Il salvataggio delle banche italiane: via dai conti , SUBITO, II

No, non mi pento di aver lanciato un allarme. Ho scritto che consiglio di abbandonare le banche italiane adesso, e continuo a pensarlo. Tuttavia, visto che qualcuno – evidentemente con qualche interesse almeno peloso – vuole farmi dire cose che non ho detto, completo il messaggio con delle considerazioni a latere. Ovvero, che non e’ necessario vedere uno specifico pericolo per ritirare i soldi, ma basta una situazione abbastanza confusa da non capire. Voglio dire, alla fine sono i vostri soldi e volete delle certezze: in che modo potete avere delle certezze, nel momento in cui le acque sono cosi’ torbide?
Alcuni mi hanno scritto chiedendomi di andare a verificare che, nell’ Art X, Comma Y, limite per Z che tende ad infinito , trasformata del coseno supercazzola a destra ci sia una virgola che profuma di bergamotto, chiaro retrogusto del ’56, indice di fiducia. Ok, va benissimo, e se avro’ tempo mi mettero’ ad odorare il testo originale delle leggi, reperibile in uno scantinato di Alpha Centauri, vicino alla gabbia del ghepardo, per vederci chiaro.

Ciononostante, io saro’ l’ UNICO a farlo.

La persona che a Wall Street prende la decisione di vendere, invece, non lo fara’. Perche’ non ha il sangue freddo di un appuntato dei carabinieri che interviene in una rissa ma NON spara, anche a rischio della propria incolumita’. Non ha il senso di responsabilita’ di un pilota d’aereo, di un autista di tram, che rimangono li’ anche quando c’e’ un problema. Non stiamo parlando di gente che ha il sangue freddo di un portantino di ambulaza o di un medico di pronto soccorso. 

Parliamo di drogati subumani dipendenti dalla cocaina  che non sanno nemmeno dove sia l’Italia: sanno che ha una vaga forma di stivale (motivo per cui la confondono con la Nuova Zelanda) e che c’e’ Venezia. E non sanno mantenere la calma come un caporale degli alpini in Afghanistan , che ha il dito sul grilletto ma spara solo se serve: si tratta di drogati che anche da sobri perdono la calma di fronte ad un foglio di excel e che muoiono di stress nonostante non rischino ne’ la vita ne’ lo stipendio: la finanza mondiale e’ in mano ad  esseri subumani e deboli, insulsi cialtroni isterici ed ignoranti che cercano autorevolezza coprendosi di costosi monili pederastici e hanno bisogno di cocaina per trovare la lucidita’ di scegliere il ristorante ove cenare.

Questo genere di personaggi non andra’ a chiedersi per quale motivo i soldi vadano alle banche. Non andra’ ad odorare la seconda virgola del comma Y supercazzola prematurata Y, non ne hanno neppure il tempo, hanno pochi secondi per decidere.

Il nostro subumano drogato  ed ignorante leggera’ su qualche quotidiano che in Italia non c’e’ il governo, che stanno dando 40 miliardi alle banche, e dira’ : “cazzo ma che succede in Italia! Non ci vedo chiaro! Ommioddio! Ommioddio!: Non rischio nulla personalmente, ma  guarda questo excel! Ha le celle ROSSE!  Sento gia’ lo stress che sale! Di questo passo moriro! Presto, una flebo di cocaina! vendere! vendere! vendere! Questi paesi asiatici mi faranno morire, cazzo! Ma non potevamo investire in sudamerica, che gli svizzeri a me piacciono sin dai tempi di HItler? Ehi, guarda che figata il nuovo Samsung 4Z-Ghei. Lo voglio! vendere! vendere! rehab! vendere!”.

Deve essere molto chiaro che in questa situazione l’unica cosa possibile e sensata e’ dare messaggi CHIARI: “paghiamo i debiti dell’amministrazione pubblica dopodomani”. Punto. Questa e’ l’unica  comunicazione sensata OGGI. Questa e’ l’unica possibile finche’ non metteranno nella stanza dei bottoni della finanza della gente che potrebbe almeno avere il sangue freddo di una guardia giurata.  

Ma finche’ nelle stanze dei bottoni c’e’ gente che ricevera’ comunque stipendio e bonus ma “muore di stress per i RISCHI che corre”, dovete stare attenti a qualsiasi cosa.

Dico che dovreSTE stare attenti: invece qui avete della gente che rilascia interviste cosi’ : http://www.zerohedge.com/news/2013-04-04/ceo-italys-largest-bank-says-haircuts-uninsured-depositors-acceptable-should-become- . Che diavolo vi aspettate? E se per contorno viene servito  un atto di ordinaria amministrazione su debiti gia’ contabilizzati PRIMA del fiscal compact richiede un provvedimento straordinario, e anche se la ragione fosse sensata significherebe che le banche italiane hanno una linea di credito sofferente PER 40 MILIARDI con lo stato, che diavolo di reazione vi aspettate?

Cavolo, immaginate di essere persone oneste  , diciamo dei consulenti indipendenti, e di dover consigliare una famiglia che – miracolo! – ha risparmiato dei soldi o ricevuto un’eredita’. E vi chiedono “ma c’e’ rischio a lasciare i soldi in banca?”. Che diavolo fate? I vostri clienti vengono da voi perche’ li mandano da voi conoscenti e familiari che sono soddisfatti. Voi stessi non potete rischiare. Che diavolo gli dite?

La verita’e’ che oggi, ogni consulente 
finanziario indipendente
ed onesto sta consigliando le persone 
di togliere i soldi dalle banche italiane.

Ora, voi mi direte: qual’e’ il pericolo?

Il pericolo e’ quello che c’e’ quando fa caldo e avete centomila ettari di sterpaglia secca. Non sapete dove diavolo partira’ un incendio, ma sapete che il rischio e’ altissimo. Magari non partira’, sia chiaro. Ma se vi chiedono di rispondere onestamente alla domanda “con 40 gradi all’ombra e aria secca e ventosa, mi consigli di piantare una tenda in questa distesa di sterpaglie secche?”. Che diavolo gli dite? Avete bisogno di PREVEDERE in quale punto della sterpaglia arrivera’ l’incendio, o i prevedere che arrivera’, per SCONSIGLIARE le persone di piantare le tende li’? Basta che qualcuno pronunci la parola “fumo” per scatenare una fuga isterica, e nessuno e’ disposto a perdere tempo a distinguere “fumo” da  “profumo”.

Questo e’ il punto: in questo momento, solo comunicazioni secche, chiare e precise.

La situazione e’ oggi di enorme rischio. Le banche italiane sono casseforti imperscrutabili dominate da un pugno di famiglie, ovvero le decisioni vere vengono prese in camera da letto e poi traslate nei CDA. La concentrazione di potere  azionario in mano a poche famiglie e’ enorme proprio nel mondo bancario. Quindi, gia’ le banche sono un enigma. Poi, c’e’ il mistero di azioni di governo prese a porte chiuse, come voleva essere il provvedimento dei 40 miliardi. Infine, c’e’ il sospetto che i bilanci non siano proprio esaurienti, visto che il falso in bilancio e’ poco perseguito e che e’ possibile mettere a bilancio asset con il valore cartolare d’acquisto (ringraziate Tremonti) e non al valore attuale.

Siete seduti su una cazzo di polveriera. Tutto il mondo tende le orecchie per captare qualche segnale. Tutti sono sol fiato sospeso per carpire qualcosa da dentro la polveriera, e nel buio silenzioso della notte  si sente dire “Ehi, fra’, hai da accendere? Aspetta un attimo, vado a fare una cosa e torno con l’accendino“. 

Che diavolo fate?  Quanto e’ lungo l’attimo?

Come se non bastasse, le decisioni sono prese da subumani isterici e da macchine che imitano il comportamento-trend. Puttana eva, ci mancano solo l’ Uranio e le cavallette, e le cavallette d’Uranio.(1)

Quindi no, con tutti questi idioti che remano ognuno per se’, le scimmie urlatrici dentro le borse a prendere decisioni, la stampa finanziaria che sembra un cortile di bagasce del bangladesh, vedere i cosiddetti “tecnici” che fanno pure l’onda e’ il colmo. E meno male che erano tecnici!

Quindi si, confermo: o la smettete di lanciare fuochi di artificio dentro la polveriera ove siete, oppure il consiglio rimane valido: via i soldi dalle banche italiane, ADESSO! E non perche’ io so che partira’ un incendio o so quando partira’ o dove partira’: lo dico solo perche’ un branco di pazzi si comporta in maniera irresponsabile nel mezzo di  una situazione esplosiva! La situazione richiede chiarezza e trasparenza, e loro fanno i giochini in consiglio dei ministri…..

E se pensate che IO stia portando il panico, beh, chiedetevi che diavolo stia facendo Ghizzoni, ripeto:

http://www.zerohedge.com/news/2013-04-04/ceo-italys-largest-bank-says-haircuts-uninsured-depositors-acceptable-should-become- 

Uriel

(1) No, non uranio impoverito. Se solo dite  “impoverito” a meno di 200 metri da una borsa rischiate di scatenare un’onda di vendite, oggi come oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.