Tredici anni (e non sentirli).

Beh, siccome sono ufficialmente in ferie , e qui se ne approfitta per farmi dei regali di compleanno (che cade per Helloween /Shamain /La Calenda o come volete chiamarlo) , volevo recensire alcuni dei pregevoli regali da me ricevuti, cosi’ sapete anche voi cosa regalare a natale. Potete considerarlo un test drive per Natale/Jule/Channukkah( o come cavolo volete chiamare quel momento dove ci si ingozza e si fa un cazzo durante l’inverno).

Dunque , siccome Lady Uriel legge qui e ha saputo della mia passione per un oggetto, ha pensato bene di regalarmelo. (1) Insomma e’ il Sony PRS/505, cioe’ un lettore di ebook. Lo so che e’ uscito quello di Amazon, ma non c’e’ storia. Nessuno dei lettori usciti dopo, neanche il PRS600 ed il PRS700 di Sony stessa, possono competere con il PRS 505.

Allora: nonostante siano usciti il sono PRS-600 ed il pRS-700, il PRS-505 e’ il non plus ultra. Punto. La tecnologia e-ink non e’ rovinata dai patetici tentativi di aggiungere lo schermo touch , e si legge davvero benone. I 200 MB di memoria interna , se usate il formato EPUB, bastano per qualche migliaio di libri. Comunque, basta aggiungere una SD da qualche GB, e avete tutta la biblioteca che volete.

Ovviamente potete usare anche lo storage per la musica MP3, il che rende questo oggetto un perfetto antisocial-tool, nel senso che quando siete immersi nella gestalt del libro E vi suona la musica nelle orecchie, il resto del mondo potrebbe scomparire in una scoreggia di mucca che produce effetto serra, e non ve ne fregherebbe un cazzo di nulla. Ideale se volete perdere treni ed aerei rimanendo come dei fessi a leggere sulle panchine di attesa.

La fodera e’ stata fatta da una potenza colonialista ebraica, sfruttando il lavoro minorile di piccole foche monache, mentre ascoltavano una colonna sonora di scoregge di mucca al metano, che producevano altro effetto serra. Le mucche erano OGM che a loro volta mangiano Hamburger di mucca di Mac Donalds. Per produrre questa cosa servono 7500 tonnellate di acqua (per questo in aereoporto vi fanno pagare un supplemento quando lo imbarcate: serve alla nave cargo che porta l’oggetto) , e ovviamente questo oggetto funziona meglio nelle vicinanze di un SUV. Che investe una scolaresca di bambini vegani, se volete una migliore leggibilita’.

Andiamo alle cose serie: compatibilita’ con linux.

Ovviamente l’oggetto arriva con il software per Windows,  cosa alla quale siamo abituati, e motivo per il quale abbiamo cosi’ tanti sottobicchieri con scritto “Drivers”.  Per usare il reader  con Linux dovete installare calibre, che trovate su http://calibre.kovidgoyal.net , il quale e’ una figata per diversi motivi.

Per prima cosa converte i documenti da PDF e EPUB, gestendo anche i Tag e creandovi cosi’ una biblioteca simile alle playlist degli MP3: il che significa che un libro come La Guida Galattica per gli Autostoppisti (nella foto) pesa circa 150K. Cosi’, in 210 MB di memoria interna ci sta un sacco di roba, e potete dedicare le memorie SD alla musica , per una perfetta antisocialita’.

Tra le altre features le piu’ note, cioe’ che potete mettere i segnalibri (a iosa) , la batteria viene solo usata per il refresh del video, cosi’ dura migliaia di ore.

Se siete dei puristi e non vi piacciono programmi come calibre, potete sempre montare a manina la memoria interna (cosa che NON si poteva fare col PRS-500) come disco SCSI, e anche la SD, se presente (in due mountpoint diversi.)

Insomma, se Sony l’ha dovuto rimettere in vendita dopo averlo ritirato, pensando di averlo sostituito bene con i PRS600 e PRS700, un motivo c’e’: non c’e’ scampo. E’ migliore di tutti gli altri, punto e basta.

Passiamo al secondo regalozzo ricevuto:

Si tratta del celebre ultimo uscito dei Rammstein, Liebe ist für alle da (qui c’e’ amore per tutti), in versione deluxe con tanto di allegorie botticelliane (con riferimenti a Bosch ed altri fiamminghi) .

Che la cultura maschile(-ista) tedesca dia ai bordelli un ruolo esagerato di risolutore di tutti i problemi di solutudine e di incomprensione dei sessi lo avevo notato tempo fa (ci scrissi uno o piu’ articoli). Poiche’ degli artisti e’ compito rappresentare la societa’ moderna , ovviamente artisti poco ipocriti e graffianti come i  Rammstein se ne escono con un album ad hoc. (Qui c’e’ amore per tutti e’ lo sloagan di un celebre bordello di Francoforte).

Il pezzo forte dell’album, “Pussy”, sfotte quei tedeschi che vanno nella repubblica ceca , riempiendo le autostrade ogni weekend, per scopare a prezzi bassi.  Per dare l’idea della capacita’ corrosiva del brano, cito “prendimi adesso, prendimi in fretta, che in Germania non mi e’ consentito arrivare in  ritardo”, il quale rappresenta benissimo un certo tipo di uomini alienati da una cultura efficientista che non lascia in pace neanche la sfera sessuale. Ovviamente, il pezzo “Qui c’e’ amore per tutti” non e’ da meno(2), e un altro bel pezzo e’ Wiener Blut, (sangue viennese), dedicato al mostro che ha tenuto in ostaggio la figlia per anni violentandola.

Sul piano musicale sembra un ritorno ai tempi di Mutter o di Sensucht, con quale reminescenza di Reise Reise.

Bene. Andiamo avanti coi regalozzi, e c’e’ un gruppo degli anni ‘80 che e’ tornato: gli Artillery, quelli di “Terror Squad” e di “Fear of Tomorrow”.

Devo dire che a parte i ratti dagli occhi rossi, in basso (tema ricorrente degli Artillery), del passato rimane poco. Le chitarre soffocate dei primi album sono scomparse, e il suono e’ molto “trash-polite” adesso, perdendo quell’effetto “sto suonando in diretta dar budello de tu’ ma” e diventando un classico album trash. Anche la voce non ha piu’ la lirica di un tempo, per intenderci quella di canzoni come “At War Wit Science” o di “Terror squad”, per non parlare di “Decapitation of deviants”.

Insomma, e’ tornato un gruppo che si chiama Artillery, che ha ancora i toponi in copertina, ma e’ un gruppo diverso e adesso si sforza di prendere la strada del new metal. Non saprei come definirlo: mi piace, e se avete voglia di sano tetano nelle orecchie,  comprateli. Ma non comprateli se volevate riascoltare qualcosa come “Terror Squad”, perche’ li’ non c’e’.

Ecco, dal meraviglioso mondo dei cavoli miei e’ tutto. Domani oppure oggi pomeriggio scrivero’ di finanza, perche’ c’e’ da ridere, e assai.

Anzi, forse da piangere. As usual.

Uriel

(1) Lady Uriel e’ maestra della scuola di Hokuto della Sacra Tecnica di Ebay. Se ci fossero ancora quei fumetti con i supereroi in calzamaglia dotati di un potere particolare, lei sarebbe tipo EbayWoman, col potere di trovare qualsiasi cosa su Ebay al prezzo che vuole, oppure che so io MistressDiscount, con la capacita’ di reperire ogni cosa ad un prezzo fuori mercato.

(2): Cito “

Warmes Wasser
Schöne Leiber
Wie sie glänzen
In der Sonne
Ich schleich mich an
Und rede fein
Wer ficken will
Muss freundlich sein

Mare  caldo
Bellissimi corpi
Come risplendono
Sotto il sole
Io sono ipocrita (striscio lentamente)
E parlo pulito
Chi vuole scopare
deve essere amichevole

...
Ich mach die Augen zu
Dann seh ich sie
Ich sperr sie ein in meine Fantasie
Ich mach die Augen zu
Sie wehrt sich nicht"

Se chiudo i miei occhi
Allora io la vedo
Nella mia immaginazione la blocco
Chiudo i miei occhi
lei non si difende
qui c'e' amore per tutti - ma non per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.