La giornata delle tardone.

Lo so che vi sembrera’ strano, ma oggi nella Nord Reno Westfailia e’ la giornata della tardona. Non saprei come altri definire una giornata che si chiama “altweiber”. E’ la giornata nella quale se indossate una cravatta(1) le donne di una certa eta’ (2)vi fermeranno , vi taglieranno la cravatta e vi daranno in cambio un bacio. Se lo gradite piu’ di tanto, dopo le 17.00 di oggi il tasso alcoolico sara’ cosi’ alto che vi daranno anche di piu’.
Tutto inizia la mattina. Io so di questo strano carnevale che usa a Colonia, Dusseldorf e poche altre citta’, ma non riesco ancora a collocarlo nel tempo. Del resto, i tedeschi a stranezze vanno abbastanza forte, specialmente nel campo dell’abbigliamento. Cosi’, mentre cammino per andare al lavoro, non mi stupisco molto di questo signore tedesco qui:
HPIM1928
Non me ne stupisco per via del tacco 14: un uomo che resista piu’ di 8.3 nanosecondi con quel tacco, e che riesca pure a ballarci sopra non e’ uno che ha iniziato questa mattina. 
Pensavo quindi che fosse un travestito locale eroico (dal momento che quella roba bianca a terra e’ brina, c’e’ stato vendo da Nord)  e ho tirato dritto, dopo la foto di prammatica.
Neanche le leggere modifiche alla segnaletica stradale mi hanno insospettito. Voglio dire, se la gente sente il bisogno di segnalare i cessi, dopotutto i turisti lo apprezzeranno. Anche se lo facciamo seguendo lo stile “sturmtruppen”.
HPIM1944
Che Bonvicini avrebbe dato un occhio per questa fotografia.
Tutto finisce in ufficio. Cioe’, voi prendete un ascensore e ci trovate un tizio vestito cosi’:
HPIM1923
E voi capite che, anche essendo in Germania, qualche sospetto vi viene.  Voglio dire, di solito i tedeschi non vestono benissimo, ma solo per l’altweiber vi capitera’ qualcosa del genere. E se capite che quello con le corna risponde della sicurezza dei dati di qualche milione di persone, capite che sta succedendo qualcosa di terrificante. E no, non si tratta di un’invasione di unni.
In questi giorni, il tedesco sente il bisogno di sfogare tutta la repressione di un anno a seguire le regole. E fa le cose piu’ astruse. Si ubriaca anche, ma in Germania e’ normale. Cosi’  dopo il buffet aziendale  sono andato a mangiare al mercato scoperto, ma al posto del luogo ove mangiavo ci ho trovato questo coso qui.
HPIM1931
Cioe’ dei tizi vestiti in maniera … cosi’, che cantavano in coro una assurda canzoncina che sembra tirolesee, ma senza darsi dei calci nel culo (i locali sono “vagamente piu’ grossi” dei tirolesi).
Insomma, se volete trombarvi una quaranta-cinquanta-sessantenne tedesca truccata da vedova di un cacciatore, con tanto di cane a rotelle al seguito, e’ il momento giusto. Datele un poco di corda ed e’ fatta.
Si, avete letto bene, ho detto “cane a rotelle”:
HPIM1936
E sulla psiche di un popolo che puo’ trovare divertente un cane  a rotelle, lascio e raddoppio….
Uriel(1) Non e’ esattamente un mio problema. L’ultima volta che ho indossato la cravatta era il Cambriano, e non ho capito bene il perche’ sia successo. Mi consola il fatto che sul cambriano neanche gli scienziati abbiano molte certezze.

(2) In realta’ non ho niente contro le donne di questa eta’, dal momento che tutti invecchiamo. Il problema e’ che l’unica traduzione papabile di “altweiber”  e’ “tardona”. A quanto pare, la parola ha un uso simile. Se sbaglio, coriggetemi: il tedesco che me lo ha spiegato e’ sbronzo. Ed e’ vestito da Fatina Campanellino. Non esattamente la mia immagine di “fonte affidabile”:

HPIM1930