Sotto la crosta.

Mi fanno notare come io stia mostrando segni di insofferenza e disprezzo nei confronti dei paesi stranieri (dal punto di vista dell’ Italia.) Credo , ad un severo autoesame, di poter ammettere che sia vero. Tuttavia, non accetto l’idea che si tratterebbe di pregiudizi. Il problema e’ che da qualche anno ho iniziato a lavorarci, con questi famosi stranieri, e anche a girare le loro belle nazioncine. E piu’ li conosco, meno li apprezzo.

Credo che certii popoli, quelli che normalmente in Italia si guardano con invidia o con un senso di inferiorita’ siano, in definitiva, molto bravi a costruire un’immagine, e ancora piu’ bravi a lavare in famiglia i panni sporchi. E credo che si’, laddove hai piu’ risorse sia facile apparire tutti belli, educati, sorridenti, puliti ed ordinati. Ma quello che sto vedendo, lavorando insieme a queste persone, e’ come diventano quando hanno meno risorse.

E onestamente, oggi non vedo l’ora che finisca tutto e che io possa tornare in Italia.

All’inizio, ti ipnotizzano.

Oh, certo, ti ipnotizzano. Affitti una casa al primo piano e la tua porta di casa e’ come quella che hai nel bagno in Italia. Niente porta blindata. Oh, dici, che civilta’ superiore. Ti ipnotizza.

Poi vedi la polizia in azione. Vedi un tizio turco che , ubriaco, non risponde ai poliziotti e i poliziotti lo pestano come una zampogna. E qui sono grossi. E la gente dice che va bene cosi’, perche’ non deve mancare di rispetto alla polizia. Oh, che bello.

Che bello? Ma che cazzo pensate, che in Italia manchino poliziotti che hanno voglia di mettere qualcuno in un angolo e menarlo? Cosa pensate, che il poliziotto medio italiano si farebbe problemi, se potesse, a gonfiarvi di botte se solo non gli rispondete “col dovuto rispetto”? La polizia. Polizei. Oh, Ja. Ach, so. Hanno pochissime automobili con la striscia verde della polizia, le altre (la gran parte) sono macchine anonime. Si parcheggiano a luci spente, la sera, e aspettano per tutto il turno. Se in quella strada succede qualcosa, puf: ve li vedete spuntare in un baleno.

Figo? Fighissimo. Vi ipnotizza. Vi ipnotizza perche’ vi sentite sicuri. E va bene. Ma allora, perche’ quando in Italia vogliamo una polizia che picchia, e quando vogliamo una polizia che al buio ti salta addosso, tutti gridano al fascista?

Perche’ “fascista” e’ una categoria italiana, che sappiamo attribuire solo nel giudizio che diamo alle cose italiane. Vediamo gli altri fare le stesse cose, e non sono” fascisti” non essendo “italiani”. Tutto qui.

E ancora, gli immigrati. Oh, certo: qui sono tutti puliti ed ordinati. Ci sono scuole speciali per i figli degli immigrati, scuole multilingue. Figata. Ti ipnotizza. C’e’ un piccolo problema: quelli che escono da queste scuole hanno il 50% in meno di chances di laurearsi. Ghetto? Ma no, cosa dite? Un tedesco sorridente ti spieghera’ che la scuola tedesca e’ dura, e per gli stranieri e’ difficile. Bello. Ti ha appena detto che siete geneticamente inferiori e non ce la fate in una scuola tarata per i tedeschi, che sono superiori. Ma loro non sono razzisti, te lo dice sorridendo.

E lo stesso succede se fai notare la mancata integrazione degli immigrati: e’ perche’, dicono, gli standard di qualita’ tedeschi sono altissimi e i laoratori stranieri non riescono a fare gli stessi lavori dei tedeschi. Detto da gente che ti paga 2000 euro al giorno (piu’ casa e viaggi) perche’ sai quando e come fare un “rm -rf” , ci credo. Serve un colosseo, anche?

La pura e semplice verita’ me la spiegava una collega italiana: per quanto tu lavori bene, hai un problema con la lingua. No, non ti affannare a studiare il tedesco. Avrai sempre un problema con la lingua. E’ la scusa che usano per essere razzisti senza sembrare razzisti. Non parli abbastanza bene il tedesco, capisci? Lo parli abbastanza da fare le notti per far andare i loro sistemi, ma NON abbastanza per qualsiasi altro lavoro da tedesco.

Bello? Bene, quando ho preso casa il mio locatore mi ha chiesto dove lavorassi. Il corrispondente della Digos locale, infatti, vuole sapere dove sei e cosa fai. Dopodiche’ chiede conferma all’azienda tedesca per la quale hai il contratto. Non quadra qualcosa? Vai a casa. Ma c’e’ Schengen. Vero, ma hai fatto qualcosa che non va. Ti hanno visto ubriaco, hai attraversato la strada col rosso (a piedi) e non avevi con te un documento, qualsiasi cosa.  E sei a casa.

L’ipnotizzato dice: ehi, ma poi i risultati… certo. Ma allora perche’ in Italia io non posso dire che anche io voglio togliere la porta blindata e vivere sicuro, e voglio che la polizia si metta a picchiare come la polizia tedesca? Perche’ io non posso applaudire se la polizia italiana picchia un tizio che non risponde col dovuto rispetto, tanto per insegnargli a stare al suo posto?

E la loro famosa efficienza. Oh, si’. La media di loro e’ efficiente quanto un impiegato fancazzista italiano. E parlo dei migliori. Alcuni di loro sono bravi , ma qui sei un dio se fai la meta’ di quello che facevi in Italia per essere normale. La verita’ e’ che in Italia c’e’ una grossa corrente che ti rema contro, e solo per galleggiare devi spingere il doppio. Quando vieni qui, senza zavorra, ti rendi conto del fatto che loro non potrebbero sopravvivere ai ritmi di lavoro italiani.

Lo ripeto: nessuno di loro avrebbe la minima chance di sopravvivere in Italia. Fanno la meta’ nel doppio del tempo. E i costi… oh, i costi. Il progetto di cui faccio parte ha delle valutazioni di performance che sono penose. Secondo vmstat, sulle 190 macchine dell’altra volta ho il 2% della CPU occupata, nei momenti di picco. Qualcuno ha stimato quantita’ immani ed immisurabili, ragione per cui passeremo ad 800. Perche’? Non trovo traccia di alcuna valutazione ne’ di alcuna metrica. Hanno solo moltiplicato il numero di utenti attuali per il numero di macchine per la previsione del marketing. Questo, per loro, e’ “capacity planning”. E siccome lo chiamano “capacity” planning, io vedro’ marcire hardware con il 99% delle CPU Idle, perche’ il “capacity planning” e’ figo.

In Italia ho lavorato nel campo educational & research per anni. Ho conosciuto ricercatrici che lavoravano sulla sclerosi multipla e dovevano chiedere l’elemosina in TV per avere 96 nodi di un cluster. Questi useranno 800 macchine per portarvi l’oroscopo erotico sul cellulare. Evaffanculo, questa e’ la loro “efficienza”. In Italia si fa lo stesso , per piu’ utenti, con una blade di IBM da sei lame.

I costi. Oh, quanto risparmiano. Certo: loro spalmano i costi orizzontalmente, in modo che sia impossibile ricostruirli. Poi calcolano la performance overall, e dicono “quante cose abbiamo fatto con cosi’ poco”. Oh, certo. Solo che c’e’ gente che ha preso un milione di euro per spingere una spina nella presa, e gente (stranieri) che ha preso venti euro per costruire il palazzo dove c’e’ la presa. Le loro ferrovie costano poco. Oh, certo: solo che in italia calcoliamo quanto ci costa fare tutto, qui calcolano solo binari e traverse. Preparare il terrapieno? Lo fa il Lander. Riasfaltare le strade rotte? Lo fa la potentissima entita’-strade. Manutenzione dei relativi fossi? LA municipalita. Nelle aziende e’ la stessa cosa. Oh, come costa poco il mio progetto. Certo, certo. Tanto, le macchine sono li’ e hanno un altro budget. Chi fa supporto di primo livello viene da un’altra azienda, ed e’ su budget dell’ente che si occupa degli outsourcing. Chi fa supporto di secondo livello e’ “operations”, e non risponde dei costi per progetto. Chi fa supporto di terzo livello e’ il fornitore del software e dipende da un altro centro di spesa. Il supporto di quarto livello e’ lo sviluppo e si trova in India, sul budget di un’azienda straniera. Solo due milioni di euro per un progetto. Oh, si: ma l’ente che ha speso i due milioni di euro ha prodotto 10 documenti word, 10 documenti di excel e 10 powerpoint. Costosetti, anche se li fanno dei frati usando la filigrana, direi.

Oh, come sono efficienti le loro citta’. Certo: hanno i quartieri ricchi e i quartieri poveri. Oh, ma non e’ come in Italia che sono solo quartieri piu’ costosi, ma in generale potete farci quel che volete. Nono: qui non vi affittano la casa se non siete vestiti nella maniera giusta. Certo, nel quartiere dei ricchi non si vedono mai mendicanti. Ovvio: e’ il quartiere dei ricchi. Ovvio che non ci sara’ sporco per le strade. Anche quando, se non avete almeno 500 sacchi di vestiti addosso e girate la sera, lo sporco siete voi e la polizia vi ferma dicendovi che no, il locale che cercate non e’ li’. No, il manifesto si sbaglia, non e’ piu’ in questo quartiere.

Questa e’ la Germania per gli italiani, gente.

Vogliamo parlare degli altri? Nessun problema, ho a che fare con aziende inglesi tutto il giorno. Non sono dinamici, sono solo caotici, disordinati , casinisti e privi di disciplina mentale.  Il loro modo di risolvere i problemi e’ aumentare la complessita’ del sistema. Il dialogo tipo con gli inglesi e’ cosi’:

  • Abbiamo uno SLA, non possiamo modificare gli ambienti di produzione per fare test.
  • E perche’?
  • Perche’ non si testa in ambienti di produzione, c’e’ uno SLA.
  • There is a reason for this?
  • “produzione” e “testing” non stanno nella stessa frase, tutto qui.
  • Chi lo ha detto?
  • In produzione c’e’ uno SLA, dobbiamo garantire reperibilita’ e stabilita’.
  • Allora aggiungiamo un altro sistema di produzione reperibile, e questo lo usiamo come sistema di produzione reperibile “more or less”.
  • C’e’ l’ambiente di test per i test.
  • Ma non possiamo raggiungerlo da qui perche’ noi siamo inglesi e le nostre VPN sono diverse da tutto il resto dell’azienza: non vorrete che ci mettiamo a guidare a destra a fare come voi.
  • Se il problema e’ questo, e’ meno costoso comprare un concentrator come il vostro.
  • No, noi vogliamo testare in produzione.
  • Ma i tester non potranno certificare che la modifica funzioni, se la mettere in produzione prima che negli ambienti di test.
  • Prima la proviamo in produzione, se funziona la mettiamo negli ambienti di test.
  • Veramente sarebbe il contrario: si testa in ambiente di test e se va si mette in produzione.
  • Is there a reason for this?
  • Perche’ si fa cosi’.
  • Ma cosi’ non potremo lavorare. Tu blocchi il progetto con richieste assurde.
  • Non possiamo piazzare roba di test in produzione, non sapremmo neanche come gestire i costi delle telefonate nei nodi di scambio.
  • Allora aggiungiamo un sistema di management dei test in produzione.
  • Costa piu’ che aggiungere un altro accesso vpn.
  • Ma noi parliamo di un “test asset deflector” (label inventata sul momento), che e’ una cosa figa e tutte le aziende dovrebbero avere. Siete ancora cosi’ indietro da non avere un “test asset deflector”?
  • No, non ce lo abbiamo. Ma anche ammesso che possiamo scaricare i costi di chiamata localmente, il problema sara’ quando una nazione straniera si trovera’ a fatturare costi di test.
  • Nessun problema: allora aggiungiamo un “global agreement proxy” (altra label inventata al momento) che gestisca anche quello.
  • Eh, ma il marketing e il finance non lo sanno, dovrebbero gestire accordi con le altre aziende di tutto il mondo.
  • Nessun problema: allora aggiungiamo un altro sistema, il “corporate worldwide interceptor”, che fara’ questa cosa.
  • Ehm… scusate, ma stiamo aggiungendo tre sistemi per evitare di aggiungere un… concentratore vpn? Non vi sembra di esagerare?
  • No, per nulla: abbiamo iniziato un processo di “smart testing placement” che ci permettera’ di testare qualsiasi cosa ove vogliamo. Un progetto bellissimo.
  • Certo, ma il punto della riunione era di fare due test della durata di cinque minuti.
  • Came on, came on, CAME ON! Non puoi sostituire uno smart testing placement con un concentratore vpn, you know!
  • You know cosa? Si stava parlando del fatto che non potete testare perche’ usate la vpn XYZ anziche’ la ABC. Siamo arrivati a stravolgere l’intera azienda e rinegoziare i contratti con le aziende di mezzo mondo.
  • OMG. Tu vuoi bloccare il progetto!

Questo e’ il modo che hanno gli inglesi, gli americani (ed il commonwealth tutto) di lavorare. Ogni cosa e’ fattibile solo perche’ nessuna legge fisica lo vieta, e non esiste alcun problema di metodo o di opportunita’, nessuna valutazione strutturale e nessuna ottimizzazione in sede di decisione : e se ci sono problemi, aggiungiamo altri 50 milioni di euro di sistemi inutili per gestire i casini che facciamo. Previo rimanendo che per ognuno dei problemi che questi nuovi sistemi aggiungono dovremo aggiungere altri sistemi ed altra complessita’, sinche’ nessuno avra’ il controllo di tutto e allora un genio inventera’ un “nuovo sistema”, ovvero il vecchio, semplice sistema che esisteva prima di incrafagnare tutto di complessita’ inutili.

Oh, come sono civili ed educati. Si’, finche’ non ci avete a che fare davvero. Finche’ non c’e’ una posta in palio. Ma in Italia abbiamo imparato a fare i furbi, a fare politica senza perdere la faccia. Non avete mai visto, voi, uno di questi “ariani” che cerca di fare il furbo. Sono piccoli, meschini, miserabili. E come se non bastasse, non sono neanche furbi come credono. Passi il giorno a fare ping pong con “strategie” che loro credono furbe e mia figlia faceva l’anno scorso per avere le coccole. Passi il giorno come una cintura nera che combatte con un braccio dietro la schiena e gli occhi bendati, sbadigliando, contro fessi che ce la mettono tutta a fare i furbi e non arrivano al livello di un salumiere italiano. Che poveretto che e’, l’inglese che cerca di fare il furbo. Che miserabile merda subumana che e’, il tedesco che inventa maldicenze contro un concorrente. Oh, sono sorridenti. Cortesi. Educati. Urbani.

E fanno schifo.

Tutti questi popoli non sono efficienti. Non sono piu’ colti di noi. Non sono piu’ bravi di noi.Non sono umanamente migliori di noi. Non sono meno razzisti di noi.  Hanno, per questioni legate alla storia ed alla geografia , piu’ risorse da sprecare. Se nascondono abbastanza bene gli sprechi e infiocchettano meglio quello che fanno, ci ipnotizzano. Ci fanno credere di essere chissa’ cosa attraverso un’attenta politica di vizi privati e pubbliche virtu’.

Finche’ non rompi la crosta e guardi sotto.

La cartina tornasole e’ il periodo di crisi. Con una degradazione del PIL del 4% mi aspetto una degradazione delle performances del 4%. Invece no: la degradazione e’ molto peggiore. Perche’?

Perche’ i conti, cosi’ belli, quelli che testimoniavano la loro efficienza, ERANO FALSI. Ed a un certo punto lo capisci. Quando -4% di performance ti fa un -12% di tagli sui budget. E capisci che il loro calcolo della performance mostra solo un terzo delle perdite.

E allora rimpiangi l’ Italia, e accetti di stare qui solo perche’ ti pagano di piu’ e hai famiglia. Tutto qui.

Una sola cosa dovete capire quando andate nei paesi “ariani”, quelli che ci guardano con sufficienza, quelli che ci fanno gli articoli sui giornali : piu’ e’ bello quel che vedo, piu’ merda c’e’ sotto.

E piu’ sono bravi a nasconderla.

Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.