Brevetti da morire.

In questi giorni di covid, e di vaccinazioni, sembra che stia emergendo un problema. Le aziende produttrici devono produrre tutti i vaccini che servono a vaccinare la popolazione. Tra le fake news del fronte neopupulista della grande finanza (Corriere, Repubblica, LaStampa) , alla fine emerge una cosa: in tutta Europa , e anche parte del resto dell'occidente, le aziende ammettono di non avere capacita' di produrre tutte le dosi che servono, a prescindere dagli ordinativi. E noi siamo i fortunati del mondo, perche' il resto del pianeta non sa ancora se mai riuscira' a vaccinarsi.

Ora, voi direte: ma gli stiamo chiedendo di produrre centinaia di milioni di dosi in pochi giorni, stanno facendo tutto il possibile.

No. L'esperienza mi ha insegnato che quando ti trovi di fronte ad una risposta che sembra definitiva, puoi uscire dal vicolo cieco semplicemente invertendo la domanda.

Invece di chiederci “quante aziende si stanno sforzando di produrre tutto il vaccino che serve”, dobbiamo farci la domanda inversa: quante aziende NON stanno producendo vaccino?

Senza andare molto lontano, possiamo dire che le prime dieci aziende farmaceutiche del mondo sono:

pharma

e possiamo notare che almeno 5 sono fuori dal gioco. E non stiamo parlando di aziende che possono produrre poco vaccino. Parliamo di aziende dalla capacita' produttiva importante.

Ma ogni paese ha le sue aziende farmaceutiche. Anche senza scomodare i grandi, per esempio l'Italia ha

pharmita

E la prima in classifica ha circa 8000 dipendenti, piu' di BioNTech, per dire. Certo non hanno le dimensioni dei “grandi”, ma come vedete la lista contiene sia un paio di “grandi”, che almeno su scala italiana non sono proprio da gettare via.

E se andassi nel caso tedesco, non potrei notare come Bayer, che ha una capacita' produttiva notevole , se ne sta in panchina. Uno scandalo.

E quindi occorre capire una cosa.

non stiamo affatto “unendo le forze”. Non c'e' uno sforzo comune al quale tutti partecipano per vincere. E non e' vero che stiamo mettendo “la vita umana prima dei soldi”.

Si, per soldi. Perche' c'e' un motivo per il quale, globalmente, solo una manciata di aziende sta producendo il vaccino, contro una capacita' produttiva decine di volte maggiore.

Si chiamano “Brevetti”.

Il motivo per il quale NON possiamo mettere tutte le aziende che abbiamo a produrre il vaccino e' proprio questo. Si chiamano “brevetti”.

Si conoscono i metodi, si conoscono i prodotti, si conosce la sua efficacia, ma mezza Europa sta aspettando che BioNtech apra una seconda facility per poter produrre ancora piu' vaccino. Mentre Bayer , che ha facilities quasi ovunque in Germania, non puo' nemmeno dare una mano.

E lo stesso dicasi per l'Italia. Neppure l'Istituto Farmaceutico Militare ha avuto il mandato di mandare i brevetti a quel paese e produrre il vaccino. A 500 morti al giorno.

Certo, magari non sara' semplice per queste aziende “dormienti” fare il loro lavoro. Non sto dicendo, sia chiaro , che basti schioccare le dita. Bisogna costruire impianti, e adattarli. Ma ci sono diverse cose da capire:

  • tra sperimentazione e approvazione, sono passati mesi. Con il dovuto preavviso, davvero le altre aziende non avrebbero potuto aiutare nemmeno un pochino?

  • anche se serve tempo a fare delle facilities, o per adattarle, bisogna sempre chiedersi quanto tempo si e' perso.

  • e ricordiamo bene che su questo pianeta ci sono 8 miliardi di persone tra le quali il Covid sta girando, e continuera' a girare per anni. Probabilmente non basterebbe nemmeno la potenza produttiva di TUTTE le aziende messe insieme.

  • per fare le facilities non serve solo l'impianto. Serve il personale esperto, servono macchinari, servono materie prime. Anche se le altre farmaceutiche non potessero partecipare direttamente, siamo davvero sicuri che non potrebbero partecipare. Questione di segreto industriale: Pfizer non accetterebbe mai che gente di Bayer o di AbbVie entri a ficcare il naso.

Siamo arrivati addirittura ad un paradosso: ad un certo punto ci si lamentava che gli “hacker” penetrassero le difese delle aziende coinvolte per rubare la formula di un vaccino. La formula di un vaccino. Per fare il vaccino. Per vaccinare la gente.

Si trattasse di armi, lo capirei anche. Ma qual'era di preciso “il pericolo”? Che qualche altra nazione si mettesse a vaccinare furiosamente ANCHE la propria gente?

Era un pericolo? Mi spiegate per quale motivo il rischio che un paese X producesse un vaccino sia “un male”?

Per i soldi. Per i brevetti che valgono soldi.

Allora quando diciamo che TUTTI stanno facendo del loro meglio, stiamo dicendo la verita'?

Quando abbiamo MILIONI di morti nel mondo, e lasciamo la gran parte della capacita' produttiva farmaceutica fuori dal gioco per salvare i brevetti, stiamo DAVVERO “mettendo la vita umana di fronte a tutto”?

Anche di fronte ai soldi e ai brevetti?

Commenti

  1. mandraghe

    Ma mi chiedevo, ma sto’ virus che a quanto pare sta facendo una strage mondiale, è possibile che non abbia ancora ucciso un politico come uno? Voglio dire, questi sono sempre in giro, in parlamento, si assembrano e tutto il resto ormai vietato alla gente comune e sono ancora tutti vivi?

  2. giovanni cordioli

    Non crederai certo che i politici, specie si di alto rango, oppure i V.I.P vengano curati come noi vero?
    Per loro ci sono solo i migliori medici, le migliori cliniche e le migliori cure del mondo.
    Non lo vedi che anche senza Covid19, abbiamo certe mummie in politica o nella finanza, che non si decidono mai a tirare le cuoia levandosi dal cazzo?
    Di sicuro facendo il politico non muori mai in attesa di una visita, di una T.A.C di un’operazione, o di un trapianto.
    Cosa che invece succede ed sempre successa a migliaia di poveri cristi ogni anno nell’ndifferenza generale.
    Stessa cosa per i famigerati errori medici visto che un politico o anche un semplice benestante prima di andare sotto i ferri a farsi tagliare e cucire come un vestito chiede come minimo 10 pareri diversi da 10 specialisti diversi, e poi se è il caso e se sono tutti concordi tra di loro si opera altrimenti, no.

  3. mandraghe

    Su questo hai ragione ma con il COVID credo sia diverso. Dico solo che durante una PANDEMIA non sarebbe male se qualche politico di MERDA oppure senatore a vita di STOCAZZO italiano ci lasciasse le penne. Se poi il parlamento intero venisse fatto fuori potrei anche iniziare a credere in una certa giustizia divina e brindare ininterrottamente fino alla fine dei miei giorni. Amen!

  4. Ermesto Fusillo

    La giustizia la possiamo fare solo noi e non è la morte del capro espiatorio che tu vedi nei politici . Dobbiamo ribellarci all’ordine delle cose che vogliono imporci con la paura o con le cattive se non accettiamo . Pensavo di trovare una direzione diversa nell’irrequieto Uriel , ma vedo che purtroppo è allineato al verbo del vaccino messianico ( e necessario : non sia mai scrivere cose che possono far credere che sta dicendo che non è necessario perchè lui dice che è necessari anche se inutile perchè non si fanno altre cose ….. ) … ci sono problemi molto più pressanti da affrontare

  5. Ermesto Fusillo

    Ma quale strage mondiale ? Si, stanno morendo un po’ più persone del solito ma non è niente di eccezionale specie se lo paragoni alla stagione influenzale 2014-15 nel nord Italia ( e basta considerare l’Italia visto che ci dicono che siamo uno dei paesi messi peggio ). Se poi si considerano le caratteristsiche dei pazienti deceduti e la sproporzione della reazione viene proprio da pensare che sia un intreccio pensato per questioni di soldi , ma non tanto dai vaccini : sono in atto riplasmazioni della società , riorganizzazioni di assetti e geometrie del potere ( finanziario , sans frontiere e digitale ) facilitate dalla nuova società che ci stanno costringendo a diventare con il pretesto del virus tanto pericoloso che è emergenza da un anno, in Italia a colpi di dpcm cioè di sospensione pratica della vita politica parlamentare democratica .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.