Il dilemma di Boeri

Nel delirio che gli italiani devono sorbire ogni giorno (meritatissimo, peraltro), spicca il fatto che non c’e’ alcuna testa fine dietro ai partiti che oggi “governano” il paese. Intendo dire che se DiMaio&co fossero un branco di emeriti coglioni appesi ai fili di un astuto burattinaio si noterebbero degli sprazzi di intelligenza che invece non si vedono.
Prendiamo per esempio il caso di Tito Boeri. Egli ha fornito dei “numeri” al governo, e siccome DiMaio fa le cose un tanto al chilo ha firmato un decreto senza leggerle la relazione.

Link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.