Babbo Natale e la Web Tax.

Babbo Natale e la Web Tax.

Babbo Natale e la Web Tax.

Il titolo del post dovrebbe lasciar capire quanto io abbia fiducia nella web tax , o nella tassa dal 15% sulle corporation. La mia personale opinione e’ che alla fine bisogna lasciar vincere Biden almeno una volta, e siccome non sta vincendo un cazzo in nessun settore, su questa cosa almeno sembra che ci sia una sua vittoria.

Il guaio e’ che si tratta di una narrativa completamente vuota.

avrete sentito dire che “durante il lockdown i colossi sono sempre piu’ ricchi”. Come fanno i giornalisti a saperlo? Potrebbero avere un abbonamento a Statista, per dire:

Babbo Natale e la Web Tax.

Ma come fa Statista a saperlo? Beh, e’ dovuto al fatto che stiamo parlando di societa’ quotate in borsa, cioe’ public company, le quali pubblicano ogni quarter una comunicazione sociale obbligatoria per legge, nella quale sono costretti PER LEGGE a dire la verita’. E siccome un azionista che non e’ contento del dividendo potrebbe chiedere MOLTI soldi in una causa, normalmente queste dichiarazioni sociali dicono il vero.

Sono dichiarazioni pubbliche? Certo. Potete scaricarle anche voi, da qui: https://ir.aboutamazon.com/quarterly-results/default.aspx

Qui c’e’ scritto quanto guadagna Amazon.

Se proprio volete sapere quanto guadagni per paese, non ci vuole molto. Sempre con un abbonamento a Statista, potete semplicemente cercarlo:

Babbo Natale e la Web Tax.

Come fa Statista a saperlo? Cliccate su “show sources”, e scoprirete che Amazon pubblica questi dati anche per paese.

Amazon NON sta nascondendo alcun dato a nessun governo. Punto.

Per sapere quanto guadagni DAVVERO Amazon in una singola nazione basta scaricare un PDF. Proprio cosi’. E sono , ripeto, OBBLIGATI a pubblicare i dati VERITIERI, per evitare l’accusa di aver falsificato le comunicazioni sociali. Che e’ un reato grave.

Non trovate curioso che gli stessi governi che li hanno obbligati a dire il vero nelle comunicazioni sociali poi non riescano a leggere le comunicazioni sociali?

E’ vero che Amazon Italia possiede  una serie di SrL, ma non e’ che le SRL possano falsificare i dati in bilancio. Se volete trovare una delle societa’ di Amazon, infatti, non vi serve chissa’ quale sofisticata indagine.

Potete cliccare qui:

AMAZON ITALIA LOGISTICA S.R.L., Partita IVA: 07231660965, Fatturato, Dipendenti, PEC e Telefono
Verifica Gratuitamente fatturato, l’utile, acquisti, Dipendenti, PEC e Telefono di AMAZON ITALIA LOGISTICA S.R.L. (07231660965) – MILANO in pochi secondi
Babbo Natale e la Web Tax.

 

E potete vedere che ogni controllata non fa altro che dichiarare il proprio guadagno in maniera pubblica.

E allora, domanda, perche’ continuiamo a comportarci come se queste societa’ si nascondessero?

Esiste uno strano fenomeno.

  1. ad un certo punto la societa’ annuncia i dati di Q1. Cosi’ gli azionisti sanno quanto sono fichi e perche’ gli serve rimanere azionisti. E’ una pietra miliare del concetto di borsa: io investo i miei soldi ma tu devi essere trasparente. I dati sui guadagni, le entrate, l’ EBT, l’EBT per market, e tutto quanto, sono PUBBLICI.
  2. In questa fase, i governi si girano dall’altra parte. Alcuni si addormentano in una colata di calcestruzzo, altri hanno un crampo al dito e non scaricano il PDF, altri ancora credono di avere le traveggole. E nel loro sonno letargico, continuano a chiedersi “ma chissa’ quanto guadagnano. E’ un mistero!”
  3. A quel punto la societa’ fa una dichiarazione dei redditi, e dichiara “io non guadagno nulla! L’ultima orgia che abbiamo fatto per festeggiare i guadagni era solo una cena di beneficenza per i poveri (noi), e quelle che vedete non sono escort, sono orfanelle povere. Non hanno nemmeno i soldi per vestirsi, non vedete? Volevate che le lasciassimo al freddo?”
  4. I governi dicono “ti credo! ti credissimo! del resto, con quali dati dovrei sostenere il contrario?”. E come farei a trovarli se ho le gambe che si sono incastrate sotto il tavolo per colpa di queste valige piene di soldi?
  5. Gli elettori dicono “ehi, ma queste aziende non pagano niente!”.
  6. E il governo dice “ehi, non guardate le valige piene di soldi sotto la mia scrivania! Se non pagano nulla e’ perche’ approfittano dei punti deboli delle nostre leggi! Occorrono leggi diverse!!!”.

No, non servono leggi diverse. Se la GdF nota che girate in ferrari mentre vi dichiarate nullatenenti, non fanno altro che bussare alla vostra porta e chiedere conto dell’incongruenza. Non servono nuove leggi, ne’ nuovi trattati.

Allo stesso modo, se scaricassero le comunicazioni aziendali al NYSE e si facessero due conti, potrebbero bussare alla porta della Microsoft e chiedere “com’e’ che a noi dichiari zero, e poi quando siamo a Q4 dici ai tuoi azionisti che hai guadagnato un gozillione e mezzo, di cui il 7% nel mio paese?”.

Nessuno di questi numeri viene nascosto, anzi: non solo vengono comunicati agli azionisti, ma quando le cose vanno bene essi vengono CELEBRATI. Ci pagano anche i dividendi.

MA allora cosa succede?

Quello che succede e’ la risposta alla domanda “ma perche’ a New York c’e’ gente che fa un party perche’ sul sito web c’e’ scritto che l’azienda fa 300 miliardi di dollari, che il mercato europeo ne fa il 40% con un aumento del 3%, e nessuno a Roma , Bruxelles, Berlino vede nulla?”

Vi invito a fare un test. Prendete venti banconote da 50 euro. Le mettete una sopra l’altra. Poi ve le mettete sotto gli occhiali. Come vedete, non riuscite piu’ a scaricare nessun PDF, e neanche a leggere sul monitor.

Babbo Natale e la Web Tax.

Il problema delle multinazionali che non pagano le tasse non e’ un problema di leggi, di paradisi fiscali o di tax avoidance. Basta fare un pochino di statistica sui dati ufficiali e sulle dimensioni dei mercati per capire quanto guadagnano. Si sbagliera’ al massimo dell’1%, con delle statistiche fatte bene.

Ma per farlo, occorre non avere gli occhi chiusi da quella maledetta pila di banconote.

Dal problema delle multinazionali che non pagano tasse non si uscira’ mettendo improbabili web tax, perche’ voi tasserete i guadagni, e loro vi diranno che non ci sono guadagni. Certo, hanno appena celebrato l’aumento dei guadagni in un gigantesco party-orgia a New York, dopo avervi detto quanto hanno guadagnato, quanti dividendi pagheranno e quanto e’ importante il mercato del vostro paese nel bilancio, MA voi crederete alla “dichiarazione dei redditi”.

E no, i governi non si comporteranno cosi’ perche’ sono stupidi.

Fingeranno di non vedere le comunicazioni sociali ufficiali perche’ sono CORROTTI.

Non c’e’ alcun problema di evasione o di elusione. I numeri sono pubblici. Il problema ha un altro nome: CORRUZIONE.

E sinche’ continueremo a NON dare al problema il giusto nome, non riusciremo a risolvere il problema.

Ed e’ per questo che credo una cosa: tutto questo festeggiare per la Web Tax al 15% serve solo per dare a Biden il contentino di aver “fatto qualcosa”.

Che il 15% di zero sia sempre zero e’ noto, e che i governi non possano calcolare gli introiti e imporre tasse se gli INCASSI passano per una offshore (quando hanno i bilanci e le comunicazioni sociali sul web) , e’ semplicemente una favoletta. Finanzamt e GdF hanno tutti i poteri che servono a calcolare le incongruenze e imporre una rettifica.

Se non lo fanno, e’ perche’ qualcuno ha gli occhi coperti da bigliettoni. Non perche’ gli introiti passano per le Cayman.

Piuttosto, credete a Babbo Natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.