«Ho messo una lapide sulla mia vagina»

«Ho messo una lapide sulla mia vagina» – Corriere della Sera

Vediamo se ho capito. E’ bella come una badilata di merda su un muro bianco, e’ intelligente come una polacca obesa che vomita all’ Oktoberfest, e’ affascinante come un cesso alla turca pieno di mosche, e adesso ci dice che non fa sesso PER SCELTA?

Io capisco che discendere da un individuo la cui opera magna oscilla tra “Yuppi du” e “Bingo Bongo”, sia una cosa durissima. Capisco la vita di una poveretta costretta all’ombra di un idiota con manie messianiche postsessantottine. Li immagino tutti a tavola, impegnati in una conversazione delirante fatta di silenzi interminabili e cose come “Gunga bu!” , “Yagga da! ” e tutta la gutturale poiesi del molleggiato.

Si’, potrebbe essere troppo per una ragazza, ne conveniamo tutti. Davvero troppo.

Ma la lapide sulla vagina, no. Questo non dovevi farlo. Come faremo adesso a farci le seghe sulla tomba di Alessandro Manzoni? Una lapide sulla vulva potevamo anche sopportarla.Ma sulla vagina e’ davvero troppo.

Sono le cose che cambiano il mondo.

Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.