United Soviet of America.

Mi chiedono per quale ragione la terra del liberismo, gli USA, abbia un debito pubblico cosi’ grande, dal momento che lo stato e’ ridotto al minimo. L’unico modo per capirlo e’ capire in che modo gli USA siano diventati , nel corso della guerra fredda, simili all’ URSS, pur mantenendo una economia apparentemente di mercato e una apparente democrazia ed una apparente liberta’ di stampa.

I primo punto da capire per arrivare alla conclusione e’ che lo stato , quando DETASSA, sta finanziando. Alcuni pensano che se io ti detasso quando assumi il personale io sto aiutando l’azienda, ma in realta’ quel che sto facendo e’ assumere io il dipendente per farlo lavorare da te.
L’intervento statale in genere si considera tale solo quando lo stato sborsa soldi direttamente, mentre quando si danno esenzioni fiscali per un qualche motivo si pensa che non si stia facendo spesa pubblica. Ma quando una persona non paga le tasse, e usufruisce ancora di tribunali, polizia, scuole, strade, di fatto sta venendo finanziato dalle casse dello stato. Se chi viene esentato dalle tasse ha gli stessi servizi di chiunque altro,

 

L’ ESENZIONE FISCALE E’ SPESA PUBBLICA A TUTTI GLI EFFETTI.
Adesso andiamo ai tre settori della vita economica americana e vediamo chi gode di questa immensa spesa pubblica: l’apparato militare , l’apparato di propaganda (Hollywood) e l’apparato politico (due partiti, sempre quelli).
Detta cosi’ ricorda qualcosa che abbiamo visto ad est, isn’t it?
Partiamo dall’inizio: l’apparato militare.
Se pensate di sapere quanto costi l’apparato militare USA, beh, non dovete fare altro che dirlo all’amministrazione americana, dal momento che essenzialmente nemmeno loro lo sanno. Forse vi daranno dei soldi per avergli fatto questo favore.

L’amministrazione militate USA e’ divisa in

  • Forze combattenti – pagate direttamente dallo stato.
  • Civili ausiliari&logistica – pagati dagli enti militari , esenti da tasse, con licenza di subappalto.
  • Ditte appaltatrici – pagate col budget degli enti militari, con detrazioni fiscali governative e locali dipendenti dal luogo, liberta’ di subappalto e compartecipazione di privati (spin off e progetti di difesa con brevetto).
Il governo americano vi sapra’ dire quanto sborsa, ma non vi sa dire , MAI , che giro di affari graviti attorno alla restante parte. I civili e gli ausiliari godono di un regime fiscale facilitato sia per gli appalti che per le assunzioni, ed esentano da tasse praticamente ogni cosa acquistino “per i nostri ragazzi che rischiano la vita al fronte”.
Le ditte appaltatrici sono un enigma avvolto nel mistero. Oltre al fatto che non e’ mai chiaro cosa di preciso vendano al governo e non e’ mai chiaro perche’ costi cosi’ tanto, esse hanno liberta’ di subappalto – entro i confini nazionali, ma aggirano spesso questo limite verso i paesi che gli usa considerano “alleati” , Turchia compresa – e specialmente hanno il “tocco magico” nel caso di Joint Venture dedicata alla R&D. Diciamo che si tratti di dare preservativi ai marines. Una ditta di preservativi decide che, dal momento che i marines hanno requisiti meccanici specifici, e’ il caso di fare R&D insieme ai militari. Non deve fare altro che iniziare una joint venture o una qualsiasi delle forme di associazione consentite per sviluppare esentasse un brevetto che, entro un numero di anni, sara’ interamente di proprieta’ dell’azienda stessa.
L’appaltatore quindi prende la commessa per i preservativi dei marines, o per la confezione per il cibo tascabile, o per qualsiasi altra cosa. Decide che ha bisogno di una particolare stoffa/plastica/lega. Trova allora un  partner di ricerca, o lo crea c reando un’azienda apposita che da quel momento ha lo status di militare. Da quel momento, l’azienda che hanno creato e’ esente da tasse. L’azienda di R&D casualmente produce 10 brevetti, di cui UNO e’ quel che serve ai soldati. Questo basta per dire “noi abbiamo cercato una nuova plastica per i preservativi, poi nel cammino ne abbiamo scoperte altre nove, che pero’ nonf acevano al caso nostro”. Ma la joint venture e’ esentasse al 100%, i nove brevetti possono essere VENDUTI ai … padroni della joint stessa , e il rimanente brevetto verra’ pagato nel prezzo del nuovo preservativo dei marines, che finanziera’ l’intera ricerca.
Le gare di appalto nel mondo della difesa USA seguono una strana regola: TUTTI i partecipanti vincono. Diciamo che vogliate produrre un nuovo fucile di assalto. Allora ci sono due partecipanti, e producono diciamo due prototipi.
I due prototipi verranno costruiti -a costo esorbitante perche’ sono prototipi – in quantita’ limitata, e dati a due reggimenti dell’esercito che iniziano a provarli in esercitazione. I costi ENORMI della ricerca, oltre ad essere subappaltati nel modo che ho scritto, vengono IMMEDIATAMENTE ammortizzati per intero in quanto il costo dei prototipi, che e’ proibitivo , viene immediatamente coperto dal costo della ricerca. Niente e’ troppo buono per i nostri ragazzi che muoiono al fronte.
Quando alla fine uno dei due fucili e’ stato scelto, ovviamente il costo enorme dei prototipi si diluira’ nel tempo perche’ la fornitura chiedera’ decine di migliaia di pezzi, ma il perdente, ed e’ qui il trucco, si e’ gia’ fatto pagare il corso di R&D in fase di prototipazione, NON CI HA PAGATO TASSE, e come se non bastasse e’ libero di mettere il prodotto sul mercato. Partecipare ad una commessa in USA conviene SEMPRE, perche’ anche nel caso in cui si perda, e’ tutto R&D a spese del contribuente americano.
A questo si assommano tutti i costi laterali. Facilities, costi di trasferta di civili, case acquistate con mutui agevolati per chi lavora nel business e deve vivere vicino ad una base, sanita’ a condizioni agevolate per le famiglie di militari e civili che sono nel business,formazione scolastica, e tutto quanto. Alcune di queste esenzioni sono erogate dal governo centrale, altre -come le esenzioni per le tasse locali- sono erogate dai singoli stati. E nessuno sa piu’ a quanto ammontino.
Per contrastare il titanico apparato militare sovietico, gli americani hanno costruito un suo analogo, che anziche’ finanziarsi direttamente si sostiene a furia di esenzioni. Sino a quando era una piccola parte dell’economia, i militari si beccavano lo stato dell’arte dell’industria civile, finanziandolo ma solo nei suoi casi estremi.
In seguito si e’ vista la crescente importanza per la logistica e le condizioni di vita dei soldati , per la loro assistenza medica e per la loro scolarizzazione, e il risultato e’ che l’apparato militare si e’ esteso cosi’ tanto che oggi e’ il mercato ad avere i prodotti dell’industria militare, praticamente in ogni settore.
Voi direte: come? In ogni settore?Aha . Pensate ai simulatori di volo. Pensate davvero che siano nati per farvi divertire?

 

Il primo catastrofico buco nero nel bilancio USA e’ un apparato militare costruito in maniera incontrollabile, allo scopo preciso di competere in dimensione con quello URSS, e pertanto finanziato nella stessa misura, e specialmente, con esigenze di spesa SEMPRE crescenti nel tempo.

Come accadeva al tempo dell’ URSS, non e’ pensabile tagliare il budget a questo moloch. Appena si va alle camere  e si dice “tagli alle forze armate” , i senatori insorgono accusando il proponente di voler “tagliare i viveri ai nostri ragazzi che muoiono per la nazione”. E muore li’. Al contrario, qualsiasi proposta di aumento di budget non fa altro che trovare applausi.
Il moloch militare, del resto, mediante il meccanismo delle esenzioni fiscali, permea quasi tutte le aziende private di una certa dimensione. Non c’e’ modo di sfuggirvi. L’americano si lava i denti con dentifrici studiati per i soldati, si veste con stoffe studiate per i soldati, usa elettronica, giochi, materiali concepiti , se non per i soldati, NEL CORSO di ricerche per forniture militari. Il tostapane americano NON e’ stato costruito per una commessa militare, ma potete giocarvi quel che volete che almeno uno o due dei materiali usati, diciamo una plastica, e’ uscita da un brevetto di “plastica resistente al calore”, plastica  magari mai venduta ai militari, ma finanziata di fatto dai militari. O pensate davvero che i vetri davvero robusti dei nuovi cellulari siano nati per qualcosa di diverso da ricerca militare? Hanno concepito dieci tipi di vetro, di cui uno e’ finito nella carlinga di un jet, e gli altri nove -comunque finanziati dal contribuente- vengono poi venduti.
Questo e’ il primo punto di analogia tra USA e la vecchia URSS: l’apparato industriale-militare ha fagocitato l’economia reale, non per mezzo di investimenti diretti come in URSS -che pure ci sono in USA- ma per mezzo di esenzioni fiscali.
Il piu’ grande incubatore di spin-off e di startup USA non e’ il sistema finanziario o il sistema bancario: e’ l’apparato militare.
E’ bene far presente, pero’, che la quantita’ di finanziamenti ai militari USA e’ raddoppiata dalla fine dell’ URSS in poi, e oggi gli usa hanno aperti due conflitti regionali. Quando si chiede loro di giustificarsi parlano di una lotta al terrorismo(1)
Andiamo al secondo punto: propaganda. Hollywood e’ una macchina da propaganda. Sostanzialmente esente da tasse, ha iniziato a fornire supporto ideologico al governo americano nel propagandare il seguente messaggo:
La ragione per cui era importante questa propaganda e’ semplice: il comunismo sosteneva di aver creato la societa’ perfetta, economicamente e per la felicita’ dell’individuo. Il nazismo prometteva un’utopia di ordine e felicita’ ove le razze degne avrebbero vissuto in una specie di paradiso di perfezione.
E’ assolutamente chiaro che gli USA avevano bisogno di una propaganda che proponesse il LORO stile di vita come il migliore possibile. Per questa ragione, Hollywood fu finanziata -o meglio detassata – al preciso scopo di dire le seguenti cose:
  • Se URSS e Terzo Reich vantavano un tasso di criminalita’ bassissimo (2), gli USA misero in piazza una cinematografia nella quale la polizia, alla fine, vinceva sempre.
  • Se URSS e Terzo Reich vantavano i loro risultati economici, gli USA misero in piazza una cinematografia che nascondeva i poveri ed esaltava chi si era arricchito lavorando.
  • Se URSS e terzo reich vantavano le proprie conquiste tecnologiche, gli usa misero in campo un filone fantascintifico di tutto rispetto, al mero scopo di rimarcare una superiorita’ tecnologica che -prima dello sbarco sulla luna- non esisteva.
Perche’ la chiamo propaganda? La chiamo propaganda perche’ essenzialmente diceva il falso. Il russi inviarono nello spazio il primo satellite, il primo essere vivente e il primo uomo, e mandarono il primo oggetto sulla luna. La fantascienza si sforzava di mettere gli americani ai primi posti, ma onestamente la fortuna del programma spaziale americano si chiamava Von Braun, ed era stato cresciuto a pane e nazismo.
La chiamo propaganda perche’ gli USA avevano ed hanno un tasso di criminalita’ medio piu’ alto di quello europeo e anche di quello russo, per cui la polizia non funziona bene come dicono.
La chiamo propaganda perche’ gli USA hanno vastissime zone di poverta’, hanno dati sull’abbandono scolastico allarmanti, e specialmente un tasso di mobilita’ sociale e’ che alto sono in due-tre zone del paese, mentre il resto del paese termina l sua esistenza nella stessa classe sociale in cui e’ nato, e il reddito procapite medio e’ tenuto alto dalle enormi fortune di pochi ricchi, e non dalla buona ripartizione delle risorse.
Dunque, il punto e’ che per anni Hollywood e’ servito a scacciare le illusioni del nazismo e del comunismo. Essi avanzavano parlando di ideali, di un mondo migliore, di un ordine, di una giustizia sociale, di una tutela della persona. E poiche’ essi avanzavano anche in occidente, era chiaro che a queste suggestioni bisognasse contrapporre qualcosa.
Il problema e’ che anche questo meccanismo di propaganda e’ uscito di controllo. Ormai praticamente ogni cosa si giri di fronte ad una telecamera gode degli sgravi fiscali del caso, e l’industria del porno gode degli stessi sgravi fiscali di ogni altra parte di hollywood.(3) Il risultato catastrofico  e’ che oggi quell’industria e’ fuori controllo.
Qualsiasi forma di arte liberale che si indirizzi allo spettacolo e’ esentasse, e dopo lo strip-tease sta per arrivare con un bel ricorso alla corte suprema anche la pole dance.
Questa gigantesca massa di esenzioni fiscali, cioe’ di finanziamenti pubblici al settore ha costi incalcolabili. NEssuno negli USA ha idea di quanti siano i beneficiari delle esenzioni che riguardano la produzione di contenuti artistici, che ormai sta coprendo di tutto e di piu’.
Il peso politico di questa propaganda e’ tale che si e’ creato un circuito tra washington e hollywood. Sebbene con Internet i costi di diffusione e distribuzione dei contenuti sia crollato, sebbene con il computer i costi per la produzione di un filmato siano crollati, le major dell’intrattenimento sono sempre piu’ in crisi e sempre piu’ indebitate: come tutti i settori pesantemente finanziati dallo stato, gli stipendi ed i costi sono levitati in maniera incontrollabile, e Washington reagisce assecondando la sua macchina di propaganda in tutto.
Perquisizioni illegali (vedi il caso di Kim Dot Come) senza una prova (questo costera’ quasi un miliardo di dollari al governo USA, btw, se non presenta le prove -e non ne ha- contro Kim Dot Com) , persecuzioni come quella contro Aaron Schwartz (4) , che si e’ suicidato, e molte altre operazioni di repressione contro la “pirateria”, operazioni che non fermano la crisi di un settore ove gli attori sono troppo pagati , i registi sono troppo pagati, e il misero rendering di effetti speciali costa ad Hollywood circa 800 volte quello che costerebbe a chiunque altro nel mondo del cloud.
Gli USA dovevano in qualche modo costruire un apparato propagandistico analogo e contrario per bilanciare il poderoso assetto dei partiti comunisti e le nuove tecniche di controllo di massa introdotte da Goebbels. Lo fecero creando, a furia di esenzioni fiscali, un apparato che finanziasse, mediante esenzione fiscale, chiunque dipingesse gli USA come il migliore dei mondi possibili.
Il risultato e’ che oggi il mondo crede che il CSI si occupi di crimini comuni quando si occupa solo di quelli di cittadini benestanti e in zone urbane, che la polizia americana sia tra le migliori quando i risultati sono penosi e il tasso di criminalita’ e’ ancora doppio di quello medio europeo, che gli usa siano la terra delle opportunita’ quando hanno una immensa popolazione di poveri senza speranza di miglioramenti.
La propaganda ha funzionato, ma la macchina e’ sfuggita al controllo, e oggi non e’ possibile ridimensionarla perche’ ci sono elezioni ogni due anni, e nessun senatore vuole rischiare mettendosi contro i mess media, di qualsiasi tipo siano.
Nonostante esenzioni fiscali a iosa, uno strumento di distribuzione eccezionale come Internet e una incredibile proliferazione di contenuti, giornali, TV e cinema in USA sono nel mezzo di una crisi epocale. Esattamente come ogni settore finanziato dallo stato senza misura dei risultati, ed i problemi sono quelli di sempre: stipendi troppo alti, figure inamovibili ed onnipresenti, oligopolio, incompetenza, scarsita’ di idee.
L’ultimo catastrofico buco nero che succhia soldi al contribuente americano e’ la politica. In URSS c’era un solo partito, negli USA ce ne sono due. In entrambi i casi, proporre altri partiti e’ perfettamente inutile: in URSS perche’ e’ vietato, in USA e’ successo solo una volta.
La nomenklatura in URSS e’ rimasta quella per tutta la durata dell’impero sovietico, ma negli ultimi 75 anni neanche negli USA e’ cambiato un granche’, dal momento che la famiglia Kennedy fa il bello ed il cattivo tempo a sinistra ormai dagli anni ’60, cioe’ da 50 anni,  e a destra ci sono stati 22 anni di clan Bush.
In entrambi i casi, si tratta di apparati capillari e mantenuti dallo stato. Nel caso dell’ URSS i partiti erano parte dello stato, nel caso USA la situazione e’ fuori controllo.
Prendiamo la cittadina di Shittown, e diciamo che Jeff, il nostro ristoratore locale dia , per le elezioni di un sindaco, 1000 dollari al comitato. Il comitato non fara’ altro che organizzare una cena di festeggiamento da Jeff, pagata dalle casse del comitato,  e i 1000 dollari gli tornano. Jeff sembra tornato a zero, ma dimentichiamo che in questo modo quei 1000 dollari sono semplicemente stati stornati dall’imponibile – come qualsiasi donazione per la politica, e’ esentasse e detraibile – e quindi il nostro Jeff ci ha guadagnato il 31% di tasse in meno, per un totale di 310 dollari.
Quali cifre puo’ detrarre Jeff dal fisco? Qualsiasi.  I candidati e i loro strategisti hanno trovato come aggirare il limite legale, aggiornato al gennaio 2007, di $2.300 che ogni americano può donare a un singolo candidato per campagna elettorale, $28.500 annuali al partito nazionale, $10.000 annuali al partito locale, e $5.000 annuali che può donare ad ogni PAC, attraverso il sistema chiamato “bundling” (impacchettare), dove lo scopo di chi raccoglie fondi è di raggruppare tanti diversi contributi individuali, tentando di rimanere nei limiti posti dalla legge per alcune voci (contributo al candidato, contribtuto al partito, contributo al PAC).

 

Solo la campagna elettorale presidenziale costa in finanziamenti privati 6 miliardi di dollari, cui vanno ad unirsi i finanziamenti ai comitati locali, alle elezioni locali , ai comitati politici per cause locali come i referendum. Tutte queste cifre diventano improvvisamente esentasse, e ancora non stiamo calcolando l’attivita’ delle lobbies.
Cosi’, l’azienda che gestisce lo stadio ove avviene la convention dona soldi al partito, che poi gli restituisce il favore affittando lo stadio, e magicamente quei soldi diventano esenti da tasse: non e’ un caso se durante ogni campagna presidenziale il numero di disoccupati in USA scenda di un numero di unita’ a cinue cifre.
Anche questa crescita e’ stata fatta per combattere la centralita’ della politica tipica delle dittature. Se i comunisti credevano nel comunismo e i nazisti nel nazionalsocialismo, l’americano iniziava a chiedersi in che diavolo credesse lui. Se nell’america che precedette la seconda guerra mondiale la politica era per pochi e la legge sul finanziamento ai partiti era molto diversa, ad un certo punto arrivano dei partiti che iniziano a fare propaganda tra le persone che normalmente NON partecipano alla politica, ovvero le classi basse.
Preoccupati della nascita di un partito comunista o di un partito nazista in USA, ovvero della possibilita’ che i propagandisti di professione venuti dall’europa possano creare delle GRANDI formazioni in grado di determinare il presidente USA, la politica americana ha dovuto espandersi in modo che i due partiti americani abbiano, nella  vita degli americani, lo stesso peso che ha il partito  e il peso che hanno le relative idee nella vita del comunista o del nazista.
Ma oggi l’ URSS e’ crollata. Con il solo problema che adesso tutte e tre le macchine stanno girando a vuoto negli USA, e mangiano sempre piu’ soldi.
Non e’ possibile prevedere se la tendenza si invertira’ o se gli USA sono destinati ad essere divorati dagli stessi tre mostri che divorarono l’ URSS, ovvero la spesa militare, la spesa propagandistica e la spesa politica, ma il problema e’ che di sicuro riescono a prendere una nazione che ha un BASSO welfare e darle i debiti che sono tipici di nazioni che hanno dei welfare molto forti.
Non so quindi se gli USA crolleranno, di solito le cose cambiano per gradi, ma di certo il debito pubblico americano NON decrescera’ sino a quando non sentirete dire che qualcuno ha messo mano in una di queste tre cose:
  • Spesa militare ed esenzioni fiscali.
  • Esenzioni fiscali a massmedia, giornali e Hollywood.
  • Esenzioni fiscali alla raccolta di fondi per la politica elettorale.
non so se consiglierei di comprare titolo di stato americani, ma posso dire con una relativa certezza che il debito USA aumentera’ e aumentera’ ancora, sfondando qualsiasi tetto.

Uriel

(1) Faccio presente che la media dei paesi europei ha affrontato il terrorismo finanziato da Mosca negli anni 70-80, con un dispendio di mezzi di gran lunga inferiore e risultati di gran lunga superiori. Gli usa hanno scatenato un warfare mondiale quando bastava loro creare il loro equivalente della Digos.
(2) Vero per l’ URSS, falso per il terzo reich. Soltanto in una campagna di arruolamento forzato di corpi di disciplina furono arruolati 20.000 carcerati , colpevoli di stupro. L’anno dopo, fu la volta di…. altri 20.000. A ventimila stupri l’anno, una nazione di 40 milioni di abitanti, aveva un SERIO problema di ordine pubblico. E non parliamo di altri reati violenti come rapine e pestaggi. La violenza in famiglia era legale, btw.
(3) La legge che obbliga gli attori di film porno a mettere il preservativo di fatto toglie tali sgravi. In effetti nessuna legge americana puo’ vietare a degli adulti di scopare senza preservativo di fronte ad una telecamera: quello che fanno e’ semplicemente togliere gli sgravi fiscali.
(4) La storia e’ incredibile. Schwartz aveva il diritto di leggere i libri del MIT. Solo che la rete applicava un limite al download , applicato per IP e Mac address. Schwartz aveva creato uno script che cambiava di continuo IP e MAC address, e si e’ scaricato un intero settore della biblioteca. Che aveva il diritto di leggere, solo non a quel ritmo. Per questo rischiava 14 anni di carcere.