Sarin

So che volete un post di commenti riguardo al “Das Duell”  , il duello televisivo tra Merkel e Steinbrück, ma in email mi sono arrivate richieste di commentare meglio il discorso Siriano. Premettendo che le mie nozioni di guerra NBC sono datate e risalgono al mio servizio in Marina, credo abbiano ragione i russi a dire che ci sono numerosi dettagli che non quadrano.

Innanzitutto, i filmati rilasciati non provano quasi nulla. Mostrano gente morta “senza segni apparenti di ferite violente”, ma questo significa poco o nulla. Sono innumerevoli , in guerra, le situazioni di soffocamento da polvere sollevata, che vanno dagli attacchi di carri (ove spessissimo la fanteria coinvolta sperimenta fenomeni di soffocamento da polvere alzata) , si soffoca nei bombardamenti cittadini mediante armi a decompressione, in generale si soffica nei luoghi chiusi e nei rifugi di citta’ bombardate usando armi termobariche, insomma, il soffocamento in se’ non prova quasi niente.

Anche la morte “senza lesioni” prova davvero poco. Si muore “senza apparenti lesioni” trovandosi su ponti metallici colpiti ad una estremita’ da una bomba, si muore senza lesioni dentro edifici abbastanza rigidi colpiti da esplosivi molto detonanti, si muore senza apparenti lesioni per choc da esplosioni ravvicinate. Raggruppare numerosi cadaveri dentro una stanza e mostrarli morti “senza apparenti lesioni” non prova nulla.

Di per se’ neanche convulsioni e morti senza ferite , specialmente di bambini, possono essere sufficienti a testimoniare l’uso di armi chimiche. Per qualche misterioso motivo, sembra che in guerra si muoia di paura. Specialmente i bambini: nelle scorse guerre si sono rilevati numerosissimi casi di bambini che morivano di paura dentro i rifugi , magari udendo il rumore delle esplosioni. Alcuni dicono che e’ semplicemente un evento che fa emergere all’istante tutti i difetti cardiaci in una popolazione, ma per questo dovreste chiedere ad esperti. Anche i casi di convulsioni, epilessie ed altro,  su bambini sottoposti a stress bellico, sono molto comuni.

In definitiva, molti dei video che i ribelli mostrano come “prove” sono video di scene che potreste vedere dopo una normalissima guerra convenzionale in citta’, tenendo conto che una guerra civile e’ la versione peggiore della guerra, e che la guerra in citta’ e’ la versione peggiore della guerra, e una guerra civile in citta’ e’ quindi una porcheria inumana, comunque vadano le cose.

Escluderei immediatamente i filmati dove i ribelli sparano durante le operazioni “sotto attacco chimico”: nessuno e’ cosi’ fesso da combattere per le strade contro ribelli durante un attacco col sarin. Specialmente chi lancia l’attacco. E lanciare un attacco di fanteria MENTRE si usano gas e’ qualche cosa che normalmente ottiene una pallottola nel cranio dell’fficiale che ordina di avanzare: un’idea cosi’ stupida che nessuno mette mai in atto.

Ma, detto questo, di quei video “che provano l’uso di gas” rimane poco.

Ci sono altri particolari “imbarazzanti” nei video portati come prova. Oltre ai soldati che sparano mentre a detta loro e’ in corso l’assalto chimico, ed ai bambini che vengono curati SENZA venire lavati (il Sarin penetra anche attraverso la pelle) , ci sono bambini agonizzanti lasciati al suolo, ovvero nel posto ove si depositera’ il nervino in aereosol e dove si deposita piu’ facilmente , e un video con una bambina in preda alle convulsioni , cioe’ in fase avanzata dell’intossicazione, mostra un bel paio di slip bianchi immacolati, dove ci si aspetterebbe abbondanza di liquidi vari.

Altro punto e’ il soffocamento. Non e’ necessario usare agenti chimici classificati come tali per produrre soffocamento. Esistono anche i nebbiogeni/lacrimogeni CX, per dire: tecnicamente il CS e’ noto per dare problemi di respirazione, e anche dermatiti da contatto se entra in contatto con parti sudate del corpo, cosa che il Sarin non fa. LE fotografie di pelli irritate o gonfie sono tipiche del CS e non del Sarin. Il Sarin penetra attraverso la pelle, ma non lascia dermatiti da contatto.

Il CS, il CR ed il CN, sebbene tollerati ed usati dalla polizia, se usati sul campo di battaglia sono considerati, in alte concentrazioni, delle armi chimiche, anche se non tutti gli stati sono d’accordo: in Italia fa testo una sentenza della cassazione.(http://www.canestrinilex.it/pdf/armichimiche.pdf ).

Quello che si vede nei video, ovvero la bava alla bocca, le dermatiti , l’ipersalivazione e la chiusura delle palpebre sono tipiche del CS. Certo, nessuno vieta di lanciare entrambi i gas: in caso di Sarin, pero’, gli occhi  dovrebbero rimanere APERTI. Inoltre, mancano i segni di cianosi: la vittima del Sarin muore soffocata in seguito allo stato di coma paralizzante, e per questo si colora di violaceo.
Una volta prodotto il Sarin, pero’, e’ piuttosto pernicioso: per esempio, una persona vestita che venga investita dal Sarin ha vestiti pericolosissimi che possono emettere Sarin in dosi mortali ancora per il tempo di vita del Sarin. Per questa ragione, ci si aspetta che in un ospedale che si sforza di curare i feriti, tutti i feriti siano nudi, e che i medici indossino una completa protezione NBC: altrimenti, moriranno anche i medici. Nei filmati, i morti vengono manipolati e sepolti con ancora i vestiti addosso. Buona idea, se volete morire. In quei filmati dovrebbero esserci medici e tutti quanti agonizzanti, non alcuni agonizzanti a terra e gli altri in piedi a correre e/o a filmare: i vestiti delle vittime sono un veicolo micidiale per il Sarin.

Come morire tentando di soccorrere gente esposta al Sarin. Lasciargli addosso i vestiti e non avere maschere addosso. Il Sarin impregnera’ i vestiti e la pelle e vi uccidera’.
Ogni possibile cosa stupida da fare col Sarin: non indossare guanti o protezioni, non togliere i vestiti al bambino, stenderlo su un tappeto che si impregnera’, inutile ossigeno a polmoni che non respirano, ove servirebbe atropina.
Un altro punto dolente del Sarin, rispetto per esempio al(i) Novichok e’ la sua difficolta’ di stoccaggio. Esso ha poche settimane di vita se viene prodotto o conservato con poche precauzioni, al punto che quello usato da Saddam aveva si e no 4 settimane di vita in tutto.

Per questa ragione, a meno di non disporre di riconoscibilissime (dall’alto)  “facilities”, le armi chimiche devono essere arrivate in Siria poco tempo prima del loro uso, trasportate e stoccate in tempi brevissimi. Ma l’unica partita di Sarin nota e’ stata venduta

Questa e’ la ragione per cui le armi chimiche come il Sarin si usano contro la popolazione: si tratta di bersagli che se ne rimangono belli fermi in un posto. Usarla contro guerriglieri che si muovono in continuazione e’ difficilissimo, perche’ la durata dell’ “indovina dove sono” potrebbe diventare imbarazzante, e peraltro scarrozzarsele in giro espone al rischio che vengano colpite dal nemico e/o catturate.

Usare un gas nervino contro una popolazione civile mista a guerriglieri e’ un gesto abbastanza opinabile. Poiche’ i civili iniziano amorire come mosche immediatamente, il guerrigliero si accorge in fretta della cosa, ed essendo molto mobile, e sapendo che il nemico difficilmente e’ nei paraggi (per evitare brezzoline omicide nel senso sbagliato) , se la batte immediatamente, mentre la popolazione rimane a morire. Specialmente se e’ straniero e se ne fotte bellamente dei locali. In quella situazione sono molto piu’ perniciose le mine antiuomo.

In generale, le armi chimiche sono armi fatte per colpire la popolazione e sterminarla, come fece Saddam. Non sono armi da usare in teatro di guerra, anche per via della loro persistenza sul suolo: se vuoi prendere una postazione, non la avveleni. Se vuoi spopolarla perche’ non la prendano altri, vanno bene. Sono difficili da controllare, da bonificare, non sai mai se per caso poi da li’ ci devi passare tu, e tutto quanto.
Questo vale in generale per OGNI arma chimica: il loro impego reale sul teatro di guerra e’ altamente dubitabile, a meno che (come nella guerra IRAN/IRAQ) non  si abbia una situazione di guerra di posizione con uno stallo lunghissimo e truppe ammassate per molto tempo nello stesso posto. Non esattamente una guerriglia urbana durante una guerra civile: del resto, se volete sterminare tutti ad ogni costo ed in fretta, vi basta uno stupido MLR o due, come il Grad,  che puo’ rasentare il 100% di casualities e costa meno, e satura facilmente zone enormi.

Peraltro per lanciare quella roba occorre avvicinare comunque dei pezzi di artiglieria.

Capisco quindi le perplessita’ dei russi: quelle immagini sembrano riferirsi ad una zona colpita con forti dosi di CS, non di Sarin. Ma il CS, oltre a non essere Sarin, e’ considerato “arma chimica” solo in alcune concentrazioni, solo per alcuni usi, e peraltro usato – in concentrazioni piu’ basse – dalle polizie di tutto il mondo.

E’ anche possibile che l’ ONU non sia in grado di aggiungere un granche’. Non tanto per la vexata quaestio “chi li ha lanciati”, dal momento che il Sarin deve essere di fatto conservato con cura e le munizioni richiedono professionalita’ che difficilmente un al-qaedino potra’ avere (specialmente se si vogliono saturare intere zone occorre una certa specializzazione) : per intenderci, nell’attentato alla metro di Tokyo, il Sarin colpi’ 5000 persone uccidendone una dozzina: esso era stato diffuso in maniera dilettantistica dentro i condotti di aerazione, e il suo effetto fu – fatte le dovute proporzioni – assai modesto: se fosse stato diffuso come aereosol, in un posto come la metropolitana sarebbero morti tutti e 5000.

Ma il fatto che i morti dei video non sembrano morti per soffocamento comatoso, che lascia aperti gli occhi, da’ un colorito cianotico al volto, produce convulsioni del tronco e meno degli arti, colpisce le zone ventrali , non fa gonfiare la lingua come fa il CS (e come mostrano alcuni cadaveri con le labbra aperte per il volume della lingua ingrossata nelle foto) lascia pensare che i ribelli stiano facendo parecchia propaganda e/o la stiano montando molto. E non solo sembra una finzione: sembra una finzione girata da personaggi che non hanno mai studiato nemmeno brevi libercoli sul Sarin.

Seppelliti coi vestiti, Ovvero, come uccidere un impiegato delle pompe funebri.

Per esempio, normalmente (come fece anche Saddam in Iraq) il Sarin viene mescolato al CicloSarin, che ha un odore come di pesca. Questo viene fatto perche’ il CicloSarin ha una letalita’ piu’ alta, ma non si puo’ usare da solo perche’ e’ infiammabile e quindi le ogive esplosive che mescolano i componenti lo incendierebbero.  Il guaio e’ che nessuno dei testimoni parla di un odore simile, cosa che dovrebbe far pensare al Sarin usato da solo, cosa inusuale: chi sa fare l’uno sa fare l’altro.

Di conseguenza, occorre innanzitutto aspettare gli ispettori per capire SE il Sarin sia stato usato, quanto sia stata vasta l’area (magari un guerrigliero ne aveva UNA granata e l’ha lanciata insieme ai lacrimogeni CS) , e in che concentrazioni.

I filmati forniti alla stampa, cosi’ come sono, li potete girare identici dopo un normale fuoco di saturazione con artigileria, o dopo un attacco urbano facilitato col CS.

Uriel