Scuola di tossicita’.

Scuola di tossicita'.

Putin, come tanti altri propagandisti russi, hanno la capacita’ di instaurare negli altri un senso di angoscia, e lo fanno particolarmente bene quando vengono lasciati parlare, vaticinare, profetizzare la loro propaganda. Credo sia tempo di svelare il trucco che usano.

La specie umana e’ una specie sociale, nella quale il fatto che un membro del gruppo dia l’allarme e’ automaticamente un vantaggio: uno vede il predatore che si avvicina, tutti scappano. Questo fa si’ che nel cervello umano ci siano delle strutture imitative che sono capaci di captare la paura di un altro essere umano.

E’ possibile, quindi, “proiettare” le nostre paure su qualcun altro. Avrete notato che la propaganda russa spesso accusa l’avversario di quello che stanno facendo i russi. Ecco, qui siamo un gradino oltre, prendere le proprie paure e proiettarle sugli altri. Che alla fine di un discorso provano un senso di angoscia e di debolezza: quello che non realizzano e’ che si tratta del senso di angoscia e debolezza che prova il russo che ha parlato.

Prendiamo per esempio l’ultimo discorso di Putin. C’e’ un momento in cui dice che “le nostre elites verranno sostituite”,e  questo ci lascia un senso di angoscia.

Alt. Fermiamoci. Viviamo in paesi democratici: le nostre elites vengono sostituite periodicamente. Sino a pochi anni fa Di Maio vendeva bibite, Grillo era un comico , Salvini era un comunista, eccetera. E anche con le elites economiche, le cose non vanno meglio: Musk e’ un nuovo arrivato, nel 2000 Zuckerberg era un ragazzino e Bezos era un libraio. La sostituzione delle elites e’ un fatto assolutamente normale.

Ma allora perche’ proviamo angoscia quando Putin lo dice? E’ semplice: perche’ PUTIN ha paura che le elite russe siano sostituite. E perche’? Perche’ ne fa parte, e perche’ da quelle parti quando cadi dal potere muori.

Questo e’ l’esempio piu’ eclatante di paura di Putin proiettata su di noi, che onestamente abbiamo tante paure, ma non che “le nostre elites vengano sostituite”. A volerla dire tutta, molti ci provano da anni, a sostituirle davvero. Si parla continuamente di “riforme” e di “ricambio”: perche’ allora ci fa sentire angoscia quando Putin dice che “le vostre elites verranno rimpiazzate?”. La risposta e’ che

Putin sta proiettando su di noi la SUA paura di venire rimpiazzato, ed e’ per questa risonanza che proviamo un senso di angoscia quando lo dice.

Questo contrasto e’ sicuramente l’esempio piu’ lampante e semplice da spiegare: Putin ha paura di essere sostituito, e proietta la sua paura sugli ascoltatori che “temono” qualcosa che in nessuna democrazia si teme.


Anche il discorso che gli USA e l’occidente hanno perso potenza perche’ sono nati altri poli, proietta una paura russa. Un tempo la Russia in Asia era LA potenza. Era la SUPERpotenza, ai tempi dell’ URSS.

Ma oggi, Cina e India sono le potenze. La Russia in Asia non conta piu’ un cazzo da mo’. E’ vero che la nascita di Cina e India pongono una sfida agli USA, ma e’ anche vero che si tratta del funerale dell’influenza russa in Asia.

Possiamo discutere del fatto che gli USA abbiano capito o meno che esistono anche altre potenze , ma di certo viene da chiedersi se a Mosca abbiano capito che la Russia in Asia non solo non e’ piu’ una superpotenza, ma non e’ neppure una potenza.

Quando Putin dice che la potenza occidentale e’ sotto scacco, ci sta proiettando addosso la frustrazione, l’umiliazione e la paura che lui prova, quando vede che in Asia la Russia non conta piu’ NIENTE. E’ solo proiezione, risonanza.

Questa paura di decadimento, l’ossessione della perdita di influenza, e’ tutta di Putin, e l’ha proiettata sull’occidente. Ma occorre sempre ricordare che anche nel discorso del gas, noi occidentali siamo i clienti , ed esistono altri possibili fornitori.

Quando un negozio non ha clienti, non falliscono i clienti. Fallisce il negozio.

Questa paura e’ anche una paura di Putin, e ce la proiettando addosso.

Per questo proviamo angoscia, che non e’ giustificata. Anche se per un anno si dovesse fare qualche sacrificio, un europeo che fa sacrifici vive ancora meglio del 70% al massimo del suo tenore di vita.

Non dimentichiamoci sempre, che a ricevere le mail di Irina che cerca un marito in Europa siamo noi, non i russi.


Ad un certo punto Putin ci proietta addosso le SUE paure per l’economia, quando dice che le sanzioni hanno colpito soprattutto noi.

Ma stiamo parlando della stessa nazione che ha dovuto chiudere un gasdotto perche’ Siemens non gli ripara una turbina, e parliamo di intere fabbriche di armi russe che si sono fermate perche’ non hanno piu’ ricevuto macchine automatiche prodotte (anche) in Italia.

Stiamo parlando di un Putin che chiede al governo di salvare l’industria automobilistica russa, che produceva comprando pianali in Europa e ora non sa come fare.

E quando si parla di russi non impattati, si dimentica che le sanzioni ad personam sono FATTE per non colpire la popolazione, bensi’ i potentati.

Per quanto riguarda l’economia, se usciamo da Mosca e San Pietroburgo, vediamo soldati russi che rubano lavatrici e water, che a casa loro non hanno. Ed e’ vero: al di fuori delle solite citta’, le case russe sono topaie senza bagno in casa.

Il propagandista russo non fa altro che proiettare sugli ascoltatori le proprie paure e le proprie angoscie, facendo risuonare le proprie difficolta’ nell’animo degli ascoltatori.


In definitiva, la propaganda russa sfrutta il fatto che Homo Sapiens sia una specie sociale per proiettare le paure dei russi su di noi.

Il propagandista russo non fa altro che proiettare sugli ascoltatori le paure dei russi stessi. Questo consente sia di capire che cosa temano, sia di liberarsene facilmente, UNA VOLTA CAPITO IL TRUCCO.

Spero che gli esempi che ho fatto sopra siano sufficienti a capire il trucco che usano per evocare paura e angoscia “per risonanza”.

La soluzione alla propaganda russa, cioe’, e’ di trovare un biergarten e andare a farsi una birra e qualche salsiccia. Se poi qualcuno vi rimprovera di mangiare rane, salsicce o spaghetti, ricordate sempre che il 40% della popolazione russa non puo’ scegliere cosa mangiare.

E il 20% non e’ nemmeno sicuro di mangiare.


Avete paura che Putin si allei con Cina e India? No, ne ha paura lui . Perche’ in questa “alleanza”, la Russia e’ quella che prende ordini dagli altri due. L’angoscia per il fatto che la Russia non vuole piu’ avere la UE come partner non e’ nostra: e’ dei russi.

E la vera domanda che dovremmo farci , e’ che vita di merda facciano i dirigenti russi, che vivono tutto il giorno schiacciati da questa montagna di angoscia e di paura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.