Alcune domande?

Dopo lo scorso post sulla Siria qualcuno mi sta dicendo che sto facendo “propaganda antiamericana”, ma in realta’ la vera domanda e’ se per caso qualcun altro non stia facendo una propaganda filoamericana. E per propaganda intendo un modo di descrivere le cose che non corrisponda a nessun fatto.

La prima domanda la faccio a quelli che parlano di “diplomazia americana” e di “dipartimento di stato”. Sembrano suggerire sempre che gli USA si muovano con chissa’ quale intelligenza, scrupolo e competenza, e che abbiano chissa’ quali contatti ovunque.
Allora, la domanda e’ semplice:

Qualcuno mi sa elencare i primi tre piu’ grandi successi della diplomazia americana negli ultimi 20 anni? Qualcuno sa indicarmi il risultato del lavoro della diplomazia americana? Qualcuno sa mostrarmi i benefici portati agli USA, qualcuno sa parlarmi di quali e quanti rapporti internazionali sono MIGLIORATI negli ultimi 20 anni?

Non ci sono state firme di trattati storici dopo Clinton, questo e’ il punto. I rapporti con la Russia sono progressivamente peggiorati, senza che si sia capita la posta in gioco. I rapporti con i paesi sudamericani sono ai minimi storici. I rapporti coi paesi islamici, meglio non parlarne. I rapporti col governo cinese sono peggiorati, e anche col Giappone le distanze sono aumentate. I rapporti con NATO ed Europa si sono lentamente raffreddati, il numero di visite in Europa del presidente USA sono diminuiti, e viceversa. Anche in Africa le cose non vanno meglio. Persino con gli inglesi c’e’ un grosso raffreddamento, dopo l’ era Cameron. L’ ONU, un tempo un centro politico capace di far convergere in USA ogni trattativa importante, e’ poco piu’ di un edificio.
Adesso venitemi a dire che gli USA hanno una diplomazia competente, produttiva e intelligente. Chi e’ quello che fa propaganda? Chi dice cose che non hanno riscontro nei fatti? La verita’ e’ che la diplomazia americana e’ un tragico fallimento da almeno 20 anni.
A guardare la diplomazia americana al lavoro viene in mente una scimmia che cerchi di aggiustare un orologio. Questo e’ il punto. Non hanno raggiunto NESSUN risultato significativo, non hanno MIGLIORATO i rapporti tra USA e  NESSUN ALTRO. Il dipartimento di stato americano, una volta crocevia della storia, oggi e’ una manica di incompetenti, inconcludenti ciarlatani che vivono dei fasti passati e credono che basti essere il CowBoy con la pistola piu’ grossa per avere tanti amici.
Ma la diplomazia americana era quella potente per via del ruolo militare degli USA, quella leggendaria per competenza, visione, capacita’ strategica e raffinatezza era la diplomazia britannica. Cosi’ ancora qualcuno di voi verra’ a dirmi che non dovrei dipingere il tempio della democrazia come un branco di fanatici esaltati pronti a menare le mani.
Davvero?
Allora vi faccio la stessa domanda riguardo agli inglesi:

Qualcuno mi sa elencare i primi tre piu’ grandi successi della diplomazia inglese negli ultimi 20 anni? Qualcuno sa indicarmi il risultato del lavoro della diplomazia di Sua Maesta’? Qualcuno sa mostrarmi i benefici portati alla corona, qualcuno sa parlarmi di quali e quanti rapporti internazionali sono MIGLIORATI negli ultimi 20 anni?

Anche qui, deserto totale. Sono riusciti persino a rovinare i rapporti con la UE, e con essa si sono raffreddati i rapporti con gli USA. I paesi islamici, coi quali di solito avevano rapporti privilegiati in quanto ex colonie, li vedono come fumo negli occhi. I rapporti con la Cina sono freddi. Sono riusciti a riaprire la ferita delle Falkland, mettendosi contro mezzo sudamerica. Persino con l’ India stanno commettendo una gaffe dietro l’altra.
Si puo’ sapere perche’ continuiate a presentare gli inglesi come i maestri della diplomazia, quando non solo non hanno combinato niente di decente negli ultimi 20 anni, e come se non bastasse hanno peggiorato tutto quel che avevano?

Chi fa PROPAGANDA siete voi. Alla luce dei fatti, chi dipinge USA e UE come giganti della POLITICA internazionale sta parlando di cose che non sono piu’ su questo pianeta. Sono ancora giganti militari, ma quando al potere POLITICO, sono praticamente scomparsi.

Un tempo era diversamente. Ed e’ vero che in Italia se siete onorevoli una volta, siete onorevoli tutta la vita. Ma il mondo e’ qui ed oggi: ed oggi, USA e UK sono giganti militari, ma NON giganti POLITICI.
Chi afferma il contrario e’ pregato di mostrare dei FATTI, oppure si rassegni ad essere quello che fa propaganda. I richiami imperiali inglesi e i reaganismi americani sono il corrispondente della “romanitas” di Mussolini, con la quale si pretendeva che la Roma del Duce fosse la Roma dei Cesari.
Peccato che il tempo passi.
Vogliamo parlare di economia? Ok, parliamo pure delle “grandi economie liberali”.

Mi sapete indicare, negli ultimi 20 anni, un periodo “BUONO” dell’economia angloamericana, uno  che non sia stato una bolla speculativa destinata a sfociare in una crisi?

Non ci riuscirete. Dopo Clinton, OGNI periodo di buona crescita economica e’ scoppiato in una crisi, e la crisi ha rivelato che la precedente prosperita’ fosse solo una bolla speculativa. I grandi imprenditori americani sembrano degli stupidi incapaci di imparare dagli errori passati, e condannati a ripeterli.
L’unica descrizione che posso fare dell’economia americana e’ “Cargo Cult”.

Il periodo classico di attività del culto del cargo, ad ogni modo, è stato negli anni durante e dopo la Seconda guerra mondiale. La vasta quantità di materiale di guerra che fu paracadutata sopra quelle isole durante la campagna del Pacifico avvenuta contro l’Impero del Giappone significò infatti un drastico cambiamento dello stile di vita degli isolani. Prodotti industriali come vestiti, cibo in scatola, tende, armi ed altri beni di utilità arrivarono in grandi quantità per rifornire i soldati e anche gli isolani che erano le loro guide ed ospiti. Alla fine della guerra le basi aeree furono abbandonate, e i cargo non furono più paracadutati.

Per far sì che i carichi di beni tornassero ad essere paracadutati o anche portati per via aerea o per mare, gli isolani talvolta iniziarono ad imitare i comportamenti che avevano visto assumere dai militari occidentali. Fabbricarono quindi cuffie audio di legno indossandole seduti dentro a finte torri di controllo da loro costruite; iniziarono a mimare i segnali di atterraggio aerei in mezzo alle piste e ad accendere segnali di fuoco e torce per illuminare le piste di atterraggio e i fari di posizione. I cultisti pensavano che gli stranieri avessero una speciale connessione diretta con i loro antenati, che secondo loro erano gli unici esseri ad avere il potere sufficiente a produrre le ricchezze dei cargo.

In una sorta di magia simpatetica e imitativa, molti di loro costruirono, con i mezzi a loro disposizione, riproduzioni a grandezza naturale di aeroplani e nuove piste di atterraggio simili a quelle occidentali, nella speranza che questo avrebbe attirato molti più aeroplani pieni di “cargo”. Ovviamente, queste pratiche non portarono al ritorno degli aeroplani semidivini, pieni di tutti quei meravigliosi carichi che venivano paracadutati durante il conflitto, ma finirono comunque per sradicare ogni altra pratica religiosa locale esistente prima della guerra.

Tutto quello che stanno facendo e’ sforzarsi di essere simili a Reagan ed alla Tatcher. In Inghilterra credono magari che avendo i capelli biondi , indossando una gonna e andando in giro gridando “la societa’ non esiste!” allora l’economia si risollevera’. Immagino che ci siano persone che si mettono ad ascoltare gli Smiths e i Bronsky Beat per rientrare nello spirito.
E allo stesso modo, suppongo che negli USA torneranno a guardare i film di Stallone e a lanciare bombe ovunque, sognando che cosi’ facendo si torni ai fasti dell’era di Reagan.
Ma queste cose non funzionano: tutto quello che stanno facendo e’ dilapidare un patrimonio accumulato in diversi secoli (nel caso inglese) o in pochi decenni (il caso americano) dilapidandolo. E se gli USA erano almeno riusciti a ottenere una certa superiorita’ tecnologica, sono riusciti a gestirla in modo da finanziare un paese comunista (la Cina) e a farsi superare da taiwanesi e coreani nel settore dell’elettronica di consumo.
Quali sono i grandi successi economici di questi paesi? Perche’ ne parlate come se fossero il tempio della conoscenza economica e finanziaria, quando proprio da loro sono venuti tutti gli esempi di errori eclatanti, incompetenza, mancata sorveglianza, decadenza etica?

Si fa propaganda quando si dicono cose che non sono supportate dai fatti. E non ci sono fatti, e ripeto fatti, che mostrino grandi successi economici e/o grandi successi diplomatici negli ultimi 20 anni. Chi dice che USA e UK siano esempi da imitare per via di presunti “successi”, dovrebbe mostrare questi “successi”, oppure ammettere di far della propaganda.

Io non so in che modo due paesi che avevano le migliori scuole del mondo abbiano generato delle classi dirigenti cosi’ catastroficamente INCOMPETENTI, sciocche, vanagloriose, incapaci, inconcludenti, inutili.
Occorre capire chiaramente che oggi il propagandista e’ colui che continua a parlare di USA e UK come se il tempo si fosse fermato 20/25 anni fa. 
Colui che continua a dipingerle per quello che quelle due nazioni SONO STATE, anziche’ far vedere che non sono piu’ quelle di un tempo.
Fa propaganda colui che non si rende conto che USA e UK sono governate male e gestite anche peggio, che hanno diplomazie incapaci e inconcludenti, che i grandi successi di un tempo sono venuti a mancare ormai da due decenni.
Fa propaganda chi contesta i fatti.  Fa propaganda chi dipinge un quadro che non corrisponde a nulla. La verita’ e’ che il “regno unito” sta andando incontro ad un referendum per la scissione della Scozia, che non sta riuscendo ad integrarsi in Europa, ne’ sta avvicinando i cugini americani, e che Londra si sta facendo rubare la palma da Berlino persino nei servizi IT: http://www.zdnet.com/the-war-of-the-european-tech-hubs-is-berlin-really-stealing-londons-thunder-7000019611/
Cosi’, a chi mi accusa di propaganda antiamericana rivendicando ad USA e UK il ruolo di maestri di economia e politica , ho una domanda da fare:

avete dei FATTI da mostrare, riguardo agli ultimi 20 anni, o dovete tornare indietro sino a Reagan e alla Tatcher per farmi vedere qualcosa di decente?

perche’ se e’ vera la seconda, a me spiace, ma i propagandisti siete voi. Io sto solo mostrando la realta’: due nazioni sono piombate nella mediocrita’ piu’ becera ed incompetente, e hanno costruito , inspiegabilmente , le due classi dirigenti piu’ INCOMPETENTI ed insieme POTENTI del mondo.

Ci sono due scimpanze’ che giocano. Con una bomba a mano. Quando gli scoppia in mano, iniziano a gridare, a battersi i pugni sul petto, e a tirare calci a casaccio, sfasciando tutto per la rabbia.

Sfortunatamente, tutti continuano a dipingerli come “i maestri della politica estera”, e come “i maestri dell’economia”. E quando una scimmia viene dipinta come se fosse un premio nobel, il processo ha un nome: “propaganda”.
E no, non sono io.
Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.