Divide et impera.

Sto guardando un attimo quello che si dice degli euroscettici e dei partiti euroscettici qui in Germania, e sui giornali alleati della Merkel si dice poco o nulla. Cosi’ come si disse poco di AfD ai suoi tempi, per una ragione semplicissima. Gli euroscettici dentro ai confini nazionali erano risibili, fuori dai confini sono addirittura un alleato della Merkel.

Lo so, loro sono convinti di combattere contro il potere della Malvagya Regina Merkel. Il guaio e’ che se anche vogliamo dividere il mondo in uno scontro fra buoni e cattivi, e anche mettendo la Merkel nel campo dei cattivi, dobbiamo chiederci quali siano i buoni che possono contrastarla.

Sinora, quali ostacoli politici ha incontrato la Merkel nella sua politica economica? Se osserviamo bene il passato, solo due enti si sono adoperati per contraddirla: uno e’ stato la Banca Centrale Europea, che ha dato vita agli LTRO e ad alcune “misure straordinarie”  che ai tedeschi non piacevano.

L’altro e’ stata la Francia, che era l’altro capo forte dell’europa. Ma ora la Francia e’ debole, e’ un paese in crisi sociale piu’ che economica, con un leader sfiduciato che perde consenso.

Di conseguenza, avete un solo potere che puo’ opporsi : immaginiamo pure che Letta si metta di fronte alla Merkel a contraddirla:

  • Letta: la Germania deve cambiare strada.
  • Merkel: e chi lo dice?
  • Letta: il capo del governo italiano.
  • Merkel: cioe’ il leader di un partito che va in pezzi, circondato dal partito di un comico e da un altro partito il cui capo andra’ in galera, con l’economia che affonda ogni giorno e un debito che esplode. Ho capito bene?
  • Letta: si, ma ho le palle d’acciaio.
  • Merkel: ma non hai ancora finito di pagare le rate, per l’acciaio.
quello che voglio dire e’ semplice: la Merkel e’ uscita vincitrice dalle elezioni nel suo paese, con un consenso forte e chiaro, ha un partito coeso e sta costruendo una coalizione dal programma molto dettagliato e pubblico, coalizione che contera’ sul 64% dei voti in parlamento.
Chi puo’ contrastarla? Un ente, oppure un’unione di enti, che sia molto forte ed autorevole.
Sinora, l’unico ostacolo sono state istituzioni europee. Gli unici enti che sono riusciti a farle mandare giu’ bocconi amari , e lei ed a Schauble, sono stati europei.E che ti fanno i partiti euroscettici? Beh, vanno a indebolire l’europa.

In pratica Grillo, Marine le Pen, Nigel Farage , stanno andando ad indebolire quello che sinora e’ stato l’ UNICO contrappeso continentale al potere economico tedesco. Questi partiti convincono l’opinione pubblica del fatto che ci sia un bullo – la Germania – in classe. La cosa piu’ saggia sarebbe rivolgersi alla maestra, ovvero ad una autorita’ forte, e invece i nostri bimbi stanno dicendo che loro “meglio ognuno per i fatti propri, ognuno pensi al proprio banco”. E il bullo? Chi lo ferma, adesso?
Sinora Draghi si e’ opposto diverse volte alla politica Merkeliana, causando lo scontento, critiche enormi, come sono arrivate dalla stampa e dalle assicurazioni tedesche dopo l’ultimo taglio dei tassi. Sinora, quindi, Draghi e’ stato l’unico a tener testa a Berlino.
Che vogliono fare i nostri eroi? Un bel referendum contro l’ Euro! Cosi’ Draghi diventera’ debole, e il prossimo dialogo tra Draghi e Schauble sara’ cosi’:

  • Schauble: smettete di regalare soldi.
  • Draghi: no, noi siamo la ECB e siamo autonomi.
  • Schauble: quel palazzo a Francoforte ci serve per fare un asilo, svuotatelo entro la settimana prossima.
  • Draghi: non potete.
  • Schauble: altrimenti cosa? Casomai non lo avessi capito, la tua poltrona e’ in discussione dopo le ultime elezioni. la mia no.

se l’unico ente che aveva forza abbastanza da reggere un disaccordo con Schauble viene indebolito da un referendum contro l’euro (nel quale si vogliono trasformare le prossime elezioni), a trattare con Schauble – o col suo successore, spero non sia chi penso – chi ci va?

Avrete un insieme di paesi deboli, istituzioni europee deboli, contro un governo forte confermato dalle urne, un paese economicamente forte: e’ come fare un referendum per avere meno polizia mentre il crimine aumenta. Non ha senso alcuno.
Alcuni dicono “se usciamo dall’euro ci facciamo la moneta e la svalutiamo”. Aha. Chi accettera’ pagamenti in una moneta che nasce per svalutare? Nessuno. Vi diranno semplicemente: o paghi in dollari o in euro, o al massimo in marchi se non esiste piu’ l’ euro. E voi come farete a comprare marchi, se nessuno accetta la vostra moneta?
Certo, il giappone svaluta e fa bene: ma il giappone non e’ l’ Italia. Parliamo di un paese che ha eccellenza in una decina di campi vitali , e deposita ogni anno 60.000 brevetti internazionali contro i 2000 dell’ italia. Non e’ che se una cosa la puo’ fare il Giappone allora la puo’ fare anche l’ Italia, eh.
Quando crollo’ la ex jugoslavia, la moneta locale (il dinaro) divenne assai poco credibile. Il risultato fu che si usava il marco. Quando andavate a mosca dopo il default del Rublo che segui’ il crollo del comunismo, pagavate in marchi o dollari.
Non serve a NIENTE avere la propria moneta, se nessuno la vuole.
E nessuno vuole monete che nascono allo scopo di svalutare.
Ma torniamo al punto: l’euroscettico lamenta lo strapotere di Bruxelles vuole riprendersi la sovranita’. La domanda che vi faccio e’ questa: “nel vostro salotto siete sovrani. Sapete cosa fa Godzilla nel vostro salotto?” “Che cosa?” “Il cazzo che gli pare, e chi gli dice nulla?”.
Guardate che NESSUN paese europeo ha perso sovranita’ verso Bruxelles: i paesi europei hanno perso FORZA.
La sovranita’ ce l’avete ancora, e’ la forza che vi manca. Forza economica, finanziaria, sociale, industriale.
Supponiamo di sciogliere tutto, e di tornare a “prima”: che genere di potere di trattativa avrebbe Letta, OGGI, non dico nel mondo, ma in Europa? Supponiamo che una nuova norma di sicurezza alimentare colpisca l’agroalimentare italiano in Europa . Letta andra’ a trattare: e con che forza? Con un paese allo stremo?
Trattare significa da un lato mostrare disponibilita’, dall’altro avere un margine di trattativa, ed in caso estremo delle ritorsioni.
Di quali ritorsioni stiamo parlando? Che cosa fate, di preciso, in Italia, se la Germania non vi apre il settore dei servizi? Bloccate il settore dei servizi tedeschi in Italia? Per esempio, quali? Mettete una tassa sulle auto tedesche? Ok, quindi ne compreranno di… qual’e’ la concorrente italiana di Mercedes, BMW, Audi? Gran parte dei paesi in difficolta’ sono fuori dai settori di mercato occupati dai prodotti tedeschi, questo e’ il punto.
Quando un prepotente spadroneggia (personalmente non sono di questa idea, ma supponiamo pure che sia cosi’), avete essenzialmente poche scelte:

  1. Andare tra le braccia di un altro forzuto. La speranza e’ che vi tratti meglio, ma non avete di certo acquistato sovranita’: avete solo preso in prestito un pochino di forza.
  2. Formare una coalizione con altri paesi. In questo caso avrete acquisito forza, ma la coalizione richiedera’ un sistema di pesi e bilanciamenti, che non vi dara’ moltissima sovranita’: un euro del Sud sara’ sempre una moneta in cui voi NON decidete al 100%.
  3. Acquisire forza, ovvero il requisito necessario per la sovranita’.
Gli euroscettici, cioe’, hanno un piccolo problema logico: confondono la forza con la sovranita’. San Marino e’ sovrano, ma qualcosa mi dice che se il governo Italiano alza la voce, possano fare davvero poco per opporsi. Anche l’ Arabia Saudita e’ molto sovrana: ma quando l’ IRAQ ha mostrato i muscoli, per paura hanno dovuto accettare gli americani e le loro basi in terra di Allah: erano sovrani, ma non erano forti.
E’ ovvio che un paese forte sia sovrano, perche’ la forza e’ necessaria alla sovranita’: ma un paese non diventa forte solo perche’ diventa sovrano.
Su questo equivoco si basano tutti i partiti euroscettici: loro dicono “ridateci la sovranita’ e torneremo forti”. Ma dimenticano che si troveranno a gestire la sovranita’ SENZA forza.
Ok, aboliamo Schengen. Adesso vi sedete al tavolo coi paesi nordici, e discutiamo pure di tasse alla frontiera: voi avete il 12.% di disoccupati, loro il 5% o meno. Voi alzate le tasse, e loro anche. Voi avete 30.000 disoccupati, voi anche. Loro li riassorbono in sei mesi, voi dovrete prepensionarli a spese dello stato, o pagare cassaintegrazione. Avete FORZA? Quando vi chiederanno “altrimenti?” cosa direte?
E cosi’, immagino la felicita’ della Merkel nel sapere che i partiti euroscettici prenderanno molti voti e toglieranno forza alle istituzioni europee:

  1. Nessuna autorita’ europea avra’ piu’la FORZA in senso politico di opporsi alle sue decisioni.
  2. Lei stessa potra’ cavalcare la tigre e dire di no all’europa.

La signora Merkel non si e’ mai opposta ad idee opposte. Le ha sempre assorbite. ha tolto quasi il 50% dei voti ai verdi facendo proprie le istanze antinucleari dopo il disastro giapponese. Ha tolto un 40% dei voti ad SPD facendo proprie le LORO istanze fiscali e bancarie. Se vincono gli euroscettici all’estero, semplicemente diventera’ euroscettica. E come fa la Merkel ad essere euroscettica? Semplice: dice di NO a tutto quello che propone l’ Europa.

Certo, un periodo di caos sfugge spesso alla legge del piu’ forte : durante il caos che seguirebbe al crollo dell’ Euro, sicuramente qualcuno farebbe i soldi, come successe alla nuova classe di miliardari russi quando crollo’ il Rublo. E durante una fase di caos, c’e’ sempre il furbo che riesce a rubare la pagnotta ad un fornaio , durante i tumulti. Ma si dimentica una cosa: che dalle fasi di caos si esce quando arriva un ente FORTE ed impone le sue regole.
Ad imporre le regole non e’ lo stato piu’ sovrano: e’ lo stato piu’ forte (che di riflesso e’ anche piu’ sovrano).
Mi meraviglia , o meglio mi diverte, vedere come i partiti euroscettici riescano a convincervi che nuotare nella vasca con uno squalo sia piu’ sicuro se diventiamo scettici nei confronti del bagnino, e lo facciamo licenziare. Ok, senza il bagnino siete piu’ liberi, ma siete sempre dentro una vasca con lo squalo. Senza europa siete piu’ sovrani, ma siete sempre nello stesso continente di una nazione economicamente e politicamente piu’ forte. La quale dettera’ legge ugualmente, con tutta la forza che ha.
Chi di voi ama la storia sa che i nazisti furono sconfitti non dai russi o dagli usa o dagli inglesi, ma dagli “Alleati”. Ora, gli alleati mettevano insieme inglesi, americani e sovietici: erano sicuramente mondi opposti, ma sapevano bene una cosa. Che non potevano permettersi nessuno “scetticismo”. Se fossero nate delle fronde “guerroscettiche” in seno agli alleati, oggi avreste tutti la svastica nelle bandiere.
Di tutti i ragionamenti politicamente stupidi che ho sentito , quello per cui un’europa DEBOLE vi aiuta contro lo strapotere tedesco e’ il piu’ stupido: e’ come se qualcuno durante una battaglia gridasse “coraggio! Divisi possiamo farcela! Litighiamo anche tra di noi, presto!”  Non-ha-senso.
Volete sapere cosa fara’ la Merkel prima delle elezioni europee? Niente. La sta tirando in lunga per formare un governo, che arrivera’ a fine novembre. Dicembre e’ politicamente bruciato, ma nel frattempo arrivera’ anche la probabile bocciatura della corte costituzionale al fondo di salvataggio. Per i primi mesi si occupera’ di politica INTERNA, mentre infuria la campagna elettorale europea.
Il suo regno inizia dopo le europee, quando Draghi sara’ sepolto dalle invettive contro l’ Euro, e le istituzioni europee saranno indebolite dall’esito elettorale. E allora forse i paesi europei si sentiranno piu’ sovrani, ma la sovranita’ non e’ forza, ed e’ la forza a causare la prevalenza.
Molti leader dicono che il successo e’ per meta’ fortuna, per meta’ bravura. La Merkel di meta’ ne ha tre: la fortuna, la bravura, e la stupidita’ degli avversari.
Sino ad oggi, gli unici “no” del conteniente  la Merkel  se li e’ sentiti dire da autorita’ europee. I singoli stati non hanno la forza di farlo. Indebolite le autorita’ europee, e in Europa non ci sara’ nessuna FORZA capace di contrastare la cancelliera.
E lo farete voi, col vostro voto, credendo pure di farle un dispetto.
Con avversari cosi’, la Merkel non ha bisogno di alleati.
Uriel