Della manica e del pub.

Visto che si e’ creata nei commenti una simpatica atmosfera di cazzeggio (atmosfera che non contiene acqua per cui non ci puo’ essere la vita, pero’ magari contiene vino. Qualcuno ha cercato se c’e’ vino su Marte?  Potrebbe esserci vita venetoide, se cosi’ fosse) , ho deciso di spiegarvi per quale motivo non litigo piu’ con gli inglesi e non li odio piu’ cosi’ tanto (come persone).
Ho fatto una scoperta. Casuale, ma pur sempre una scoperta.

 

Ad un certo punto, per il titanico go-live, gli inglesi hanno preso un aereo e sono venuti nel Grande Open Space a lavorare, per una nottata, tutti insieme. Ovviamente il titanico servizio tetesco di generi di conforto (1) ha provveduto ai viveri , per cui c’era anche , come si dice a Bologna, “del taffio”. Sebbene analcoolico, perche’ le leggi tedesche vietano qualsiasi forma di alcool, in qualsiasi quantita’, in luoghi lavorativi.

 

Comunque, arrivano qui questi angli. Io, che come avrete visto negli anni scorsi li odiavo, ho semplicemente comprato il “Kit Lucrezia Borgia” per dare loro il benvenuto. Insomma, mi sembrava carino pulirmi il naso coi tovaglioli dei loro tramezzini, ecco.

Ma poi ho avuto una sorpresa, che poi ho analizzato e trasformato in un modello socioculturale/matematico delle loro astruse menti albioniche.

 

Allora: il primo paradigma delle relazioni interpersonali dei britanni e’ la manica. Si’, il canale della manica.

 

Cioe’, dovete capire che sono cresciuti su un’isola, e tra romani, normanni , francesi e invincibili armade si sono abituati a pensare in un certo modo. Che e’ il seguente.

 

Se non vi siete MAI incontrati e tra di voi c’e’ la manica, most likely non siete amici. Si comporteranno con voi come i piu’ infidi bastardi, ve li immaginate che vanno a togliere i bambini di bocca ai vescovi africani affamati, ve li immaginate arrapati per il calendario di Alda D’eusanio sulla la parete, insomma, si comporteranno con voi nel modo piu’ meschino, disgustoso, inumano, urfido e sulfurento possibile.

 

Per principio, cioe’ senza che gli abbiate fatto nulla: siete al di la’ della manica, e questo nella loro mente albionica basta e avanza.

 

Ad un certo punto, una delle due parti varca la manica, cioe’ supera la distanza siderale interpersonale cosi’ come la loro mente inquinata dal pudding e dal cibo pakistano (2) la intende, e cambia tutto.

 

I casi sono due: o loro varcano la manica e vengono da voi, e vi stringete la mano e pleased to meet you, oppure ci andate voi. In questo caso hanno varcato loro la manica,(3) e sono venuti qui e ci hanno conosciuti.

 

Da quel momento, l’inglese cambia. Cioe’, prima era un bastardo fetido indegno di nutrire il mio cane con la sua progenie, e si comportava di conseguenza. Ma adesso ha varcato la manica, che evidentemente nella loro mente rappresenta un atto di misterico significato, un pochino come i cani quando si annusano il culo insomma, pero’ loro (per fortuna) si limitano a sorridere constatando sorpresi che tu sia antropomorfo, e non un mostro ad otto teste che vuole fagocitare la Regina.

 

Siccome anche tu , dopo averci avuto a che fare attraverso la manica, pensavi che non fossero del tutto umani in qualche modo  , che respirassero ammoniaca , guidassero a sinistra  girassero per le citta’ giapponesi devastandole con una coda massiccia e la pelle squamosa, anche tu sei sorpreso. Come , ti chiedi,  quella persona li’ , a sangue caldo, e’ davvero Graham? Lo stesso bastardo figlio di una putrida vacca sulfurea molestatrice di cani morti    deployment specialist che mi ha fatto l’escalation a tradimento non appena ha visto il mio Out Of Office? E ha una sola testa?

 

Si’, proprio lui: Graham e’ umano, respira ossigeno e non ha divorato la ragazza della reception. Incredibile.

 

E Naotatsu, giapponese naturalizzato inglese, cosi’ stupidamente aggressivo che ti immaginavi fosse vestito come Megaloman, col parruccone incendiario e il pacco in evidenza? Ma guarda te: sorride. No, non sta digrignando i denti come il mio cane, vuole proprio sorridere. Pazzesco! Ma come , ero quasi arrivato a comprendere la necessita’ di due atomiche sul Giappone, e questo arriva qui e mi sorride?

Ma a che cazzo serve , l’ ONU, allora?

 

E’ cosi’: passata la manica e incontratili di persona , nella loro mente scatta qualcosa. Per loro il fatto che attraverso la manica alla fine ci si sia incontrati di persona ha cambiato la situazione. Non solo adesso nelle email vi chiederanno How Are You prima di chiedervi qualcosa, ma non siete piu’ nemici. Ovvero, non si comporteranno piu’, nei vostri confronti, con la gentilezza di una sifilide.

 

Questa constatazione ti apre la mente. Voglio dire, capisci un sacco di cose sulla letteratura inglese. Vedi alla voce “viaggi”: la letteratura inglese assegna al viaggio nei paesi lontani (oltremanica = lontano) un valore mitico che non capisci se non realizzi in che modo incredibile tali spostamenti cambino i rapporti personali con chicchessia,  nel momento in cui uno straniero varca la manica per incontrarli fisicamente (4) senza una guerra.

 

Poiche’ ne ho incontrati diversi in diverse occasioni, e ho visto cambiare il loro comportamento esattamente allo stesso modo, ho fatto una statistica con gli inglesi conosciuti in passato. E ho realizzato che , si’, la manica non e’ semplicemente uno stupido tratto di mare con un tunnel sotto. Lo e’ per noi. Per loro e’ una cosa diversa.

 

Nella loro mente essa deve aver preso la forma di un paradigma, che e’ il paradigma della danza di benvenuto di certe tribu’ primitive: se hai attraversato la manica per andare ad incontrarli in pace, o loro hanno attraversato la manica per venire da te e tu non gli hai sparato addosso, allora nella loro mente e’ successo qualcosa che ha cambiato le cose. Si e’ creato un legame , fatto di corrispondenza (piu’ o meno elettronica) e una strana pseudoamicizia che li porta a fare cose tipo “difenderti durante una flamewar aziendale”.

 

Cioe’, io scendo nelle flamewar aziendali con lo stato d’animo tipico del ferrarese che va a pagare i dodici baiocchi dopo un anno di assenza da casa (5), e mi vedo il Brian, fino a poco tempo fa un figlio di mai abbastanza impalata madre, insaziabile libatrice della  di minchiea zuppa   una carogna infame, che mi difende : e’ stato uno choc. Poi ho realizzato: certo, adesso lui ha varcato la sua manica interiore, mi ha conosciuto, e allora adesso siamo amici.

 

C’e’ di piu’? E’ possibile diventare ancora piu’ amici? Beh, ovviamente si’.

Se per esempio il secondo giorno che sono qui, ti chiedono dove sia un pub (visto che  questi puteabondi barbari tedeschi non consentono l’ingresso di una birretta sul luogo di lavoro)(6). E se rispondi, da bravo italiano “buona idea, andiamo”, e loro accettano. Allora non siete solo amici: siete andati al pub insieme. Come un matrimonio, ma senza il problema del tappo del dentifricio. Meglio, insomma.

 

Questa cosa di andare al pub insieme deve rappresentare, nel mio modello matematico come nella loro mente, un qualcosa di molto intimo. Cioe’ non dei dei semplici gesti di circostanza come, che so io,  fare lingua in bocca sotto la doccia. Andare insieme al pub e’ una cosa,  ma una cosa molto piu’ intima e tenera.

 

Voi pensate che ci sia amore tra voi e uno/una inglese solo perche’ sta ingoiando il vostro sperma? Don’t bet. Sospettate che vi ami solo perche’ , per esempio, vi ha detto di si’ vestita di bianco di fronte ad un prete. Still fuzzy. 

 

Avete bevuto insieme? Alt, qui cambia tutto. Eh, ragazzi: adesso siete gemelli spirituali. Voglio dire, avete bevuto insieme al pub: che male c’e’, in fondo,  se infilate il vostro pisello tra le chiappe di sua moglie? Siete andati al pub insieme, mica seghe.

 

Cosi’, per puro caso, mi e’ capitato di varcare questa porta , questo confine emotivo. Il pub. Li abbiamo invitati al pub, e come se non bastasse li ho avvisati prima: guardate che qui a Duesseldorf bevono una specie di piscia d’asino che chiamano Alt Bier, che per darvi un’idea e’ l’alternativa alla quale tante pornostar giapponesi preferiscono il bukkake.(7)

 

Poiche’ poi assaggiano la Alt Bier e capiscono (e sognano il Bukkake sul posto ma non hanno il coraggio di chiederlo al cameriere: i sindacati tedeschi non vogliono) da quel momento state davvero comunicando. Cioe’, comunicare usando le frequenze del suono e’ un conto. Comunicare usando le frequenze delle onde radio e’ un altro.  La frequenza dell’alcool e’ la VERA frequenza con la quale comunicate con gli inglesi.

 

Su quella frequenza puo’ davvero passare la fratellanza , l’uguaglianza e la liberta’.

 

Ecco, se superate il secondo stadio E dopo l’attraversamento delle siderali distanze della Manica andate con loro in un pub , e’ fatta. Non dico che siate di famiglia: di piu’. Avete bevuto insieme, cosa volete che sia, in confronto, una stupida moglie?(8)

 

E cosi’, ecco che soddisfacendo semplicemente due paradigmi, quello della manica e quello del pub, improvvisamente diventano umani. Ma non solo : diventano amici. Cameratismo a gogo, condivisione del sale e dell’assenzio della vita, insomma, sembrano altre persone.

 

In fondo, bisogna solo sforzarsi di capire che cosa siano, nelle loro menti, le due istituzioni piu’ importanti d’inghilterra, cioe’ la Manica e il Pub. Una volta capito che esse hanno formato , insieme alla nevroglia, una parte importantissima del loro cervello, gli inglesi non sono malaccio, anzi. Semmai dopo il difficile e’ impedire loro di salutarti ogni volta che sei in chat, di proporti vacanze insieme, eccetera.

 

Questo modello mi spiega come mai coloro che vivono a Londra non li trovino cosi’ repellenti , almeno quanto li trovavo io prima di aver varcato le due porte della conoscenza: poiche’ gli immigrati  vivono gia’ oltremanica, la prima parte del viaggio spirituale e’ conclusa. Manca solo la seconda parte, che e’ il Pub.

 

Insomma, alla fine bisognava solo capire quali fossero i due emisferi celebrali dei britanni, e costruire un modello matematico adatto, tipo che so io

 

d”(Pub)/dt  + d'(Manica)/dt = 1

 

per andarci d’accordo.

 

Il che e’ buono.

Certo, per gli islamici che non hanno i pub, e’ un bel casino fare amicizia con gli inglesi.

Dev’essere andata proprio cosi’, con Lawrence d’Arabia.

Ma qui siamo gia’ ai corollari.

 

Uriel

 

(1) Si tratta di un termine che ho imparato in Marina. Secondo gli stati maggiori, se dopo mesi che siete in alto mare facendo ritmi di 4 ore di servizio e 4 di riposo/sonno , a rotazione, vi prende lo sconforto, allora non c’e’ nulla di meglio per ri-confortarvi che mangiare del cioccolato al calcestruzzo, delle gallette speciali anidre (per assorbire i liquidi nello stomaco ed evitare il mal di mare) e un sorso di grappa che nelle  ferramenta di Atlantide vendono come sturalavandini.

 

(2) Immagino che esista anche il pudding pakistano, ormai. No, non voglio saperlo. Immaginarlo e’ gia’ pesante. Se voglio vedere cose che nessun uomo ha mai visto entro nel cesso delle donne: non sono mica un replicante moribondo.

 

(3) Stranamente, al ritorno non hanno bombardato Dresda. Certo, non avevano ragione di farlo, ma non e’ che la volta che l’hanno fatto di ragioni ce ne fossero poi tante.

 

(4)Senza sganciare V2 su Londra, intendo: hanno dei pregiudizi verso la gente che gli bombarda la capitale.

 

(5) Arcaico modo di dire ancora diffuso in Emilia, tra i vecchi. Battezzare il bambino costava, durante l’occupazione  dello stato pontificio, dodici baiocchi. Pagare i dodici baiocchi dopo un anno di assenza significava che la moglie avesse concepito con qualcun altro ma toccava a te pagare, come dire “cornuti e mazziati”. Dare 12 baiocchi a qualcuno in pubblico, a mo’ di risarcimento, significava dire (o insinuare) di essere il padre di uno dei figli di qualcuno. Idem l’insulto “cosa vuoi da me, i dodici baiocchi?”.

 

(6) Fanno bene. In teoria serve ad evitare contese in caso di incidenti sul lavoro, ma se aveste visto come si conciano i tedeschi soltanto a toccare una birra (reale o metaforica) sareste d’accordo. Io personalmente userei i contenitori per il nucleo delle centrali nucleari , per confinarli quando sono cosi’. L’idea che un tedesco sfiorato da una birra metta le sue mani su un router  mi fa venire in mente visioni terrificanti come di  Maggie Ferguson Anal Creampie. Credetemi, se Hitler avesse lanciato, anziche’ delle quasi innocue V2, dei tedeschi obesi ed ubriachi su Londra, avrebbe vinto la guerra. Coi tedeschi dell’est, poi, nemmeno Stalin gli avrebbe resistito.

 

(7) L’unica birra peggiore della Alt Beer e’ la birra di Koln, che fa cosi’ cagare che la bevono solo per fare un dispetto a quelli di Duesseldorf: poi vanno a ubriacarsi di birra Ichnusa. Se esistono birre  ancora peggiori della Alt Beer e della Kolsch, i Grandi Antichi dovranno risponderne, un giorno.

 

(8) Molto buffamente, sembra che da giovani non vadano al pub con la moglie e lo considerino una cosa da coppie sposate da moltissimi anni. Prima di raggiungere questo stadio di intimita’ matrimoniale,  escono con i rispettivi amici. Insomma, fare sadomaso con tua moglie e’ una cosa che fai dopo un mese di matrimonio. La birra insieme… eh, ci vuole quello giusto. Non lo puoi fare con il primo che capita. Non devi buttarti via in questo modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.