motivo di sconfitta della sinistra venga dalla contropropaganda politica fatta da una base, quella piu’ attiva,  che e’ umanamente repellente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.