Paparazzi e Marrazzi

Mi scrivono per chiedermi come evolvera’ la storia di Marrazzo, dal momento che qualche tempo prima che accadesse avevo previsto questa escalation. Vorrei pero’ chiarire una cosa al signore che mi scrive: “no, non sono tra i bene informati. Ho ragione perche’ RAGIONO”. Mi riferisco in particolare a due cose che mi sono state fatte notare.

Subito dopo i primi “scandali”, quando le prefiche dalle mani pulite e le anime belle si scandalizzavano a comando per la condotta di Berlusconi, io scrissi un post sul blog, che si intitolava: The Doomsday Weapon. In quel post avevo scritto la frase che mi viene ricordata nelle email, asserendo che io sarei un “bene informato”:

Berlusconi dispone di una rete di informatori enorme, dopo l’acquisizione di Alleanza Nazionale. In ogni caserma del paese c’e’ almeno uno sbirretto che vota  a destra e ha una gran voglia di far uscire delle informazioni per aiutare il partito. Le piccole caserme di paese, come quelle di citta’, sono stracolme di informazioni sulla vita personale di ciascuno di noi. Quella volta che avete incontrato l’amante sull’autostrada, lasciando le macchine ferme, e qualcuno e’ passato e ha segnato le targhe. Quella volta che facevate casino. Quando vi siete fermati in albergo. E con chi. Eccetera.

Insomma, in definitiva il partito di Berlusconi dispone di una grossa rete di informatori di caserma, i quali foraggeranno ogni genere di delazione. Poiche’ le prostitute sono tra le principali delatrici, probabilmente ne vedremo delle belle.

Che e’ quello che e’ appena successo. Una casermetta ha avuto la soffiata su Marrazzo, e gli sbirretti si sono dati da fare abusando delle loro possibilita’ di intercettazione /spionaggio. Risultato: un’azione di “ricatto” che cosi’ come ci e’ stata venduta e’ assurda. Secondo la tesi dei giornali e di Marrazzo, prima lui sarebbe stato ricattato, a quel punto ha denunciato, e a quel punto e’ uscito un video compromettente che lo costringe a dimettersi , essendo stati divulgati i particolari dell’inchiesta scatenata da Marrazzo stesso con la sua denuncia.

Alla spiegazione manca qualche pezzo: Marrazzo non avrebbe sporto denuncia per estorsione se qualcuno non gli avesse assicurato che il video stesso non esisteva. Non e’ verosimile. La mia opinione e’ che dopo il ricatto qualcuno abbia fatto credere a Marrazzo che i dettagli non sarebbero divenuti pubblici, e che nessuna immagine sarebbe divenuta di pubblico dominio.

Ma cosi’ non e’ stato. Di certo, pero’,  la famiglia di Marrazzo non sarebbe stata cosi’ sorpresa dalla cosa se ci fosse stato il tempo di preparare, parlare, spiegare. La verita’ e’ che il Marrazzo pensava di uscirne vivo: qualcuno gli avra’ promesso che il video sarebbe scomparso, che era una roba confusa ripresa da fuori dalle finestre, che non c’erano prove, che non si sarebbero saputi i nomi dei transessuali.

Ovviamente, questo significa che il gioco sporco sta continuando, ed e’ avvenuta quella che io definisco escalation. E non e’ ancora finita. Volete che continuo a ragionare? Bene: qualche tempo fa Rutelli si e’ incazzato sui giornali perche’ Berlusconi e’ andato in visita privata a Mosca. Perche’ Rutelli e perche’ Mosca? Rutelli perche’ risponde dei servizi segreti al parlamento, e quindi ne raccoglie le inquietudini. Mosca perche’ da tempo si dice che Berlusconi abbia chiesto una “consulenza” ai servizi russi , riguardo ai suoi nemici. Vuole conoscere esattamente la mappa degli avversari, dei mezzi a disposizione, eccetera.

Solo questo? Putin ha tutto interesse che Berlusconi rimanga al potere, per via della politica filoorientale praticata dall’ Italia. Non e’ strano pensare che l’ FSB abbia avuto tutto l’interesse per armare Berlusconi fino ai denti. Come se non bastasse, Berlusconi ha ritardato il ritorno per “Brutto tempo”, proprio mentre iniziava il caso di Marrazzo.

La mia personale opinione e’ che adesso verranno fatte alcune prove tecniche, poi la valigetta che Berlusconi porta a casa da Mosca iniziera’ a diventare un’arma.

Sono possibili due scenari.

  1. Berlusconi torna con una lista di funzionari dei servizi che hanno tradito , permettendo che venisse fotografato nella sua villa, e permettendo che ci siano foto a distanza ancora piu’ ravvicinata. (Si mormora che ne esistano altre 10.000 , scattate dall’interno delle stanze, cosa che solo i servizi possono fare). A questo punto puo’ chiedere la testa di Rutelli (ma ammettere che ha dato un incarico ai servizi di Putin) oppure semplicemente ricattare quei funzionari (rischiano un’accusa pesante di fronte ad un tribunale militare) perche’ facciano lo stesso lavoretto ai suoi avversari. E lo faranno in campagna elettorale.
  2. Stessa cosa di cui sopra, ma per una lista di politici di sinistra e di pezzi grossi della chiesa. Puo’ fare due cose: o sputtanarli fino a distruggerli (e’ un carattere molto vendicativo e lo ha sempre dimostrato), oppure ricattarli perche’ si fottano l’uno con l’altro.

In aggiunta, ogni caserma di sbirri di questo paese sa bene di ogni puttana e di ogni cliente di ogni puttana, di ogni transessuale e di ogni cliente di ogni transessuale. Sanno bene di ogni spaccino e di ogni cliente di ogni spaccino. Sanno di ogni cavallino e di ogni cliente di ogni cavallino. Sanno di ogni albergo ad ore e di ogni cliente di ogni albergo ad ore.

Berlusconi si fermera’? Non ne ha ne’ la ragione ne’ l’interesse. Ha subito il primo colpo, e adesso ha tutto l’interesse che lo scontro continui per sferrare il suo. Non ha interesse in una tregua, e se ha avuto da Putin quello che voleva non c’e’ nessuno in Italia (magistrati compresi) che possano dirsi al sicuro. Il potere di penetrazione dell’ FSB , e delKGB in passato, in Italia e’ fortissimo. NEanche i direttori di alcuni giornali benpensanti possono pensare di essere al sicuro, nemmeno nel caso in cui fossero su qualche libro paga dei servizi stessi.

Molti di questi “scandalizzati ” d’alto bordo pensavano di essere fuori dal tiro delle caserme italiane andando a fare i propri porci comodi all’estero. Ma l’ FSB e’ un servizio segreto piuttosto ben diffuso sul pianeta. Se qualche politico italiano ha fatto qualche viaggio in Romania, Cuba, Thailandia, Estonia, e si e’ “lasciato tentare”, beh…. e’ fottuto. L’ FSB , come il KGB, ha un intero settore dedicato alle perversioni sessuali e ai relativi ricatti.

Neanche “farsi la barca” mette al sicuro. Puo’ metterti al sicuro contro un paparazzo o contro i carabinieri, ma non contro una marina militare qualsiasi. Chiunque abbia un reparto  ECG, o chiunque abbia un sommergibile, e’ perfettamente in grado di sentire quello che si dice dentro una barca da diporto. Durante gli scontri in mare sui sommergibili vengono sitribuite caloscie che attutiscono il rumore dei passi, figuratevi se i rumori di una barca da diporto sono al sicuro.

Non credo che l’operato dei singoli sbirretti da caserma sia controllabile. Credo che di casi Marrazzo ne usciranno ancora, anche se non credo che nel caso Marrazzo (come ho scritto sopra) siano coinvolti solo i quattro sbirri da due soldi.

Andiamo al dunque: e ora?

E ora un cazzo. Che sarebbe finita cosi’ era prevedibile. Quando si inizio’ per questa strada, e i signori a sinistra erano tutti eccitati dalle foto delle donnine in topless e le donnine di sinistra erano tutte infoiate per le prestazioni del premier, tutti tragicamente scandalizzati e indignati, dissi che cosi’ facendo si sarebbe arrivati a questo punto.

Ovviamente fui accusato di essere un berlusconiano, eccetera eccetera. Perche’ figuriamoci se gentaglia con il pisellino in tiro e la passerotta gia’ bagnata , tutti eccitati dal gossip, poteva anche fermare i propri istinti. Come ogni successione, e’ facile prevedere dove si arrivera’. Un pochino come i quiz sulla settimana enigmistica, “0,3,6,9….” scrivere come continua la serie.

Bene, adesso la serie continua con uno sputtanamento clamoroso di personagi di sinistra, con uno spionaggio insistente. Ci finiranno di mezzi dei magistrati, dei politici di sinistra , e degli altri prelati. E qualcuno di AN,che non si sa mai bisogna tenere l’ordine.

E’ possibile che molti di loro vengano invece ricattati, in un mix: i piccoli vengono sputtanati, quelli utili vengono ricattati.

Questo e’ il risultato di una escalation inutile, figlia di una strategia stupida. Marrazzo e’ solo l’inizio.

Se anziche’ abbandonarsi alla pruderie e al finto scandalo avessero trattenuto i loro peggiori istinti politici, oggi probabilmente si starebbe parlando di politica e non di pratiche sessuali. Invece no.

Adesso la moda dilaghera’, e uno sputtanamento non si nega a nessuno. Anche perche’ Marrazzo non si e’ ancora dimesso (cosa che porterebbe a nuove elezioni), ma semplicemente “sospeso”, il che significa che e’ ancora a capo della regione ma non fa nulla. Ovviamente si tratta di una situazione altamente incivile, visto che una regione ha diritto ad un governatore, dal momento che lo ha eletto. Oppure non si sospenda, faccia come Berlusconi e se ne infischi , come anche ha fatto Mosley, sancendo una volta per tutte che la vita privata e’ privata, e denunciando quella stampa che ha passato i particolari dell’inchiesta che, teoricamente, sarebbe ancora secretata.

Delle due l’una: o ci si sente “colpevoli” di qualcosa(1) , e allora ci si dimette, oppure si sancisce che il privato sia privato, e allora si rimane in carica. Del resto, come nel caso di Mosley, e’ stato commesso un abuso, e come tale andra’ pagato di fronte alla legge.

Il resto sono questioni private. E magari oggi, visto che si colpiscono uomini di sinistra, questo pensiero iniziera’ a prendere piede anche tra gli eterni indignati.

Peccato sia troppo tardi. L’escalation e’ iniziata, e dall’altro lato non c’e’ alcuna convenienza a fermarla.

Uriel

(1) andare con un transessuale, come con una prostituta, non e’ un atto politico. Le rispettive mogli possono, ovviamente, avere dei seri pregiudizi verso la gente che scopa coi loro mariti, ma non centra nulla la politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.