Soccorso mantovano.

Oggi mi è successo di avere per le mani la ricetta della mostarda mantovana, durante una chiacchierata con mia madre. La mostarda di frutta è quella che si mangia con il bollito di manzo. Non l’ho fatta in questi giorni, perciò non ho delle fotografie da farvi vedere (le pubblicherò più avanti, la prima volta che la farò) , ma posso sempre darvi le istruzioni per farla. Non è una cosa romagnola , è una cosa mantovana,  ma sul bollito è buonissima ugualmente. Anche in Romagna.

La ricetta è semplicissima. Partiamo con le dosi. Occorre una grande dose di pazienza. 🙂

Occorrono 3 etti di zucchero bianco per ogni chilo di frutta. Vanno bene mele, pere, mele cotogne, pere cotogne, prugne dure (quelle viola). La frutta non deve essere troppo matura per non sciogliersi.

Per prima cosa bisogna tagliare a pezzetti la frutta e mescolarla con lo zucchero. Non ci vuole dell’acqua perchè sarà la frutta a darvela.Lasciando la frutta a “bagno” nello zucchero per un giorno e una notte (se fa fresco anche di più) la frutta butterà acqua a sufficienza per produrre una specie di “sughetto”. Occorre una pentola abbastanza alta, in modo che la frutta sia molto “immersa” nello zucchero.

Dopo un giorno e una notte (ventiquattro ore o più) la frutta avrà buttato acqua fino a creare una specie di sughetto.

Filtrate il sughetto (o togliete la frutta se avete fatto pezzi grandi) e mettete il sughetto in un pentolino, su una fiamma piccola, finchè non è bollente. Poi la spegnete subito appena bolle , prendete il pentolino con la frutta e gli versate sopra il sughetto bollente. (Attenti perchè con tutto quello zucchero è davvero bollente, ma forte!)

Aspettate che il tutto si sia raffreddato (proprio freddo freddo, abbiate pazienza) , e…. ripetete di nuovo: togliete il sughetto e mettetelo a bollire , appena bolle lo riversate sulla frutta e aspettate che torni freddo. La frutta si cuoce cosi’.

Il procedimento si ripete per cinque o sei volte. Ma prima di farlo per l’ultima volta, prendete una punta di cucchiaino da caffe’ di senape e aggiungetela alla frutta , poi mescolate. Se volete una mostarda piu’ piccante dovete metterne di piu’.

Dopodiche’…. fate il bollito di manzo  e…… buon appetito. :)Lady Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.