Gangsters, II

E’ sempre difficile spiegare per quale motivo il pistolero piu’ cazzuto del paese non possa vivere senza nemici. Quando scrivo che gli USA sbagliano politica credendo – cultura tipica del partito democratico locale – di potersi basare sulla forza militare come elemento regolatore, e specialmente di poter praticare un mix di isolazionismo ed egemonia semplicemente spingendo sulle spese militari.

Allora, abbiamo un paesino di circa 200 famiglie. Tra queste ce n’e’ una ove c’e’  Luchino, un tizio alto 2.40 m, campione di lancio di lottatori di sumo, cintura nera di Bulldozer Fight e armato quanto una divisione di carri. Luchino (e la sua famiglia) possono imperversare per il paese, e ovviamente se bisogna eleggere uno sceriffo, Luchino e’ quello che avra’ la stella.
La gente inizia a rompersi le palle di Luchino, ma sfortunatamente Luchino e’ troppo forte e non possono farci niente. Luchino gira per il paese, se gli va ti caga in salotto, e ti deve sempre andare bene. Sin qui, siamo alla visione che gli USA hanno del mondo.
Adesso iniziamo a introdurre piu’ variabili, come quelle economiche.
La famiglia di Luchino ha un negozio. Ecco che tutto si complica, nel senso che se tutti odiano Luchino, il suo negozio diventera’ impopolare. Quello che potra’ fare Luchino allora e’ distruggere ogni altro negozio. Questo pero’ non quieta il rancore verso Luchino: produce solo un abbassamento dei consumi. Si, tutti sono costretti ad andare nel negozio della famiglia di Luchino, ma improvvisamente scoprono quanto e’ bello prestarsi le cose. Allora Luchino potra’ girare per vietare i prestiti, e dovra’ controllare che tutti usino solo la roba loro.
Nel reale, stiamo parlando del sistema dei brevetti. Apparentemente il sistema di brevetti internazionali di oggi e’ robusto, ma se le patent war continuano e i brevetti si accumulano in USA, prima o poi sara’ convenienza di tutti indebolire quel sistema. Certo luchino si arrabbiera’, ma se nessuno puo’ batterlo da un lato, lui stesso uscirebbe malconcio, per quanto vincitore, da uno scontro con Ivan detto “il Nerchia”. In soldoni: gli USA possono sconfiggere probabilmente Russia e Cina, ma ne uscirebbero a pezzi e i costi economici sono insostenibili.
C’e’ poi una strana famiglia da qualche parte, tra queste 200, che pratica la faida. Luchino e’ entrato in casa loro, ha sfasciato tutto, si e’ inculato tutte le donne, ma l’indomani qualcuno ha pisciato sulla sua moto. E succede puntualmente da ogni giorno, da quel momento. Non e’ che Luchino rischi di morire, ma ogni santo giorno trova la sua moto inondata di piscio. E’ davvero seccante, perche’ ci mette due ore a ripulirla. E non riesce ad impedirlo: per quanto faccia, qualcuno gli inonda la moto di piscio ogni notte. E non riesce a fermare questa guerriglia. E siccome Luchino ha deciso di smettere di rompere i coglioni a questa famiglia, per avere una moto da guidare in pace , le famiglie dei vicini hanno cominciato ad andare dai cugini De Afganis a chiedere come si fa a pisciare ogni notte sulla moto di Luchino senza mai essere presi. E’ piu’ che altro un fastidio per Luchino, ma se si protrae per tanto tempo, Luchino preferisce lasciar perdere. Quindi, funziona.
Cosi’, Luchino crede di aver messo a posto le cose con i De Afganis e di poter finalmente guidare una moto, e fa uno sgarro , che so io, ad un’altra famiglia. E l’indomani si trova la moto inondata di piscio. Prima sospetta di nuovo i De Afganis, ma poi capisce la verita’: i vicini di casa hanno osservato la scena e hanno imparato dai De Afganis a pisciare sulla sua moto senza essere presi. O magari li hanno pagati per sapere come si fa, ma il succo non cambia: anche i De Pakis sanno fare questa cosa: solo che pisciano quanto  un mezzo dei pompieri.
In soldoni: non so quanto tempo manchi prima che OGNI paese abbia un servizio militare di stay behind identico ai talebani, magari addestrato dai talebani stessi, ma e’ certo che se i talebani sono riusciti a cacciare gli americani , avere un servizio di stay behind simile e’ una bella assicurazione sulla vita. Credo che la quotazione di addestratori talebani a spasso per il mondo stia crescendo in maniera esponenziale: stiamo parlando di gente che sa costringere gli USA ad andarsene! Ci mettono molto, certo, ma alla fine cedono gli USA.
La predizione e’ semplice: entro al massimo 5-10 anni, gli USA saranno in grado – forse – di invadere il Kuwait, San Marino o il Liechtenstein. Appena i paesi diventano piu’ grandi,  dovranno scontrarsi con servizi di stay behind, magari  preparati dai talebani stessi,  con una vera organizzazione militare di comunicazioni e depositi di munizioni nascosti e pronti all’uso.Niente IED, ordigni improvvisati: useranno ordigni VERI. Taliban++.
Siamo quindi in una fase strana: Luchino e’ ancora il piu’ forte del villaggio, e con lui la sua famiglia. Alcune famiglie molto forti non le puo’ affrontare perche’ Luchino ne uscirebbe comunque ferito o mutilato, seppur vincitore, ma sono tre o quattro. Le famiglie piu’ piccole , che credeva di spadroneggiare con facilita’, hanno imparato a pisciargli sulla moto ogni notte senza essere prese, e questo fastidio mette Luchino nelle condizioni di evitare alcune zone del paese.
In soldoni: dopo l’esperienza irachena e afgana, gli USA sanno che molte nazioni asiatiche , caucasiche e africane sono oltre la loro portata militare. Possono entrarci, invaderle, cambiargli il governo, e dopo dieci anni dovranno ritirarsi con le pive nel sacco.
Indebolito sul profilo militare, Luchino inizia a sentire lamentele strane. Il negozio della sua famiglia e’ ancora l’unico supermarket del paesello, e i concorrenti sono tutti negozietti che non hanno i volumi per preoccuparlo. Pero’ sta iniziando uno strano fenomeno, per cui tutti i negozietti di un quartiere si sono messi nella stessa via, e tutti insieme sono davvero comodi per quel quartiere, ai cui abitanti – e solo a quelli – fanno sconti copiosi.  Sebbene sembrino negozi distinti, e lo sono, la via e’ diventata un equivalente commerciale del supermarket di Luchino.
Un altro quartiere e’ andato oltre: i negozi si sono messi tutti vicini, e hanno addirittura abbattuto le pareti tra negozio e negozio. Formalmente sono ancora negozi distinti, ma se entri da un negozio la sensazione e’ quella di un unico supermarket.
Luchino non puo’ devastare tutto, perche’ significherebbe ridurre in macerie troppi quartieri del paese, e una simile rovina farebbe crollare i consumi anche nel suo supermarket: quelle famiglie VIVONO dei loro negozi. Ma c’e’ di peggio: il quartiere latino ha appena proibito al suo supermarket, e alle famiglie del quartiere di Luchino -tutti amici di Luchino-  di comprare nella loro via dei negozi. Un intero quartiere del villaggio e’ off limits. Seccante, perche’ gli amici di Luchino iniziano a chiedersi se sia davvero interessante essere amici di luchino.
L’altro quartiere sembra amichevole, ma i suoi abitanti hanno iniziato ad avere abitudini troppo diverse dal quartiere di Luchino. Il cibo di Luchino non va bene perche’ e’ OGM, per gli estrogeni, per i pesticidi. le auto che vende luchino sono troppo pesanti, troppo grandi, consumano troppo,insomma a questi stronzi non va bene mai niente dei prodotti che Luchino vende.
Luchino ha cercato di annientare le distanze creando il “Grande Centro Commerciale del paese”, chiamato WTO, ma il risultato e’ che tutti continuano a vendere come prima e criticare i prodotti del supermarket di Luchino.
In soldoni: in sudamerica gli americani non possono quasi mettere piede, quando addirittura non hanno subito nazionalizzazioni dai governi piu’ ostili, in Russia molti prodotti tecnologici americani hanno problemi di compatibilita’ (molti dei quali voluti), in Europa ci sono i protezionismi. E gli USA non possono farci niente. Possono proporre un accordo di libero scambio con gli europei, ben sapendo che poi il regolatore europeo alzera’ l’asticella degli standard di sicurezza e i prodotti agricoli USA avranno SEMPRE qualcosa che non va: steroidi, estrogeni, OGM, segno zodiacale: per il legislatore europeo il solo limite e’ la curvatura delle banane.
Come vedete, Luchino ci puo’ fare poco: se la famiglia De Crucchis ha tutte le pareti ovali e loro vendono solo mobili rettangolari, non possono farci niente. Certo potrebbero chiedere alla famiglia De Crucchis di fare case coi muri rettangolari, ma ai De Crucchis le case piacciono ovali da sempre. E se ai De Gallis le case piacciono senza finestre, non ci possono vendere le loro tende. E’ un problema.Potrebbe abbattere ogni casa del quartiere, ma perderebbe i clienti attuali, visto che comunque “qualcosina” sia i De Crucchis che i De Gallis comprano.
In soldoni, dominare usando poche leve nel lungo termine sfida i concorrenti ad creare forme di dominio basate sulle leve rimaste. Persa la leva militare in parte, i russi hanno recuperato usando le fonti di energia. Persa la leva politica, gli stati europei stanno ripiegando sull’integrazione e sui regolatori locali. Privi di ogni leva, i paesi del sudamerica stanno iniziando ad usare la leva delle commodities.
Il nostro luchino e’ ancora molto forte, ma in alcuni quartieri , sebbene tutti gli sorridano, non e’ chiaramente il benvenuto: gli abitanti fanno giusto il minimo che serve a non contrariarlo, ma tra loro si trattano molto meglio di quanto non trattino lui. Luchino inizia a sentirsi solo, cosi’ inizia a gridare “dite che siete miei amici! E’ un ordine!”. Ma non cambia molto.
Ma c’e’ il passo successivo. 
Un giorno, la mamma di luchino si fa male. I passanti non fanno niente, la strada si svuota, e la mamma di luchino rimane a terra. Cosi’ Luchino si rende conto che per vivere decentemente ha bisogno di una coesistenza con il prossimo, la quale richiede che il prossimo abbia un comportamento attivamente (quando non proattivamente) impegnato nel rendere la convivenza migliore. Adesso che tutti odiano Luchino, Luchino sa che nessuno vedra’ nulla se un suo familiare verra’ scippato. Cosi’ dovra’ mettere telecamere ovunque. Nessuno chiamera’ la polizia se vedra’ qualche ladro entrare in casa sua. Cosi’ Luchino dovra’ mettere telecamere e guardie attorno a casa sua. Nessuno aiutera’ o chiamera’ i pompieri vedendo una fiamma in casa sua. Cosi’ Luchino deve installare un intero impianto antincendio. Lo stesso dicasi di tutte le sue proprieta’ e di quelle dei suoi familiari.Le spese crescono, Luchino diventa sempre piu’ povero, si riempie di debiti – tanto la banca e’ sua – e se lo fa e’ perche’ e’ venuta meno la rete di cooperazione tra vicini che normalmente rende piu’ economico vivere.

Tutto questo sta gia’ succedendo: siccome nessuno parla piu’ con lui e nessuno collabora piu’ con le aziende dei suoi cugini,  Luchino si e’ ridotto a spiare gli altri perche’ non si fida di nessuno. 

E’ vero che in USA si fa molta ricerca, ma sul piano industriale le industrie USA sono piuttosto isolate: la resurrezione di Crysler e’ un problema legato principalmente alla rottura di un isolamento tecnologico precedente nel settore automobilistico.

 
E’ assai dubbio che la CIA non sapesse nulla dell’ 11 settembre, ma se questo vi desta dei sospetti, forse dovreste chiedervi QUANTI servizi segreti potessero sapere – o meno – dell’ 11 settembre. Siamo sicuri che TUTTI abbiano fatto il massimo, e che DAVVERO nessuno sapesse nulla?
Oggi il nostro Luchino ha pochi amici, e li sta perdendo tutti uno ad uno, piano piano. Anche i piu’ stretti alleati sono con lui solo per consuetudine, e ci sono comunque riunioni dei suoi alleati nei quali Luchino non e’ mai invitato, e neanche il suo fedele amico De Anglis , che pure appartiene al club degli europei. 

La verita’ e’ che Luchino si e’ ormai ridotto a spiare tutti perche’ nessuno parla davvero con lui, oltre alle consuete frasi di circostanza, e presto non riuscira’ piu’ a fare nemmeno questo: ovviamente potra’ usare metodi piu’ costosi , facendo altri debiti, ma tutti i soldi che destina in microfoni e telecamere gli altri non li devono spendere perche’ si aiutano tra loro.
E’ solo questione di tempo, ma poi i figli di Luchino gli chiederanno “Papa’, ma perche’ io devo andare a scuola con il giubbetto antiproiettile e tutti gli altri bambini no?”.

E dire “perche’  noi siamo speciali e quindi sotto attacco”, mentre tuo figlio vede gli altri bambini che giocano insieme senza problemi, e’ una scusa che non regge a lungo: prima o poi ti chiedera’ “ma dobbiamo proprio essere speciali?”.

Il mondo e’ mediamente stufo di una guerra ogni dieci anni e di una crisi economica ogni 4. E questo ormai e’ il solo menu che gli USA sanno offrire. Sempre meno partecipano alle guerre USA, e anche sulla crisi, sempre piu’ non vogliono finanzieri angli in casa.
E non c’e’ niente che gli USA possano farci, nel medio e lungo termine.

Il famoso “sogno americano”, anche per i cittadini americani, e’ un misto di paranoia da terrorismo, feticismo per le armi, angoscia per il futuro economico, paura di invecchiare.  E la sola reazione USA  e’ stata quella di ordinare ad Hollywood menzionare solo rarissimamente il modo di vivere e la visione del welfare europea. Gli americani subiscono tifoni, uragani e incendi senza nemmeno sospettare che in altri paesi esista la protezione civile: la TV non glielo dice, e secondo loro ci pensa sempre l’esercito richiamando riservisti. Che sia lo stato, non lo sanno proprio.

Per questo, il concetto che per vivere BENE occorrano amici piu’ che potenza di fuoco e’ la prossima lezione che gli USA impareranno.

Prima o poi, il bambino fara’ domande.

Uriel