Volete morire servi? Io no.

Non leggo spesso notizie dall’Italia. Quando torno a casa, in genere Lady Uriel e Uriel Jr mi portano via tutto il tempo, per cui non posso occuparmi piu’ di tanto di molte cose. Per questa ragione spesso le cose mi giungono in ritardo, se la sera non esco e ho tempo di leggere i giornali. Ho letto una notizia oggi pomeriggio, e mi sono ripromesso di rileggere a fondo questa sera. E quello che mi e’ venuto da escalamare e’ stato “ma volete morire da SERVI?!!”.

Un fogliaccio che ormai non e’ buono neanche per spazzarcisi il culo, che sarebbe il Times, sta scrivendo che numerosi soldati stranieri sarebbero morti perche’ gli italiani si curano poco di combattere i talebani, in quanto preferiamo pagarli.

Ovviamente, nessuno si sogna di dire che questo possa offendere la memoria di quei soldati italiani morti: sono troppo occupati, a Repubblica, a chiedersi se l’intonsa passera della Bindi sia stata turbata dal commento di Berlusconi. Cosi’, nessuno rispondera’ a questa feccia che no, evidentemente i talebani non vengono pagati per non uccidere italiani, visto che vengono uccisi, E MUOIONO PER UNA GUERRA SOSTENUTA DALLA NAZIONE DI MERDA CHE E’ SEDE DEL TIMES, la quale vi ha aderito durante un bel “governo di sinistra”,  e che sarebbe ora di darci un taglio. Detto come va detto,

SILVIO, RITIRA I NOSTRI SOLDATI.

Ma non perche’ si sia pacifisti. Non perche’ non ci siano ragioni di stare li’. Per la semplice ragione che le guerre si fanno con gli alleati. E una nazione ove si fa la fila alle edicole  per comprare un giornale che sputa in faccia ai tuoi soldati morti puo’ essere tutto tranne che un alleato. So benissimo che la presenza italiana non sia fondamentale,e  quindi nessuno si mettera’ a piangere se ce ne andiamo.

Non piangeranno nemmeno, per esempio, ipotetiche vedove ed orfani di soldati che rischiano la pelle. Il che potrebbe anche andar bene, non trovate? E’ bello, quando non piange nessuno.

Ma perche’ cazzo devono morire, i nostri soldati? Per gente che l’indomani va a comprare un bel giornale che titola “italiani mafiosi e vigliacchi?”. Mavaffanculo, va’. Come soldato, sei disposto a morire per il tuo paese. Ma “morire per il tuo paese” sottintende “per il BENE del tuo paese”. Questo “BENE” puo’ venire anche dal fatto che , dentro un’alleanza, il bene del tuo paese sia un bene comune. Ma quale bene comune c’e’, con gente che non vede l’ora di insultare i cadaveri dei tuoi che tornano a casa?

Potevate almeno aspettare che fossero archiviati gli ipocriti  telegrammi di condoglianze dei vostri ambasciatori, sconfinate distese di letame.

Quelle sono le nazioni degli “ariani del mondo”. Questa e’ la merda che ci spetta, e no, non illudetevi, che era sotto accusa ANCHE il governo di PRODI (il quale  Prodi ha dovuto smentire a sua volta). Quella non e’ una campagna contro Berlusconi: casomai non lo aveste capito, e’ una guerra contro l’ Italia, e Prodi o Berlusconi poco importa.

E questo ci porta ad una domanda: dobbiamo davvero dare tutta questa importanza a quello che dicono degli stranieri? No, perche’ io ero rimasto che l’ Italia fosse il MIO paese, nel quale SPETTA A ME , ed a nessun altro, scegliere chi governa.Spetta agli Italiani. E se mi va di mandare in parlamento Cicciolina(1), lo faccio, e devono stare zitti perche’ questo e’ il MIO paese, e solo chi ci vive dentro decide.

Isn’t up to you, dude.

Ma andiamo avanti. Supponiamo che domani vincano questi farlocchi per i quali la stampa straniera e’ la Bibbia rivelata, e che un governo (ipoteticamente un buon governo) vari una buona riforma fiscale che avvantaggi le nostre aziende. Se esse ne sono avvantaggiate, faranno piu’ concorrenza a quelle degli “ariani del mondo”. Come reagiranno, secondo voi, i fogliacci come il Times & co? Ovviamente, inizieranno ad attaccare il governo, inventando palesi PALLE come quella di questi giorni. Ed ovviamente, poiche’ i farlocchi vi hanno abituato ad OBBEDIRE alla stampa straniera, il governo cadrebbe. Questo e’ il concetto di “servitu’”.

Ma non vi preoccupate, perche’ questa e’ un’ipotesi remota: andassero al potere i farlocchi, di partenza non si sognerebbero certo di fare concorrenza agli “ariani del mondo”. Per prima cosa, svenderebbero loro quel poco che ci resta: e non vi preoccupate, che cosi’ facendo  il Times tessera’ le lodi del governo. Per ordine dei suoi azionisti, che guarda caso saranno anche quelli che compreranno le aziende italiane per un tozzo di pane.

Vedrete come parleranno bene del nostro paese, appena glielo regaleranno.

E tutti voi farlocchi sarete tanto orgogliosi di piacere a questi ariani, mentre verranno a fare turismo in un paese di disoccupati e precari, e potranno finalmente fottersela loro, la Noemi. E vedrete che allora non fara’ nessuno scandalo, ma proprio nessuno. (2) E quando il nostro paese sara’ una bella fila di bordelli per via della miseria, tranquilli che nessuno di questi giornali tuonera’  come tuona per la D’Addario. Del resto, dopo l’orgasmo il maschio e’ silenzioso.

Questa e’ la pura e semplice verita’, quella che vediamo davanti agli occhi ogni giorno: che a piacere agli stranieri sono solo quei politici italiani che fanno i loro interessi, contro quelli italiani. A partire da Draghi che continua a sfornare dati diversi da quelli degli altri istituti per seminare sfiducia, ben sapendo da economista che la fiducia e’ fondamentale per la ripresa degli investimenti, perche’ cerca di ruffianarsi i soliti amichetti e salire alla BCE, cosa per  avere la quale ormai bisogna prima sputare sull’Italia e garantire che non si puzzera’ troppo di pasta!

E quando vedo una fazione politica che si VANTA di essere serva di questi giornali, che oggi non sono piu’ il tempio del giornalismo ma rappresentano semplicemente gli interessi economici DI AZIENDE CONCORRENTI ALLE NOSTRE, mi chiedo che genere di paese avrei se vincessero. Se l’unica politica che piace a questi paesi e’ lo smantellamento del nostro stato sociale, il precariato (2), la svendita di aziende italiane a padroni stranieri ,  e questa sinistra obbedisce loro, arrivando a non protestare ed anzi applaudire (finche’ i coglioni non hanno visto che ANCHE PRODI era accusato di aver pagato tangenti ai talebani, allora hanno fatto un precipitoso salto indietro) , io mi chiedo che genere di paese SERVO questa sinistra desideri ed abbia in mente.

I signori del Times non si illudano. Non mi stanno convincendo, e se tanto mi da’ tanto non stanno convincendo neanche gli altri. Stanno solo mostrando, per l’ennesima volta, che dietro la foglia di fico di attaccare Berlusconi c’e’ il desiderio di togliere di mezzo un concorrente come l’ italia, un odio ed un disprezzo per gli italiani che da solo giustificherebbe l’uscita dalla Nato, dalla Ue, e un sonoro vaffanculo a qualsiasi cooperazione militare.

E se domani si andasse a votare per colpa di questi giornali, ben sapendo chi  piacerebbe loro avere al governo , voterei CHIUNQUE sia CONTRO di questi  SERVI. Chiunque. Sia anche Brusca o Riina, o Leone di Lernia.

Non mi interessa chi sia, ma lo farei per consegnarvi un messaggio molto chiaro : qui comandano gli italiani. Per ribadire una questione di principio, e cioe’ che NON SPETTA A VOI GIUDICARE. Il governo italiano ha un solo giudice, ed e’ il popolo italiano, cari signori stranieri.

Quando la vostra futura regina era tale “Lady Diana”, una troia annoiata che si e’ scopata mezza nazione e quando ha finito con l’inghilterra ha iniziato con l’Egitto, qualcuno ha avuto qualcosa da ridire? No, perche’ essenzialmente chi volete spesare per poggiare il culo su un trono sono affari vostri. Anche se si tratta di un culo molto usato.

Quando avete eletto in piena guerra fredda un ATTORE DI FILM WESTERN, che se non avesse avuto un Gorbachev dall’altra parte (con una nazione in dissoluzione) ci avrebbe portato alla guerra nucleare coi suoi metodi da gangster, qualcuno ha fatto tutto questo casino?Eppure si rischiava la pelle, con la vostra sesta flotta a spasso per il mondo a fare bumbumbum senza prima riflettere, come quando avete abbattuto un aereo di linea iraniano solo per provare un radar.

Adesso che la vostra corrotta finanza ha ridotto alla fame altre 90 milioni di persone, senza uno stracazzo di provvedimento perche’ questo non si ripeta, mentre i colpevoli stanno per riprendere bonus miliardari, qualcuno sta facendo tutto questo casino contro di voi?Eppure dovremmo, perche’ 300.000 nuovi disoccupati LI DOBBIAMO ALLA VOSTRA MERDA, quella merda che avete in testa e che vi porta a giocare con l’economia come se foste in un casinò a Las Vegas.

Ma chi cazzo credete di essere? Se guardassi le vostre nazioni di merda con il vostro occhio critico, che cosa pensate che vedrei? Degli USA vedrei un accrocchio multietnico incapace di un vero melting pot, tanto e’ intrinsecamente razzista, ove il cittadino medio non puo’ votare Berlusconi perche’ il nome contiene troppe consonanti per il suo limitato cervello. E ho detto: il nome.

Che cosa dovrei dire dell’inghilterra? Un paese che si trova su una curva discentente da due secoli, mano a mano che svaniscono i tesori accumulati in 300 anni di colonialismo, ove l’indigeno medio e’ drogato di gossip , stupido come dipinge essere i leghisti (quando e’ un genio) e gli immigrati fanno funzionare ogni cosa, ove c’e’ uno stato di diritto senza costituzione, un paese laico ove il Re ha il titolo di difensor fidei, e una democrazia ove una delle camere e’ tale per diritto EREDITARIO. Il peggio di tutte le arcaiche cazzate dello scorso millennio, vestite alla moda perche’ “arcaica cazzata” detto in inglese si dice “ol’ bullshit” e suona cosi’ figo. “Bullshit of the Year”: abbiamo vinto il premio! i-Bullshit: ridefinisce l’usabilita’ della merda.

Questo siete: un medioevo trendy e pieno di soldi.

Onestamente, mi sto rompendo i coglioni.

Ecco, si’: finche’ il tedesco, l’inglese o l’americano si sentono superiori in casa propria , mi puo’ anche stare bene. Sono a casa loro. In casa propria uno fa il cazzo che vuole, se vuoi sputare sugli italiani fallo: se scrivi sui giornali “No, agli italiani no” quando c’e’ da vendere Opel, devo stare zitto perche’ siete in casa vostra.  Ma adesso state esagerando. Perche’ pretendete di calpestare gli italiani in casa propria.

No, questo non si fa.

Non votero’ MAI una sinistra che prende ordini da questi fogliacci. Perche’ il peggiore dei peggiori tra gli italiani che un italiano possa eleggere, sara’ sempre eletto per libera volonta’ degli italiani. Eleggerei BRUSCA in persona, pur di eleggere liberamente qualcuno che NON sia il candidato DEL TIMES.

Che io di fascismo ne ho pieni i coglioni davvero, e NO, NON ME NE FREGA UN CAZZO SE IL DITTATORE E’ UNO STRANIERO. Non e’ figo anche se e’ straniero.

Se non sono IO come italiano a scegliere che governo avere, se un giornale straniero puo’ interferire ed ingerire al punto da contraddire la sovranita’ popolare, allora come cittadino sono un servo. Servo degli stranieri che decidono quale governo posso avere. E non appoggero’ MAI la quinta colonna di questi poteri. Non me ne frega un cazzo di che colore abbiano, o se siano “alleati”: la cosa in comune che hanno e’ che togliendosi di mezzo il nostro paese si tolgono di mezzo tante aziende concorrenti. Questa e’ la loro fazione: il mercato. Spartirsi la torta essendo meno a spartire. Fette piu’ grandi.

Non c’entra la destra, non c’entra la sinistra. Ce l’hanno con l’ Italia, colpevole anche di essere uscita dalla LORO crisi meglio di quanto ne siano usciti LORO STESSI.(3)

Odiano l’italia, odiano e disprezzano gli italiani. E non c’entra Berlusconi: hanno solo capito che non otterranno alcuna resistenza, e anzi otterranno AIUTO, se agiscono con la foglia di fico di Berlusconi. Questa e’ la verita’: con Berlusconi al governo, se distruggi l’ Italia i farlocchi  ti fanno gli applausi.

Se la sinistra del nostro paese non inizia ad alzare la voce e respingere queste ingerenze anziche’ applaudirle, se non iniziano a dire che in ogni caso ad abbattere Berlusconi deve essere IL POPOLO ITALIANO e non un giornale straniero, perche’ questo e’ il paese degli italiani, e in questo paese nessuno mi puo’ guardare con sufficienza perche’ sono italiano. A casa vostra potete farlo, come fate. Qui in Germania devo, ovviamente, chinare il capo. Non e’ casa mia.

Ma quando sono in Italia, nel mio paese, tu straniero del cazzo devi stare cagato e portare rispetto, come io faccio nel tuo paese.

Aspettando con ansia il momento in cui dovro’ usare il passaporto per passare la frontiera. Perche’ se l’europa deve essere la “casa comune” dove gli italiani dormono nella cuccia del cane, beh, fottetevi pure.

Io non votero’ MAI per partiti che vogliono un paese servo dell’opinione pubblica straniera, e sara’ meglio che ai farlocchi sovvenga questo concetto: ne’ il Times , ne’ i suoi lettori, voteranno alle prossime elezioni.

Ne’ il Times, ne’ i suoi lettori voteranno in Italia.

E bisognera’ che questa lezione vi rimanga nelle ossa, ben scolpita: Roma non paga i traditori.

E’ un modo di dire spagnolo, quindi magari e’ abbastanza figo perche’ lo capiate.

Uriel

(1) Tra parentesi, il 60% del parlamento che si diceva “scandalizzato” dalla presenza di Cicciolina fu falciato da Mani Pulite. Cicciolina, di mani pulite non ha mai avuto sentore. Chi era che doveva scandalizzarsi? La verita’ e’ che se Cicciolina avesse manifestato disgusto per i colleghi parlamentari del periodo, avrebbe avuto ragione lei.

(2) Non mi risulta di aver letto articoli su questi giornali “ariani”, contro il precariato dei giovani italiani. Ne’ oggi ne’ quanto Treu lo istitui’. TREU. Punto.

(3) Dite il cazzo che volete, ma il mitico Obama i soldi alle banche li ha regalati, ed erano soldi degli americani. Tremonti glieli ha PRESTATI, e ad un tasso bello alto, da rapina.  In silenzio, e ammirate lo stile, farlocchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.