Oh…. finalmente Obama fa una cosa.

Alla fine, gli USA del 2009 riescono a raggiungere l’ italia del 1922. Il che non e’ malaccio, se pensiamo che la loro cultura riguardo alla sanita’ e allo stato e’ ferma circa a Calvino, cioe’ al 1564. Suppongo che prima o poi capiranno anche il bello di avere lo stesso codice di procedura penale su tutto il territorio, entrando di diritto nel mondo postnapoleonico, oppure l’assicurazione contro gli infortuni(1). MA andiamo a vedere nel dettaglio l’accrocchio la legge voluta da Obama.

Come ho gia’ detto in passato, negli USA esistevano ed esistono due prgrammi, MediCare e MediAid, i quali coprono (o si sforzano di farlo con costi enormi e sprechi immani) i bisogni dei piu’ poveri. I 37 milioni di americani che restano senza copertura sanitaria non sono, come dice la dialettica socialista, cittadini poveri (anche se ci sono anche dei poveri di mezzo) ma piu’ spesso semplicemente dei malati cronici.

Una delle strategie piu’ usate dalle assicurazioni americane, infatti, consiste nel dimostrare che la persona avesse gia’ dei problemi prima di stipulare il contratto (che spesso si rinnova annualmente) , o che non hafatto tutto il possibile per prevenire una malattia.

In pratica, se quest’anno vi ammalate di una malattia cronica, probabilmente l’assicurazione paghera’ le cure. Ma essa scade l’anno prossimo, e quando ve la rinnoveranno lo faranno escludendo le patologie gia’ in essere, ovverovi toglieranno il supporto per la malattia che avete. Allo stesso modo, se vi ammalate di cancro e fumate, non sperate di avere qualche risarcimento, perche’ sul pacchetto di sigarette c’e’ scritto che il fumo provoca il cancro, e quindi sapevate bene cosa facevate.(2) Idem per gli obesi, idem per i bevitori, eccetera.

Questi utenti, che oggi sono senza copertura assicurativa perche’ dopo il primo “niet” dell’assicurazione hanno deciso di non farne piu’ nulla, sono quei famosi 37 milioni di americani che sono senza copertura assicurativa.

Ma il problema di Obama non si ferma qui. Tantevvero che ha dovuto stanziare 1200 miliardi di dollari per un’assicurazione pubblica. Che cosa significa?

Significa che con la nuova legge Obama vieta alle assicurazioni di praticare il giochino dei “pregressi medici”, costringendole a pagare ugualmente il premio, e lo stesso dicasi per le “condotte poco salutari”. Morale della favola: le assicurazioni reagiranno in due probabili modi: il primo e’ quello di richiedere un checkup completo agli utenti prima di stipulare la polizza. Il secondo e’ quello di scambiarsi dati sulla salute degli americani (3) , riguardo ai precedenti medici di ognuno. Infine, c’e’ il metodo piu’ semplice: alzare i prezzi ai vecchi, alle persone in sovrappeso, ai fumatori, alle donne incinte, a chi fa lavori manuali, eccetera.

E’ presumibile, quindi, che altri 15 milioni di americani perderanno l’assistenza assicurativa dopo questa legge, e per via di questo calcolo (non e’ mica mio, lo ha detto lo speaker del congresso) si stanno stanziando 1200 miliardi di dollari in una sanita’ pubblica che copra anche questi americani.

Primo problema: perche’ coprire 15 milioni di americani e’ cosi’ costoso?

I motivi sono due.

Il primo e’ che le assicurazioni si fionderanno sulle persone “sane” (o presumubilmente tali) offrendo tutti i lussi possibili, come convenzione con ospedali dotati di elicottero di soccorso, ospedali sontuosi, infermiere a domicilio, eccetera. Cosa che lo stato non potra’ fare, per ragioni di budget e di limite agli sprechi.

Cosi’, allo stato rimarranno “gli scarti”, cioe’ coloro che le assicurazioni non “inseguono”, non “fidelizzano” con degli sconti, eccetera. Risultato: rischio piu’ alto, e quindi costi piu’ alti.

Seconda ragione: il sistema medico pubblico americano e’ il piu’ sprecone e costoso del mondo, se calcoliamo il rapporto tra numero di persone e costi complessivi. Questo e’ dovuto al fatto che per operare non hanno la forza della legge come qui da noi, dove lo stato decide di fare un ospedale, espropria, e quindi costruisce l’ospedale. Li’ il diritto alla salute non e’ costituzionale in senso stretto(4) ma sancito come diritto astratto. Il che significa che la sanita’ “pubblica” e’ finanziata dallo stato (il governo centrale) ma deve fare i conti con le amministrazioni locali, lo sceriffo, le strutture, eccetera eccetera eccetera.

Risultato: in ogni contea un diverso ente finisce con il supportare (e appaltare) le attuali istituzioni mediche, le quali lavorano in un regime semiprivato. Poiche’ nel mondo della sanita’ il regime semiprivato e’ costosissimo ed inefficiente (nemmeno in Germania , con tutta la loro pretesa , sono riusciti a far funzionare i privati a costi inferiori rispetto alla sanita’ pubblica) , il risultato e’ che gli USA spendono cifre folli per la sanita’, pur…. non avendo una sanita’.

Poiche’ Obama NON sta istituendo una sanita’ pubblica BENSI’ un’assicurazione sanitaria statale, i costi saranno ENORMI, tantevvero che per assicurare una quantita’ di cittadini preventivata di 50 milioni , meno della popolazione italiana, spenderanno 5 volte quello che spendiamo noi.

L’ultimo tocco di ridicolo lo hanno dato proprio i teodem, pretendendo che la sanita’ pubblica non verra’ estesa ai casi di aborto e per facilitare la vita alle ragazze madri  e alle donne sole (chissa’ perche’ questa cosa non viene scritta dai giornali europei) , con il risultato che… ci si tufferanno i privati. Se la legge passa, in ogni college americano inizieranno a gironzolare agenti assicurativi che promettono l’assicurazione sulle gravidanze indesiderate , comprese le spese di aborto pagate. E ovviamente le assicurazioni faranno lo sconto se si usano mezzi anticoncezionali, diffondendone l’uso. Ci sara’ da ridere.

Ci sono quindi diversi miti da sfatare:

  • Obama non sta istituendo nessuna sanita’ pubblica, bensi’ un’assicurazione pubblica sulla salute. Sempre meglio di prima, ma ancora anni luce indietro rispetto all’ Europa. Questa assicurazione NON e’ gratuita, ma semplicemente convenzionata. Il che significa che i poveri continuerano ad usare MediAid e MediCare, mentre tutti gli altri (working class e malati cronici) potranno usare l’assicurazione dello stato. Per immigrati e veri poveri non cambia nulla. Diciamo che c’e’ nella coscienza statunitense una certa soglia di indeterminazione, per la quale sotto un certo reddito non esisti.
  • I costi si profilano gia’ enormi, perche’ viene mantenuto il sistema basato su ospedali privati che e’ dispendiosissimo e poco efficiente. (Non esiste nel mondo un solo caso di sanita’ pubblica gestita da privati che abbia ridotto i costi. Nel mondo della sanita’, la maggiore efficienza dei privati e’ un mito).
  • Non si tratta di una legge costituzionale, il che significa che il prossimo governo repubblicano si torna punto a capo, o questa riforma verra’ perlomeno definanziata e snaturata.
  • Cosa piu’ importante, lo stato NON si dota di alcuna struttura sanitaria pubblica. Per fare un esempio, mio suocero quando si ammalo’ di cancro fu operato a Verona dal team di Veronesi, che e’ un luminare dell’oncologia. Questo perche’ essenzialmente tutti gli utenti di una struttura pubblica hanno, tendenzialmente , lo stesso trattamento e gli stessi medici. Senza una struttura pubblica, negli USA succedera’ che gli ospedali migliori saranno per i ricchi, e tutti gli altri cittadini avranno ospedali mediocri e medici poco qualificati.

Un’ultima cosa e’ che l’assicurazione non paga alcuna prevenzione. Questo si riferisce al fatto che non esiste il “medico di famiglia”, per cui al massimo puoi avere un medico di fiducia che paghi. Siccome lo paghi, ci vai solo quando stai proprio male o se sei povero non ci vai . In ogni caso, spesso ci vai troppo tardi. Sistemi di screening avanzato come quello della Regione Emilia Romagna che fa un test al collo dell’utero a tutte le donne per prevenire malattie non sono possibili. Idem il finanziamento di cure preventive, il pap test ed altri diagnostici puri.

Insomma, si tratta di un passo avanti, col quale gli USA escono dal terzo mondo e iniziano a camminare i primi passi nel diciannovesimo secolo.

Chissa’, di questo passo in un paio di secoli arriveranno anche ad avere le ferie pagate, o la sospensione del lavoro femminile in gravidanza.

Uriel

(1) Il codice penale americano non e’ uguale su tutto il territorio. In Texas, per esempio, l’esame del DNA e’ valido come prova per l’accusa ma non per la difesa. Se l’accusa trova il vostro DNA a casa della vittima , ma la difesa trova il DNA di un altro sull’arma del delitto, vince l’accusa. No, non sto scherzando. Cosi’ come non esiste niente di simile alla nostra pensione di invalidita’.

(2) Questo fu il reale motivo per il quale furono messi gli avvisi sulle sigarette in USA. Esse permettono alle assicurazioni di rifiutare le cure, dicendo che il malato ha cercato la malattia con una condotta che sapeva (e non poteva non sapere perche’ sta scritto sul pacchetto) che il fumo provoca il cancro. Non per niente il carattere con cui e’ stampato l’avviso e’ grande quanto quello della marca di sigarette: se potevi distinguere la marca, potevi distinguere anche l’avviso.

(3) Ah, si’: quei selvaggi non hanno ancora niente come le normative per la privacy che ci sono in Italia. LA privacy e’ un contratto tra privati che puo’ vincolare qualcuno a non diffondere i vostri dati. Ma se il dato in qualche modo esce dalla banca dati, venderlo, pubblicarlo o diffonderlo non e’ reato.

(4) La costituzione enuncia che i cittadini hanno diritto a curarsi, ma quelle europee enunciano che lo stato si adopera per rimuovere gli ostacoli che eventualmente impediscano le cure, come la poverta’, mentre la costituzione USA enuncia solo che nessuno puo’ impedire ad un cittadino di curarsi come ritiene. Se trova degli ostacoli di altro tipo, come i costi, cavoli suoi.