Sigil

Sto andando avanti abbastanza spedito con la stesura di Pietre, quindi credo che presto (anche se non prima di Natale) avrete novita’. Ma a riguardo ho una cosa (bella da dire). Non capita spesso che io recensisca dei software. Anzi, non e’ mai successo prima. Ma c’e’ un software che mi sta aiutando moltissimo, che non fa ancora parte di distribuzioni mainstream (non ha neppure un ppa) e che invece bisognerebbe incoraggiare. Come dice il titolo, si tratta di Sigil.
Sigil e’ un editore , un pochino quello che e’ Lyx con Latex. Cosi’ come Lyx mi ha semplificato enormemente la stesura di documenti in Latex, che poi ho convertito in pdf, Sigil puo’ editare i file epub. I cosiddetti “e book”, insomma, nel formato iDPF.
Dico che mi sta semplificando la vita, e non a caso, per diversi motivi. Non e’ come avere il plugin per Office o per Openoffice, nel quale potete controllare poco o nulla dell’output. Sigil e’ contemporaneamente un editore WYSIWYG e un editore di struttura. Per farvi un’idea, ecco alcuni screenshot:
sigil
Sigil al lavoro su un ebook di Dune.
Come vedete dal riquadro a sinistra, Sigil permette di gestire lo splitting in capitoli del libro, senza sforzarsi di decidere lui cosa fare: il libro uscira’ esattamente come piace a voi. O come ritenete giusto che sia.
Inoltre, vi permette di capire molto di piu’ sul formato e-book, visto che alla fine potreste desiderare qualcosa di diverso dal solito, come per esempio fare embedding di un font, per dirne una.
Sibil permette di fare l’editing online degli stylesheet contenuti dentro l’e-book, e quindi di dargli forma come si desidera, altro punto importantissimo se scrivete ebook e volete che si leggano bene.
Screenshot3
L’editor di stylesheet inline.
Infine, anche nella gestione delle copertine ed eventualmente dei watermarks, Sibil permette la gestione inline, in modo da non essere disturbati dai problemi di embedding e di formato che si hanno usando esplicitamente dei software come i plugin per OpenOffice.
Screenshot2
L’editor inline di copertine di Sibil.
Dove si trova Sibil? Si tratta di un programma opensource per Linux, Windows e Macintosh, che potete scaricare gratuitamente da questo sito:  http://code.google.com/p/sigil/
Mancano alcune funzioni come il correttore ortografico inline , ma si tratta ancora di una fase beta, e devo dire che per essere una beta e’ sin troppo ben funzionante.
Cosi’, tanto per dare contributi agli scrittori di e-book, se volete impaginare e rendere gradevole il vostro libro direttamente in formato ebook, con ogni probabilita’ Sigil e’ il software opensource che fa per voi.
Almeno, posso testimoniare che mi sta aiutando moltissimo. Il che non e’ poco.

Uriel