La raclette di Silvio.

Ieri sera ero ad una cena da amici, una cena a base di raclette. Ora, immaginate che improvvisamente vi arrivi la notizia, che “Berlusconi ha fatto cadere il governo”. Aha. Il che, nel bel mezzo della Nord Reno Westfalia e’ un notizione. La mia risposta e’ stata, lo ammetto, un pochino scomposta:  ho detto “beh, dai questi cetriolini non sono davvero piccanti”.

Dopo aver servito altra carne cotta a mia figlia – mentre le spie di Barilla cercavano di filmarmi per avere uno spot con un uomo che serve a tavola una donna(1) – mi e’ venuto in mente un pensiero assolutamente inquietante.Voglio dire, l’ Italia deve consegnare il decreto di stabilita’ (la finanziaria) a Bruxelles entro il 15 ottobre. Cosa c’e’ di meglio di una crisi di governo il 28 Settembre, prima che qualsiasi decisione su IMU e IVA sia stata presa? In compenso c’e’ di peggio, ovvero la Boldrini che critica la pasta Barilla.
In effetti la Boldrini ha ragione: non ci sono all’estero spot ove le casalinghe servono la pasta alla famiglia. In Germania non lo permetterebbero mai. Le donne della pubblicita’ qui ti servono KäseSpätzle, perche’ l’utero e’ loro e il formaggio ce lo mettono loro.
Comunque, poi mi viene in mente che IVA e IMU erano nello scorso dpef, quindi se nessuno fa nulla l’ Italia rimarra’ con le vecchie tasse, e probabilmente rientrera’ nei limiti. Come dire che se saltate in aria su una mina e vi amputano le gambe all’anca, poi siete nel vostro peso forma.  Incoraggiante, no?
Con questo pensiero vado a nanna, e stamattina mi metto a leggere i giornali online. E allora leggo che Letta “vuole inchiodare Berlusconi alle sue responsabilita’ “. Immagino il terrore a casa di Berlusconi, quando ha sentito questa frase. Dovra’ forse ammettere che ha fatto cadere lui il governo.
Cioe’, se tutti i giornali d’ Italia scrivessero, che so io “il governo e’ inciampato su un tappeto” , oppure “un meteorite colpisce il governo”, o “il destino cinico e baro fa cadere il governo”, lo capirei. Ma non c’e’ cazzo di giornale che non dica che Berlusconi ha fatto cadere il governo. E letta spera che Berlusconi si tiri indietro se lui lo costringe ad ammettere in pubblico che fa cadere il governo.
Ho capito la logica, e’ un pochino come una donna che durante uno stupro di massa dica “adesso li sfianco tutti e sedici, domattina saranno distrutti dalla stanchezza”. Aha. Ci crediamo tutti.
Grillo chiede le dimissioni di Napolitano.Insomma, la nave affonda, quindi se mettiamo il detersivo ovunque, verso i duemila metri sott’acqua i pavimenti splenderanno. Ok. La sua proposta e’ di tornare alle elezioni. Il che, visto che il governo e’ caduto e si tornera’ alle elezioni, ricade nel caso della donna stuprata che dice “adesso li ammazzo tutti a pompini”. Ok, genius, avrai le tue elezioni. Uno-due mesi di campagna elettorale condita dalla  galera del candidato che grida al complotto contro di lui, e altri due partiti  di cui uno, il PD, non sa di preciso come eleggere il candidato, e l’altro non governera’ se non prende il 51%.
Insomma, “la morte  come strategia evolutiva”.
Grillo dice che non occorre un indovino per capire cosa succedera’, ma se il debito italiano verra’ declassato a Junk, le banche italiane che ne sono strapiene diventeranno banche Junk , e Draghi tagliera’ la spina. Per evitare che la BCE stacchi la spina, le banche dovranno vendere (al prezzo di Junk) i btp di cui sono in possesso, col che lo spread iniziera’ a crescere.
 Tutto sara’ in mano a meccanismi economici automatici, perche’ Hollande ha la leadership tipica di un totano del sedicesimo secolo, la Merkel  impieghera’ un mese a definire un programma con SPD, e a Bruxelles prenderanno in mano il problema col loro solito metodo: una bella direttiva sul peso specifico standard delle palle di toro. Cosa di cui tutti sentiamo il bisogno.
Insomma, Grillo dice “in alto i cuori”, e mi sembra ragionevole: se volete avere qualche speranza sul mercato degli organi.
 Allora arriva il disastro? No.
Con l’aumento di IVA e IMU, i conti del governo torneranno a posto: la finanziaria vi occorreva per EVITARE questi aumenti, che furono decisi anni fa. Insomma, se anche il paese e’ senza capitano, va nella direzione giusta.
Il guaio e’ che oltre ai conti pubblici , avete anche un’economia. Davvero pensate di sopravvivere contro paesi che hanno l’ IVA ancora al 19%, o di mantenere il valore degli immobili a garanzia delle banche dopo un’altra passata di IMU?
Ora, mettetevi nei panni delle banche: il punto cardine del loro valore, cioe’ le ipoteche immobiliari piu’ ricche, sta per svalutarsi. L’altro punto cardine, il commercio e i fidi , quei pochi che ancora esistono, subiranno una drastica forbiciata per via dell’inevitabile crollo dei consumi.
Cosi’ avrete un paese che tecnicamente ha i conti a posto, ma si avvia verso la recessione economica ancora piu’ profonda, e contemporaneamente al fallimento delle banche. Inoltra se non si approva il DPEF Bruxelles iniziera’ la sua procedura , e vi troverete con la trojka a compiere le verifiche del caso.
No, non sara’ cosi’ divertente.
Cosa succedera’ allora? Beh, e’ semplice. Innanzitutto il PD dira’ che e’ colpa di Berlusconi e delle sue malefatte. Questa incredibile novita’ , questa cosa mai detta prima, attrarra’ l’attenzione degli elettori per circa 0.00045123 nanosecondi.
Poi Grillo dira’ che Napolitano deve dimettersi, e che bisogna andare a prendere il 51% per governare con Internet, quando ci ha messo piu’ di due anni e ancora non si vede traccia del suo “parlamento elettronico”: ho visto un sacco di progetti fallire cosi’. Ma anche meglio di cosi’. Per essere il partito che non riesce a costruire un sistema di polling online in due anni , direi che vi salveranno con internet. Nel senso che grazie ad internet potrete prenotare un volo e fuggire dal paese. La gente ci credera’, piu’ o meno, per 0.00065332 nanosecondi.
Il PDL ovviamente dira’ che  hanno fatto dimettere il governo perche’ voleva alzare troppo le tasse, col risultato di avere sia tutta l’ IMU che tutta l’ IVA. La gente ci credera’, per circa 0.000598873 nanosecondi.
Poi, tutti e tre i partiti in coro diranno la cosa che tutti crederanno per i prossimi ventitre’ ANNI:

“E’ tutta colpa della GERMANIA e dell’ EURO.”

A questo , essenzialmente, crederanno TUTTI e per altri 20-25 ANNI. Non importa che avere 1/3 del parlamento in mano ad un comico sia un attimo dubitabile, che averne un’altro terzo in mano ad un patetico vecchio maniaco sia una cosa che si potrebbe evitare, che il partito piu’ “credibile” impieghi 4 anni a capire quali siano le regole INTERNE per formare la propria classe dirigente (cosa che qualsiasi associazione culturale per la pasta con il finocchietto ha nello statuto sin dal primo giorno) : la colpa e’ tutta dell’ Euro e della Germania.
E ci crederete. Ci crederete come sempre, ci crederete anche contro l’evidenza, ci crederete specialmente contro l’evidenza, perche’ l’evidenza punta direttamente contro di VOI, contro i “rappresentanti” che vi rappresentano BENISSIMO  – non li avete scelti per nulla – e contro ogni magagna che emergera’ dai meandri dei bilanci degli scorsi anni, una volta passati sotto la lente della Trojka.
E so gia’ che ricevero’ messaggi dall’economia come calcio senza pallone.
Avete presente i programmi sul calcio? Prima parlavano di partite. Ovvero di calcio. Poi si e’ aggiunto il calciomercato. Poi lo spogliatoio. Poi i moduli di attacco. Poi le strategie extracampionato. Alla fine, sono arrivate – non scherzo – le discussioni “tecniche” sul calcio. Un profano di calcio, che pure avesse visto la partita, era nelle stesse condizioni di chi , da profano, tentasse di commentare un libro di fisica teorica.
Allora non potevi piu’ parlare di calcio, che sebbene sia uno sport cosi’ stupido che qualsiasi cretino di 12 anni col pallone puo’ giocare, diventava tecnica sofisticatissima, con finti formalismi e finte terminologie, il cui unico scopo era di produrre una nuova classe di saccenti. Vedevi queste persone disquisire di supercazzola prematurata calcistica , le quali abusavano di continuo della parola “tecnicamente”, vomitare saccenza sul nulla.
Come reagivo quando questa saccenza costruita sul nulla circondato dal vuoto mi veniva vomitata addosso? Beh, e’ semplice: alla saccenza si risponde con l’onniscenza. E cosi’ , mi limitavo a dire l’unica cosa sensata possibile:
Un calcio di rigore, signori, e’ essenzialmente un problema balistico:il pallone si trova nel punto A e il portiere nel punto B. Il pallone, se entra in porta, ci  entra in porta dal punto C, compreso nello specchio della porta E nella traiettoria del pallone. Se il tempo che il pallone impiega tra A e C e’ inferiore a quello che il portiere impiega tra B e C, il pallone fa goal. Non c’e’ nulla di interessante in due stupide equazioni.
Che cosa significa? Che potete parlare di finte, controfinte, fattori psicologici, esperienza del portiere, panchina, spogliatoio, tifo, calciomercato, e abusare della parola “tecnicamente” quanto vi pare, ma se il pallone e’ va verso un punto ove non c’e’ il portiere al momento del calcio, TUTTO IL PROBLEMA SI RISOLVE IN UNA SOLA DISEQUAZIONE nel campo del tempo. Fine.  Il portiere puo’ spostarsi al massimo di circa 36Km/h, record massimo di velocita’ umano.
La distanza tra il portiere ed il punto ove il pallone entrera’ in porta e’ X. Il pallone deve andare dal cerchietto allo stesso punto in meno del tempo che impiega , a 36km/h, il portiere a percorrere X. Scelto il punto ove far passare il pallone, IL RESTO E’ UN MERO PROBLEMA DI CALCOLO DELLA VELOCITA’ del pallone. E’ “imparabile” ogni tiro la cui velocita’ permetta al pallone di raggiungere il punto di intersezione con lo specchio della porta in un tempo minore di X percorso a 36 Km/h.
Perche’ allora c’e’ gente che perde il suo tempo a parlare, PER ORE, di tecnicismi, di tecnicamente, di panchina, e di tutte le discussioni che si fanno per un rigore? Semplice: perche’ e’ una pseudo-tecnica costruita sul NULLA. Un argomento costruito e stratificato al preciso scopo di poter parlare di NULLA facendo credere di SAPERE QUALCOSA.
Ecco, oggi il calcio e’ in declino, e quindi il nuovo calcio e’ la macroeconomia.
Il CDA ha preso il posto della panchina, la BCE ha preso il posto dell’arbitro, la disoccupazione ha preso il posto del “controllo palla”, i dati macroecnomici hanno preso il posto dei risultati di campionato, le nazioni hanno preso il posto delle squadre, gli accordi economici hanno preso il posto dello spogliatoio, e ai giocatori avete sostituito i finanzieri. L’economia e’ il nuovo calcio.

Bene. Adesso vomitate pure tutta la merda che volete, dite “tecnicamente”, (2) e cominciate con le disquisizioni su questo e quello. Aha. Ma non provateci con me. Sapete perche’? Perche’ combattero’ la saccenza con l’onniscenza, ovvero vi diro’, molto semplicemente, che:

Tutta l’economia si riduce ad un problema di sommatorie. Le entrate e le uscite possono essere una maggiore dell’altra, uguali, o una inferiore all’altra. Questi tre casi sono gli unici tre, e non c’e’ nulla di intellettualmente stimolante in questo problema, tutto sommato banale quanto noioso.

Se insistete con la saccenza, posso mettervela giu’ in maniera ancora piu’ onniscente, e calcolarvi il “rotore di bilancio”, ovvero, dal momento che i soldi entrano ed escono da una precisa zona detta “proprieta’”, che ha dei limiti del tutto analoghi a quelli di un insieme topologico, tutta la vostra economia si riduce a questa definizione:
ovvero, in definitiva si tratta  di rappresentare il movimento dei soldi come un vettore, allora il mercato e’ un campo vettoriale, e il suo andamento e’ rappresentabile come un rotore di campo: http://en.wikipedia.org/wiki/Curl_%28mathematics%29
Voi direte: ehi, ma lo dici cosi’? Certo. Dire che l’intera finanza si possa rappresentare come un campo vettoriale di scambi e il bilancio sia l’operatore rotore dentro un preciso intorno detto proprieta’ e’ ovvio quanto dire che tutto il problema di un rigore sta nel determinare una velocita’ ed una direzione che intersecano lo specchio della porta in un tempo troppo breve perche’ il portiere possa raggiungere lo stesso punto.
Non significa che il problema sia semplice da risolvere, anzi, occorre un bel pochino di calcolo per calcolare un rigore. Cosi’ come per l’economia.   Ma formalmente, la descrizione del problema e’ ovvia, incontestabile. Si tratta di quelli che io definisco “gli argomenti dell’onniscenza”, ovvero “come descrivere un problema in termini formali”. A patto che basti descrivere il problema(3) per avere la soluzione, chi sa descrivere abbastanza bene un problema e’ semplicemente onniscente.
Perche’ uno dovrebbe usare argomenti simili?

Perche’ l’unico rimedio sociale contro la saccenza e’ l’onniscenza.

Arriva un intellettuale di sinistra che vi parla di quanto sia bello un libro? Beh, in fondo sono stringhe. Avranno una quantita’ di informazione e qualche entropia. Per quanto sofisticate, saranno sempre dentro ad un teorema di Skölem – Lowenheim, e non andranno oltre alla potenza del linguaggio usato. Perche’ occuparsi di una stringa? Sono problemi banali. Andate da un geometrista e parlate con lui di permutazioni, io ho cose piu’ interessanti cui pensare.
Arriva un esperto di cinema d’ Essai e vi parla dei film di Pasolini, uno magari in bianco e nero? Ok. Ma trasformato in wavelet, un film in scale di grigio ha pochissimo contenuto, rispetto che so io a “Belladonna Vs. Tiffany Mynx”, che dura di piu’ ed e’ in HD a colori. Se anche Pasolini fornisse qualche informazione a chi guarda il suo film, ne fornira’ sempre meno di quanta ne  fornisca un bel film porno in 4 DVD. Non ho tempo da perdere per film  cosi’ scarsi di contenuto, come quelli di Pasolini, quando un porno americano puo’ darmi molto di piu’?
E sia chiaro, non sto dicendo niente di FALSO: se misuriamo la quantita’ di informazione secondo Shannon, il nostro film in 4DVD , in HD full color, “Belladonna vs Tiffany Mynx” , contiene DAVVERO piu’ informazione del piu’ interessante film del piu’ grande intellettuale di 40 anni fa, visto che i limiti della tecnologia cinematografica erano quelli che erano. “tecnicamente” parlando, “Odissea nello spazio” di Kubrik vi passa meno informazioni di “Sasha Grey gangbang”.
Arrivano i sociologi e vi parlano di “societa’ umana”? Bene. Essa e’ descritta in termini statistici assolutamente credibili, in termini numerici, nel database di Facebook, o in quello di Google. E anche se ancora Facebook o Google non avessero raccolto abbastanza dati (la teoria delle stime dice pero’ di si) , essa obbedirebbe comunque alle leggi della statistica ordinaria, con alcune aggiunte prese dal campo della fisica. Davvero trovate interessante un miserabile  sistema stocastico di Itö?   Ho cose piu’ interessanti da fare.
Data una materia, come fisica o matematica, che fornisca un approccio formale ab initio dei problemi, e’ possibile costruirci sopra un approccio onniscente, purche’ si limiti alla descrizione formalmente esatta del problema, e del nome delle materie che si occupano di risolvere quel problema. Il resto e’ un problema di tecnica matematica e potenza di calcolo.(4)
E sia chiaro: sto dicendo il vero. Basta non sapere quanto sia dura la parte “Il resto e’ un problema di tecnica matematica e potenza di calcolo”, cosa che normalmente gli ignoranti saccenti – tipo quelli che dicono “tecnicamente” parlando di calcio – non sanno.
E cosi, a tutti i blogger “di economia”, di “geopolitica”  di “finanza” e di tutto quanto, per i quali economia, geopolitica, finanza sono IL NUOVO CALCIO, rispondero’ sempre allo stesso modo: oscillazioni di mercato? Roba da teoria del caos, ci sono teoremi da anni, a riguardo. Mercato finanziario? Un campo vettoriale del cazzo, non rompetemi le palle con queste inezie. Sociologia? Una forma di statistica, ma tornate sui banchi di scuola.
E sto dicendo IL VERO.
Perche’ la societa’, la politica, la geopolitca, la finanza, NON SONO IL NUOVO CALCIO, di cui parlare con aria saccente riempiendo le frasi di “tecnicamente” di qui e di la’.
E sapete perche’?
Perche’ quando finisce la partita di calcio, tornate a casa e lunedi’ ricomincia tutto come prima. Mentre quando finisce una partita finanziaria, o politica, tornate a casa E NON AVETE UN CAZZO DI IDEA DI COME SARA’ LA VOSTRA VITA LUNEDI’.
La differenza tra il calcio e le altre materie che avete imparato a trattare come calcio, signori, e’ che dal calcio NON DIPENDE la vostra esistenza.
Ma questa, in ultima analisi, e’ roba di cui parlava gia’ Poincaré. Adesso , non e’ che potete aspettarvi che ci perda piu’ tempo di tanto, eh. “tecnicamente”, signori, Gianna Michaels e’ molto piu’ stimolante.
Proprio cosi’.

E se qualcuno di voi si illude che quando l’ Italia sara’ un problema enorme , l’Europa dovra’ rimetterla insieme, ricordate che quando c’e’ un pazzo con una bomba in mezzo ad una scuola, il problema non e’ salvare il pazzo con la bomba, ma salvare i bambini. Il pazzo, e’ quello da eliminare prima che faccia una strage.

Fosse anche un paese intero. Se l’Italia diventera’ un problema catastrofico per l’europa, il problema non sara’ salvare l’ Italia, la Salvare l’Europa, e questo potrebbe anche implicare cose MOLTO sgradevoli per voi.

Uriel
(1) Ok, mia figlia ha sei anni, ma basta tirare in ballo l’omeopatia, ed e’ una donna.  In senso omeopatico, ho servito una donna a tavola.
(2) Non e’ mai esistita un’azienda “tecnicamente fallita”, il fallimento e’ un atto formale previsto da una precisa azione di un preciso tribunale. Il fallimento e’un fatto materiale, non una deduzione “tecnica”.
(3) Descrivere bene il problema e’ NECESSARIO per trovare la soluzione, ma non sufficiente, com’e’ ovvio che sia.
(4) Come ogni cosa. L’onniscenza e’ il sottospazio generatore dell’onniscenza.