Lettera ad uno “scudo umano”.

Di Levoivoddin aka Uriel Fanelli. 24 febbraio 2003

Alla vigilia di una guerra contro l’iraq, che mettera’ in campo armi di cui non conosciamo nemmeno l’esistenza, tu sei li a Baghdad a fare lo scudo umano. Pensi di piazzarti vicino o sopra importanti strutture militari e civili, “impedendo” o perlomeno rendendo difficoltosa la loro distruzione. In questo senso, ti illudi di poterti avvicinare, in piena guerra, a dei luoghi di importanza strategica. Ora, sii un minimo realista: secondo te gli iracheni sono dei pisquani tali da lasciar avvicinare un occidentale non meglio identificato agli obiettivi strategici in piena guerra?. Fosse cosi’, la meta’ di voi e’ costituita da agenti della CIA con lo zainetto pieno di esplosivo (biologico, of course, che non avveleniamo il pianeta) e sarete voi stessi a far saltare gli obiettivi. Tuttavia dubito che gli iracheni siano dei pisquani, e credo che alla fine voi siate quel che dite di essere. Dunque, non potrete scegliere voi gli obiettivi da “difendere”. Vi ci porteranno in catene, temendo che voi siate agenti dei serivizi in incognito, venuti a sabotare gli obiettivi che dite di voler difendere. Verrete dunque incatenati da qualche parte a scelta dei servizi segreti iracheni, se vi va bene. Dico se vi va bene perche’ gli iracheni potrebbero voler giocare d’anticipo, e dichiararvi morti fin dal primo giorno. Dunque, potrebbero uccidervi tutti il primo giorno di bombardamenti, per accusare da subito l’occidente. La vostra morte il 20° giorno di bombardamento infatti arriva troppo tardi, con l’iraq in macerie. Meglio per il regime che voi moriate subito. Probabilmente vi uccideranno loro il primo giorno, e poi daranno la colpa all’occidente. Ma supponiamo anche che non lo facciano. Saddam Hussein e’ noto come il fratello minore di madre teresa di calcutta, alla fine dei conti. Allora, voi siete li’ legati ad un bersaglio, con una bella maglietta “stop war”, baluardo di giovani petti a difesa della patr…pardon, pace. Sapete cosa succede? Proviamo a figurarcelo. Se il vostro bersaglio e’ preso di mira da un missile da crocera, non lo fermerete affatto. Quel genere di missili viene regolato giorni prima, con il costrutto di una rete NBP, la quale si e’ allenata a riconoscere quel determinato palazzo in ogni possibile condizione: fumo, palloni aereostatici di protezione, alberi, modifiche del paesaggio, mimetizzazione. Quel particolare calcolatore sul missile di fatto non vi vede: e’ costruito per eliminare i disturbi, le travisazioni, ogni cosa che modifichi l’aspetto del palazzo. Voi siete un particolare imprevisto, non c’eravate durante l’addestramento della rete, dunque venite rimossi come “disturbo”. Il missile “vede” il palazzo ma non “vede” voi: vi rimuove sistematicamente dal campo delle cose che “vede”. Arrivera’ comunque al bersaglio. MA di questi missili ne vengono lanciate poche centinaia su migliaia di bersagli, direte, dunque c’e’ la possibilita’ che a guardare sia un’essere umano. Vero, potrebbe essere una bomba a guida laser. In alcuni modelli c’e’ un tizio, un infiltratore, che si e’ infiltrato nel territorio nemico con un’aggeggio che punta i bersagli. Si mettera’ a qualche centinaio di metri da voi, e puntera’ un fascio laser sul punto che la bomba deve colpire. Il laser essendo coerente non sara’ visibile se non ci si trova sulla sua traiettoria, ma quando incontra il bersaglio viene riflesso in tutte le direzioni, apparendo come un puntino luminoso che si accende e spegne come un segnale morse.(per non confonderlo con falsi bersagli). Perfetto, direte voi, l’uomo che punta il bersaglio mi vedra’, direte voi. Vi vedra’ e fara’ quel che deve lo stesso. Perche’ per arrivare fino li’, l’omarino col laser ha rischiato la pelle. Centinaia di km nel territorio del nemico. Se lo prendono se lo spellano e se lo impalano. Hai idea della fretta che ha quel tizio di finire la missione e tornare a casa? Pensa , dopo 35 missioni verra’ distaccato in patria e non rischiera’ piu’ la penna. E quella e’ un’altra tacca sul mirino. Pensi che abbia voglia di rimanere li’ in territorio nemico fino a quando tu non ti decidi a togliere le tende? E per cosa, per te? Non ti illudere, per lui sei un “fuckin’ radical”, un’idiota idealista se non un “communist bullshit”. Un ostacolo sulla strada del ritorno a casa sano e salvo. Puntera’ il suo laser esattamente dove deve, e tu vedrai questo puntino che si illumina vicino a te, e saprai che la bomba scoppiera’ esattamente li’. Poi salterai in aria. Pochi secondi di panico, comunque, potresti anche non fare in tempo a fartela addosso e restituire un cadavere con le mutande bianche (o rosse) alla tua famiglia. Consolatorio, is not? In ultimo, potresti avere a che fare con un kommando. Beh, dirai tu, questi sono li’ di presenza, faccia a faccia, ci posso parlare. Non spareranno mica ad un povero ragazzo incatenato ad un muro, vero? Hai i tuoi diritti, e magari ti aspetti anche che te li leggano. Non ti illudere. Quei signori si stanno allenando e dopando da circa 4 mesi. Dopando? Si, dopando, mica c’e’ la squalifica per il soldato dopato. Pensi davvero che nessuno abbia mai pensato a farlo? Mica c’e’ il comitato olimpico che squalifica gli eserciti per doping, sai? Comunque, hai di fronte un bestione ipertrofico , strafatto di anfetamine. Si, strafatto. Lo facevano gia’ i nazisti nel 45, con la “cioccolata magica”. Queste persone rimangono sveglie e combattono per giorni e giorni di fila. Pensi davvero che sia una prestazione “naturale”? Prima di inviarli a combattere li dotano di pillolette magiche. Via la stanchezza, via il dolore se vengono feriti, via la paura, iperlucidita’. Questi qui sono strafatti con una miscela di antidolorifici (casomai venissero feriti), ansiolitici e anfetaminici vari. Non hai la piu’ pallida possibilita’ di “comunicare” con loro. Ti taglieranno la gola, piazzeranno le cariche e se ne andranno, e poi “bum”. Oppure, non ti taglieranno affatto la gola, piazzeranno le cariche e poi bum. In ogni caso, finisce che “e poi bum”. Ora, tu mi dirai che in questo caso lo sdegno per la tua morte riempira’ i media, e dara’ problemi alla’amministrazione americana, e tutte queste cose qui. Hai dimenticato un piccolo problema: se tutto questo succede, e’ perche’ la guerra e’ iniziata E si sta svolgendo. Cioe’, hai gia’ perso, non hai fermato niente. Al contrario, se tu non dovessi essere legato al bersaglio e non dovessi venire ucciso dalle bombe, allora la guerra non si sta facendo, e quindi tu non fai da scudo umano proprio a niente. Nel concreto, quello che stai facendo e’ una stravagante forma di turismo, se la guerra non ci sara’, e una forma esplosiva di Bunjee Jumping se vanno male. Il problema e’: per provare qualche brivido in piu’, era proprio necessario buttarsi in una grana del genere? Lanciare sassi dai cavalcavia, gettarsi a 250 all’ora negli incroci col semaforo rosso, stendervi sulle rotaie prima che passi il treno, non vi eccita piu’? Misteri dell’occidentale annoiato da una vita opulenta….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.