Superstabilita’, coronavirus e vecchi al potere.

Superstabilita', coronavirus e vecchi al potere.

Mentre in sottofondo si agita una crisi di borsa (che le macchine faranno rientrare) ci si ostina a non capire quale sia il riflesso di tutti i divieti di spostamento che si stanno mettendo in atto. E specialmente, ci si ostina a non voler spiegare per quale motivo si stia facendo tutta questa caciara.

E’ ora di rimettere le cose nel contesto. Per quanto riguarda il mercato finanziario , ovviamente sta per passare da un equilibrio all’altro. Era ovvio che, a furia di parlare di nuova mobilita’, elettrico ed economia green, i prezzi del petrolio sarebbero crollati. Un sistema si spezza sempre nel punto piu’ fragile, ed evidentemente il punto piu’ fragile del mercato petrolifero era OPEC. Tutto qui.

Ma bisogna chiedersi quali siano gli effetti di questo stop agli spostamenti. Tralasciamo il mercato dei viaggi aerei, e di riflesso l’aereospaziale. E’ chiaro che sara’ un bagno di sangue, non dovremo stupirci se scopriremo che AirBus, Boeing &co saranno alla canna del gas entro poche settimane. Idem per le compagnie aeree.

Anche sul piano della mobilita’ urbana, la domanda e’ in che modo un crollo del fabbisogno di automobili impattera’ sull’economia. E la risposta e’ che impattera’ moltissimo: a prescindere dalla mancata produzione di auto, negozi , bar e attivita’  chiuderanno. Si tratta di attivita’ che erano basate sulla mobilita’, e in assenza di persone in giro sono gia’ dei morti che camminano.

Ma il vero problema, la vera variabile impazzita, viene dal turismo, che ha alimentato (tramite AirBnB) una delle speculazioni edilizie piu’ catastrofiche degli ultimi decenni. Bolla che sta per scoppiare, e le macchine non possono farci nulla.

Quindi aspettiamoci novita’ molto tristi dal settore immobiliare, e di riflesso da quello bancario.

Perche’ il Coronavirus, a quanto leggo, e’ qui per rimanere.

Adesso e’ tempo di capire una cosa: questo virus rimarra’ in giro sino a quando non si trovera’ un vaccino.

Quello che sappiamo e’ che sinora non c’e’ modo di fermarlo, e i numeri cinesi sono, appunto, i numeri del reattore di Chernobyl che va a gonfie vele, cioe’ i numeri di un regime comunista. Si pensa che e’ possibile ammalarsi anche piu’ di una volta, perche’ aver preso il virus NON garantisce l’immunita’.

Quindi, i casi sono due: o si presume di poter vivere con queste misure di emergenza ancora per anni, o le risposte date sinora sono del tutto irrazionali. E la domanda che sarebbe sensata e’: siccome i morti sinora hanno un’eta’ media di 81 anni, per quale motivo non si sono isolati completamente gli anziani?

Superstabilita', coronavirus e vecchi al potere.

Il motivo e’ che la classe dirigente e’ fatta di anziani. Questo non significa che ogni anziano sia un dirigente, ma praticamente ogni posizione di potere oggi e’ in mano a persone anziane.

Il coronavirus e’ un virus che decima la fascia d’eta’ della classe dirigente.

Mettere gli anziani in quarantena avrebbe significato bloccare gli spostamenti di tutti i vescovi, cardinali, e del papa stesso. Avrebbe significato rinchiudere Mattarella in quarantena, la quarantena per piu’ di meta’ dei senatori, e praticamente tutti i ricchi finanzieri del paese. Significava la quarantena per quasi tutti i docenti universitari, o perlomeno per i baroni. Quasi tutti gli intellettuali sarebbero stati rinchiusi.

Se la correlazione tra mortalita’ ed eta’ fosse stata invertita, non ci sarebbe stato panico: ricordate che sino a qualche mese fa stavate a discutere di NON vaccinare i bambini contro malattie ben piu’ mortali?

Questa foto e’ emblematica:

Superstabilita', coronavirus e vecchi al potere.
La mecca e’ deserta, le autorita’ saudite hanno bloccato il pellegrinaggio.

Sul piano religioso la cosa e’ un controsenso. Storicamente e teologicamente, raggiungere la Mecca e’ pericoloso, al punto che e’ prescritto il paradiso per il pellegrino che muoia nel tentativo di raggiungerla. Questo perche’ un tempo il lungo viaggio richiesto per arrivarci era molto pericoloso.

Cosa ha spinto le autorita’ religiose ad un divieto per “la sicurezza dei pellegrini”, quando la dottrina religiosa se ne sbatte con orgoglio, in vista del paradiso? Semplice: le gerarchie religiose saudite sono fatte di vecchi. E con la stessa solerzia rispondono le gerarchie piu’ ostili a qualsiasi innovazione, e ( a detta loro) pronte al martirio:

Superstabilita', coronavirus e vecchi al potere.
Che la sua vita e’ nelle mani di Dio, ma anche del DVBH.

Anche loro hanno una gerarchia fatta di vecchi. Ed e’ per quello che Dio li perdonera’ se sono disposti a qualche compromesso per “ritardare l’appuntamento per un meeting face to face”.

Questo panico non e’ ingiustificato. E’ spiegabilissimo: e’ il panico di una classe dirigente di vecchi.

La stragrande maggioranza della popolazione, sinora il 98.1%, non corre alcun pericolo. Chi corre pericoli e’ principalmente il vecchio di turno. Per carita’, tutti diventeremo vecchi, ma asservire l’intera societa’ ad un blocco della liberta’ personale quando sarebbe stato razionale isolare i vecchi e’ ASSURDO.

La soluzione razionale sarebbe stata quella di isolare i vecchi e lasciare il resto alla sua vita normale. Certo, i giovani avrebbero poi infettato i vecchi, ma se crediamo che anche isolando le persone l’epidemia si propaghi ugualmente, che senso hanno le restrizioni in atto?

Si dice che in questo modo si rallenta l’epidemia, ma la domanda che faccio e’: se la sanita’ e’ gia’ praticamente al collasso (e le scene in Lombardia lo dimostrano, anche considerando che il sistema sanitario lombardo – colonizzato da CL –  ha sempre fatto cagare) , per che cosa stiamo comprando tempo?

Un conto sarebbe se nel tempo che stiamo guadagnando  potessimo raddoppiare, triplicare le strutture sanitarie. Ma non e’ sufficiente. E allora ?

Il livello di panico corrisponde ad una precisa SUPER-esposizione delle classi dirigenti alla malattia. E la super-esposizione e’ dovuta al fatto che l’Italia (ma non e’ sola) e’ di fatto una gerontocrazia.

Invece di chiudere le scuole, sarebbe stato sufficiente lasciare a casa i professori anziani. E se avevate ancora paura che portassero i virus a casa, potevate far dormire i ragazzi a scuola nelle palestre, come si fa nei terremoti. Si sarebbero pure divertiti. E le lezioni sarebbero continuate. Ma ai vecchi non frega niente: hanno paura, sono isterici.

E nella gerarchia scolastica, professori vecchi quelli sono proprio i capoccia. Non accetterebbero mai di rimanere a casa mentre i ragazzi (che non rischiano) e i professori piu’ giovani prendono il controllo di tutto. State scherzando? E il loro POTERE?

Per isolare i vecchi avreste dovuto mettere fuori uso il senato, e i politici piu’ vecchi. Avreste dovuto isolare gli intellettuali piu’ vecchi. Avreste dovuto isolare vescovi e cardinali.

Molto meglio bloccare TUTTO che isolare i vecchi. Dicono i vecchi.

Perche’ se qualcuno si abituasse a far senza di loro, alla fine dell’epidemia il problema sarebbe quello di riprendere posti ormai occupati da altri.

Il problema del coronavirus e’ che decima la classe dirigente di qualsiasi paese sia una gerontocrazia, lasciando praticamente intoccati tutti gli altri.

La risposta sara’ piu’ o meno isterica, a seconda di quanto il potere economico, politico e religioso sia in mano a vecchi. Piu’ la reazione di una nazione sara’ isterica, brutale e vessatoria contro i giovani, piu’ saremo certi che il potere economico , religioso e culturale e’ in mano a VECCHI.

Non mi stupisce vedere la Repubblica che non fiata di fronte a provvedimenti che sono assurdi: Scalfari e’ vecchio. Il CDA e’ fatto di vecchi.

La cosa mi diverte. E mi diverte per un motivo:

Isolare i vecchi li avrebbe cacciati dai posti di potere , ma avrebbe salvato loro la vita. Le reazioni isteriche , le zone rosse e i provvedimenti che stanno prendendo , stanno salvando il loro potere. Ma alla lunga, NON LE LORO VITE.

Avrebbero fatto bene ad isolarsi. A stare loro in quarantena assoluta e lasciare che il paese intero prendesse il corona, con una mortalita’ di decimi di percentuale. Avrebbero perso il potere, forse molti affari, ma avrebbero salvato la vita.

In questo modo, hanno comprato tempo sperando in un vaccino. Ma hanno messo a repentaglio la loro stessa vita.

Se potessero ancora riprodursi direi che ci sia Darwin in azione, ma nel loro caso probabilmente sarebbe meglio citare Macario.

Prima di chiudere voglio far notare questo capolavoro:

Superstabilita', coronavirus e vecchi al potere.

In pratica, un sintomo dell’ ansia e delle crisi di panico si sovrappone al sintomo del coronavirus.

Cosa potrebbe mai andare storto?

Fonte: https://keinpfusch.net/superstabilita-vecchi-al-potere-ed-altro/