Italien zu vermieten.

Dopo lo scorso post mi chiedono nei commenti che cosa accadra’ in Italia.Sembra che molti italiani ancora non abbiano capito bene che, con la caduta eterodiretta di Berlusconi, oggi sono essenzialmente servi di un padrone straniero. Sebbene questa condizione di cattivita’ sia storicamente molto comune, sembra che esista una vera e propria arte di fingere, di illudersi di essere ancora padroni del proprio destino, di avere una politica domestica capace di decidere.

Avrete notato, per dirne una, le perplessita’ di Casini sull’ IMU. Ora, Casini non e’ un tizio qualsiasi, quando si parla di IMU. Marito di Azzurra Caltagirone, cioe’ di un immobiliarista, questa nuova stangata sulle case la sente in famiglia. Immobiliare bloccato e prezzo delle case in diminuzione non sono cose un Caltagirone possa accettare di buon grado, anzi.

Allo stesso modo Bersani, che viene dalle grandi coop di costruttori emiliani, di rospi ne ha dovuti ingoiare , per non parlare della nuova riforma del lavoro. E anche Alfano , se vogliamo parlare di beauty contest ed altre piccolezze, non scherza.

Insomma, in ultima analisi quello che succede e’ che sembra che Monti abbia il potere misterioso di far accettare ai partiti cio’ che sino a poco tempo fa non avrebbero mai accettato, se non altro per motivi personali legati alla storia dei leader.

Appare molto difficile immaginare come il trio ABC, dopo essere apparso concorde ed affiatato in pubblico, possa poi rompersi in polemica durante la campagna elettorale.Siamo davvero sicuri che non si presenteranno insieme?

Il punto e’ che non l’italiano non vuole  vedere quale forza misteriosa costringa i partiti ad obbedire obtorto collo , perche’ la troverebbe umiliante. Eppure, e’ la stessa forza che gli stessi italiani sono andati ad applaudire perche’ aveva abbattuto il malvagio Goldstein, Silvio Berlusconi.

L’unica forza attualmente fuori dai giochi e’ la Lega, ma “guarda caso” arriva puntuale l’inchiesta dei magistrati. Ovviamente , pur di non credere ai loro occhi , gli italiani crederanno a qualsiasi cosa.

Probabilmente vi illuderete che la magistratura agisca “quando ha notizia”, e quindi si sia mossa -per puro caso-, naturalmente, proprio quanto serve al padrone una testa da appendere alla cintura per avvertire gli altri.

E magari penserete che sia un caso anche la sfilza di risultati positivi per berlusconi negli ultimi processi: da quando ha rinunciato alla poltrona, sembra che la giustizia abbia cambiato guanto nei suoi confronti, dal ferro al velluto. Al punto che arriva a presentarsi ai processi, ed e’ assai improbabile che venga condannato: in ultima analisi, se persone maggiorenni vogliono fare orge in una villa possono farlo, e dei rapporti sessuali con Ruby non c’e’ prova, se non millanterie telefoniche.

Quindi no, vi illuderete che tutto vada benone. Che siete liberi. Che, come stanno facendo i francesi, possiate scegliere alle prossime elezioni che partito scegliere.

Ora, supponete che alle prossime elezioni il partito “ABC” si porti senza polemiche, dicendo “adesso vogliamo un governo di unita’ nazionale per risolvere i problemi”. Non mi interessa sapere se sia plausibile e non accettero’ commenti a riguardo. Ma se governano oggi, e la situazione non si capovolgera’ entro un anno, possono farlo anche in futuro. Dunque, domani ABC si propongono per cinque anni di governo che rimetta insieme il paese. Ovviamente, seguendo le preziose ricette di BCE e FMI.

Se non foste d’accordo con la ricetta di austerity della BCE & FMI, cosa potreste fare? Chi potreste votare?

La Lega sara’ a pezzi, e verra’ tenuta sotto pressione per mesi se non anni. Di Pietro e’ inguardabile. I seguaci di Grillo al governo promettono improbabili norimberghe ed un default che non saprebbero gestire, piu’ azioni contro le scie chimiche ed il signoraggio.

Concorderete che di fatto non avete scelte.

Adesso supponiamo che ABC si portino alle prossime elezioni divisi. Ma con lo stesso identico programma: i famosi consigli di BCE & FMI. Adesso che fate? Vi dividerete in due fazioni, chi ama Alfano e chi ama Bersani con Casini, o Alfano con Casini e Bersani da solo, e poi? Che scelte avete?

Nessuna. Avete un padrone. Il francese puo’ scegliere tra un Sarkozy europeista e favorevole alla politica BCE attuale, contro un Hollande che vuole cambiare il fiscal compact e fare altro. C’e’ poi Marine Le Pen che puo’ dare una scossa ad entrambe le parti.

Che cosa c’e’ invece per l’italiano? Quale scelta? A giudicare dal comportamento dei partiti , oggi, una qualche forza li sta costringendo a concordare obtorto collo , su una linea politica unica. Ovviamente non riuscirete a riconoscere in questa forza la parola “padrone”. Vi piace pensare di essere liberi, di poter scegliere.  pillMa non potete scegliere. Ed il problema e’ che volete , per scelta, ingoiare la pillola sbagliata. La parola “padrone” rende la pillola cosi’ amara, cosi’ ingestibile per il narcisismo malato medio che non ci sara’ alcuna ribellione: per ribellarsi occorre accettare di avere un padrone. Ma non lo accetterete MAI: la nazione speciale, importante, il pezzo unico e raro, nel quale gli abitanti preferiscono … come avete scritto in un commento? Un giorno da italiano che cento anni da tedesco, non accettera’ MAI di avere un padrone.

Vedrete i magistrati distruggere il principale partito di opposizione e guarderete senza fare una piega. Sino a ieri non c’era neanche una multa, oggi ovviamente si scopre una nuova tangentopoli. Sul partito di Alfano, invece, tutto tace. Che strano. Tutto normale, ovviamente.

I partiti hanno votato la sedicesima fiducia a Monti su un’altra onda di sacrifici e tasse. E lo spread e’ di nuovo a 400. Sopra il 200 , non c’e’ credito per le aziende. Ovviamente, adesso va tutto bene, ma entro qualche mese arrivera’ la nuova “ondata di sacrifici necessari”. O se preferite, i nuovi sacrifici per la crescita. I sacrifici per la crescita. Come no: l’ignoranza e’ forza, la liberta’ e’ schiavitu’, la guerra e’ pace. Quindi, sacrifici per la crescita.

1984_Cinema
La liberta’ e’ schiavitu’, la guerra e’ pace, l’ignoranza e’ forza, i sacrifici per la crescita.

Ovviamente andrete a cercare il club bildberg, le scie chimiche, la perfida germania e quant’altro. Ma in realta’ siete stati VOI a volere la caduta del governo eletto. Era cosi’ importante abbattere Berlusconi che non avete esitato a tradire il paese per questo. Eravate VOI a comprare pagine di giornale su quotidiani stranieri chiedendo all’ “opinione pubblica internazionale” di fare qualcosa contro il governo in carica.

Il giorno della caduta di Berlusconi, era in corso una riunione dei tecnici del ministero delle entrate. La rinuione fu interrotta e annullata perche’ un gruppo di tecnici della BCE , inviati da Bruxelles, era arrivata in Italia e aveva aperto la porta, ponendo la parola fine alla sovranita’ del paese.

In quel momento, voi eravate in piazza a festeggiare perche’ Berlusconi era caduto. Non vi importava nulla del fatto che -per una semplice questione di principio- era comunque il governo legittimo ed eletto del paese. Niente, la libidine di giocare alla primavera araba era troppo forte. Anche tu rivoluzionario! La rivoluzione a basso costo.

Solo che il costo non sara’ basso.

L’applauditissimo Fini ha tramato, insieme all’amatissimo Napolitano, di uscire dalla maggioranza che lo aveva eletto e messo a presidente della camera, di fondare un suo partito MENTRE era presidente della camera -di solito i presidenti della camera NON hanno tessera- per andare contro il governo. C’era materia per due accuse di tradimento, ma si sa, contro il Nano era tutto lecito.

Oggi, tutte le istituzioni che avete distrutto pur di andare contro Berlusconi sono solo macerie. Adesso ovviamente c’e’ un padrone. Nel vuoto , arriva SEMPRE un potere esterno: nequaqua vacuum, in politica non c’e’ mai il vuoto.

Vi siete sentiti rivoluzionari per un giorno, in piazza come a Tripoli e Tunisi. Pensavate che fosse una libidine a basso costo.

Beh, le cose non stanno proprio cosi’.

Adesso arriva il costo, e arrivera’ ad ondate , sempre piu’ caro. Avete un padrone, che costringera’ i partiti a fare quello che non hanno mai voluto o potuto fare.

Ora vedete il risultato: i principali partiti italiani  PD, PDL e il partito di Casini (non ricordo come si chiama) in un governo unico. La differenza di posizioni tra loro e’ inferiore a quella tra correnti DC di un tempo. Potrebbero persino essere un unico partito.

La Lega e’ -casualmente, of course- sotto assedio dei magistrati -ma non si dica che sia ad orologeria, sia chiaro. Del resto, il partito di Alfano -prima fatto tutto di malfattori- conosce uno strano periodo senza nuove inchieste. Hanno visto la luce, suppongo.

Di Pietro e Grillo non sono nemmeno partiti politici, sono semplicemente tribuni del popolo.

E il prezzo lo pagherete di tasca vostra.

E non per colpa di Berlusconi, o per colpa di Monti o Bersani o della Trilaterale o del club di Bildberg.

Per colpa vostra. Di una incredibile libidine nel distruggere un governo che voi stessi avevate votato, a costo di distruggere completamente ogni forma di integrita’ nazionale. Avete implorato che uno straniero invadesse l’ Italia per liberarvi da Berlusconi.

L’avete avuto.

Adesso, pagate il conto. E non date la colpa ad altri. Come dice un famoso filosofo romano,

“La natura oscura e maligna  dei desideri umani e’ tale che il posto ove ogni desiderio dell’umanita’ si avvera non puo’ essere il paradiso. E’ semmai l’ inferno.”.

Questa roba che avete oggi e’ , semplicemente, l’avverarsi di un VOSTRO desiderio: “per favore qualche paese ci invada e cacci Berlusconi.” Seil vostro desiderio non e’ cosi’ economico come pensavate, se la portata che avete ordinato e’ cosi’ cara, non potete accusare altri che VOI STESSI.

Per il futuro, vi do’ un consiglio: invece di vendere il vostro paese, provate ad affittarglielo. Si dice “zu vermieten” .Almeno non e’ per sempre.

Uriel