Cosa si dice a KarlsRuhe?

La prossima decisione del Bundesverfassungsgericht , la corte costituzionale tedesca , riguardo al fondo salvastati e’ una di quelle decisioni che, abilmente distorta dai finanzieri che governano i giornali italiani, mi porta a ricevere una decina di email di spiegazioni al giorno, piu’ una aberrante discussione con la Salsi  , che avviene su Twitter.  Onestamente, vista la campagna di odio antitedesco messa in campo dai mass media italiani , di parlare della Germania ne ho poca voglia, anche perche’ poi arriva sempre quello che ti rompe le palle dopo aver stralciato il solito quotidiano di qualche partito locale in piena campagna elettorale.

Il primo punto e’ che non e’ successo proprio nulla di quanto vi viene raccontato. Andiamo per punti?

La cosiddetta “austerita’ ” . A parte il fatto che la Merkel in se’ ha sempre condannato come pazzia l’idea di migliorare i conti alzando le tasse anziche’ facendo efficienza, l’ Austerita’ arriva molto semplicemente quanto spendi piu’ di quanto incassi, finisci i risparmi e nessuno ti presta i soldi. Se finisci in questa situazione, inizia l’austerita’. Inizia a casa vostra, inizia nella vostra nazione, inizia nella vostra azienda, QUALSIASI ENTE spenda troppo fino ad esaurire ogni linea di credito entra in “austerita’”, un modo elegante per dire che hai sperperato tutti i soldi. Fatevene una ragione, l’austerita’ e’ solo un altro nome di “aver finito i soldi, anche quelli prestati”.

In secondo luogo: la Merkel non comanda l’europa. Come tutti i tedeschi, o quasi, se dirige la Germania semplicemente pensa alla Germania e risponde della Germania. Dell’europa dovete chiedere conto a Bruxelles. Il governo tedesco ha atteso quasi due anni che Bruxelles cavasse un ragno dal buco dopo l’inizio della crisi, e dopo due anni si sono resi conto – insieme ai francesi – che non ne sarebbe uscito nulla, e francesi e tedeschi sono intervenuti per salvare Francia e Germania dall’incompetenza e dall’immobilita’ di Bruxelles.

Le “imposizioni”. La Merkel non ha imposto una cippa a nessuno per la semplice ragione che non ne ha il potere. Che cosa facevano se i greci si rifiutavano di accettare il piano? Li invadevano? Semplicemente non gli PRESTAVANO altri soldi. Ma i tedeschi non sono la cassa del mezzogiorno, non sono obbligati a prestare i loro soldi a nessuno.

In ultimo: perche’ la Germania ci ha guadagnato con l’europa e gli altri no? Per lo stesso motivo per cui ci ha guadagnato con la cina e gli altri no.  Per lo stesso motivo per cui ci ha guadagnato coi sudamericani e gli altri no. Ovvero, perche’ hanno un discreto governo. Non perfetto, non paradisiaco, ma perlomeno discreto. E gli altri no. E’ inutile che continuiate a chiedervi per quale motivo una squadra forte vinca e gli altri no: vince perche’ e’ forte e gli altri no.

Ancora: le statistiche  sulla Germania dicono che. Aha. So scrivere numeri anche piu’ belli, figuriamoci. E devo essere sincero, quei grafici che scrivete in giro  fanno schifo. Nel mondo della consulenza non durereste un minuto. Difficilmente mi impressionerete con quei numeri, perche’ , sempre essendo un consulente, so raccontare balle molto meglio di cosi’. Per fregarmi con quelle cose dovrete fare meglio di cosi’. Per il resto, io so quel che vedo, e qui si sta meglio che da voi.

Andiamo al punto: cosa succedera’  alla famosa norma?

Succede questo: per via di alcune abitudini passate , diciamo di usare soldi pubblici per finanziare le SS ed attivita’ di partito -un certo partito- varie, la costituzione tedesca obbliga lo stato a spendere i soldi solo quando il parlamento puo’ controllare come siano spesi effettivamente. Questo significa che potete far spendere ai tedeschi quanto volete, ma occorre che il parlamento possa controllare come vengono spesi. Questo anche perche’ in una repubblica federale il bilancio e’ ripartito, e se un lander, un landkreis o una citta’ anseatica chiedono soldi, e’ diritto dei parlamentari andare a vedere come li spendono.

L’ Italia ha alcune norme antifassciste nella costituzione che servono a bloccare le tecniche usate dal fascismo per prendere il potere, dall’altro lato anche la Germania ha le sue, e la possibilita’ di distrarre soldi per finanziare eserciti di partiti, come SA e SS, dal bilancio militare o da quello della polizia , non sono piu’ accettate perche’ aiutarono Adolfo a suo tempo a finanziare i suoi bravi ragazzi.

Cosi’ la corte costituzionale deve decidere se dare soldi ad un ente che poi non si controlla sia legale o meno. Sicuramente alla BCE potrebbero reagire consentendo al parlamento di controllare come vengono spesi, ma per qualche motivo la BCE preferisce non rendere conto ai parlamenti nazionali. Ripeto: in generale per aggirare il problema basterebbe che la BCE diventasse trasparente al parlamento tedesco.

Onestamente, fatico a pensare che sia la soluzione sbagliata: se proprio vi scoccia che sia solo il parlamento tedesco a controllare come vadano i soldi, potreste chiedere alla BCE di essere trasparente ad OGNI parlamento dell’eurozona. Troppo difficile? O forse e’ piu’ comodo accusare altri?

Ancora, la corte costituzionale dovra’ pronunciarsi ANCHE sul fatto che, o meno, questo sia conforme al trattato che istituisce la BCE, che essendo stato firmato cosi’ com’e’, necessita di essere rispettato cosi’ com’e’. Si chiama stato di diritto, anche se ormai in Italia a queste cose non fate piu’ attenzione: se un trattato dice A, poi si deve fare A. Anche in questo caso, se si vuole che il mandato della BCE ecceda il trattato facendo cose in piu’, si puo’ sempre aggiungere qualcosa al mandato BCE. Ma per questo, chiedete a Bruxelles.

Vado avanti con le domande. Ah, le lobbies.

Dunque, le lobbies in azione sono due. Assicuratori, cioe’ finanzieri, e industriali, una lobby potentissima perche’ “Industria” qui significa un agglomerato di Lander, LandKreis, Sindacati e industriali. Con tutto il consenso che ognuno di loro si trascina dietro.

Le banche sono una lobby deboluccia. A parte il fatto che di quelle davvero private ne restano solo due, le altre sono controllate in qualche modo dallo stato, prima erano tre ma una e’ chiusa, anche le poche banche private sono ancora ex banche statali, e sono estremamente controllate dallo stato. Dire che le banche siano una Lobby qui e’ come dire che in Italia lo sia Ferrovie dello Stato SpA.

Al contrario, la lobby dei finanzieri ve la ritrovate potentissima a Francoforte con le assicurazioni, che formano una lobby finanziaria potentissima e che giocano molto anche nella borsa locale. Anche le banche sono possedute in parte da assicurazioni, e questo vi spiega perche’ mai DB sia cosi’ brava a piazzare CDS e altri titoli “di rischio”: la cultura e’ quella del rischio, ove le assicurazioni sguazzano.

Che cosa vogliono qeste lobby?

La lobby degli industriali vuole il Default delle nazioni PIIGS, e la costituzione di un euro del nord. Se fosse stato per loro la Grecia sarebbe fallita, e cosi’ via per Portogallo, Irlanda, etc. Anche l’Italia secondo loro dovrebbe andare in default. Cosa ci guadagnano? Di far fuori l’industria dei paesi concorrenti, che fa concorrenza all’industria tedesca: sono gli stessi industriali che quando Fiat voleva comprare Opel titolavano sui loro giornali “Agli italiani NO!”. Non vi amano, ecco.Per loro dovreste fallire, cose che vi manderebbe in merda, e chi propone il default/ristrutturazione in Italia e’ in genere sulla loro nota spese.

Di parere opposto sono i finanzieri e gli assicuratori locali,  i quali giocando con CDS e titoli di rischio non ci tengono ad un crollo generalizzato. Sinora hanno vinto loro, anche se al prezzo di perdere il 70% degli investimenti in Grecia (una novantina di miliardi) e di falciare gli amici banchieri a Cipro.

Andiamo alle forze politiche in gioco. I liberali sono in caduta libera, e se non trovano un leader difficilmente ce la faranno. Quindi Merkel dovra’ allearsi con qualcun altro per governare a meno che non stravinca abbastanza da allearsi con le briciole di FDP. Difficile, ma possibile.

Il settore governativo, piuttosto potente e ben organizzato, e’ per il rigore fiscale. Secondo questa fazione, piuttosto influente come lobby (un “beamter” – civil servant –  non puo’ licenziarsi nemmeno se lo vuole!)  il problema nasce da sistemi fiscali troppo diversi e deliranti. Onestamente vi auguro un sistema fiscale come quello tedesco (perche’ a me personalmente piace e se avete una famiglia vi aiuta molto) ma hanno le loro ragioni quando osservano che la Grecia ha un sistema fiscale delirante , e anche sull’ Italia non hanno tutti i torti quando dicono lo stesso. Loro speravano che, messi alle corde, i governanti italiani avrebbero cambiato qualcosa piuttosto che uccidere le aziende italiane. Illusi. E’ quello che farebbero loro, diciamo.

La CDU, essendo un partito popolare, ci tiene a fare in modo che le banche paghino il conto delle loro porcherie. Quando c’e’ da fare i conti, la CDU si schiera sempre contro le banche. Questa e’ la ragione per cui la strategia della Cancelliera ha causato dimissioni a catena sia alla Buba che in DB. La CDU pensa che chi fa il casino debba pagarlo, e se le banche fanno un disastro con i loro bilanci marci, debbano pagare loro. Questo atteggiamento verso le banche vi spiega come mai le banche detestino la Merkel, e perche’ i vostri giornali, che sono posseduti da banche italiane, sparino sulla Merkel ogni giorno.

SPD. Sebbene molti di voi guardino ad SPD come al partito opposto alla Merkel, sperando che sia un partito alla Schroeder, cioe’ un partito socialliberale, l’era di Schroeder e’ finita. Oggi domina l’area di Martin Schultz, e Steinbrüch e’ di quella scuola, con la piccola clausola che e’ diplomatico quanto un cazzotto nei denti. Ha poche chances di vincere, ma molte di formare una Große Koalition  dopo le elezioni.

Se pero’ vi illudete che SPD sia generosissima , e nei suoi programmi e’ molto sociale, forse non avete capito bene cosa si intenda per sociale nella SPD. Per l’ SPD sociale indica un sistema SEVERISSIMO che funziona cosi’ bene nel riequilibrare le risorse da aiutare sempre i piu’ deboli, ma quando parliamo di “sistema che funziona bene” significa che si trotta e di brutto. E quando dico che “si trotta” significa molto chiaramente che si, la Merkel potra’ diventare piu’ Popolare nel senso sociale, ma d’altro canto se qualche banchiere si illude che quelli della SPD siano piu’ benevoli con loro, si illudono. Certo, non ce l’hanno con le banche in se’: ce l’hanno con immobiliaristi, real estate, ricchissimi in generale, rendite e patrimonio. E dal momento che in Italia oggi il mondo delle banche coincide con quello degli immobiliaristi , dei ricchissimi e delle rendite, non cambia molto per voi.

Chi vincera’? Nessuno. La corte costituzionale tedesca e’ costruita in modo da risentire pochissimo delle lobbies e molto delle grandi coalizioni politiche. Ma prima delle elezioni non e’ ancora chiaro chi siano i protagonisti della prossima grande coalizione, per cui probabilmente rimanderanno la decisione ancora, oppure diranno “no” e rimanderanno la palla ai parlamenti.

Lo spread che fara’? Poco o nulla, dal momento che a fermare gli speculatori sono state una serie di misure meno pubblicizzate , le quali hanno di fatto bloccato le agenzie di Rating rendendole responsabili delle informazioni che danno, che hanno chiuso il mercato (come fa AIFM), eccetera eccetera, fino alle intenzioni sulla direttiva Bail-in.

Cosa pensano i tedeschi? Vediamo.

Chi segue la Merkel pensa che i paesi mediterranei si siano cacciati in un ginepraio per via di una classe politica mediterranea incompetente e cialtrona, quando non ridicola o patetica. Sara’ difficile far cambiare idea a queste persone facendo l’ esempio di Er Batman, Silvio, e anche Grillo non funziona sinche’ fa il comico e  i suoi parlano di scie chimiche. Forse Grillo non sa leggere bene il linguaggio del corpo dei giornalisti tedeschi e non si accorge che dietro alla loro impassibilita’ ci sia un pelo una presa per il culo. Ma bisogna vivere qui per percepire il body language tedesco.

Generalmente queste persone sanno di essere in una crisi, che si sente anche se molto meno che in Italia, e pensano che siano stati i paesi del mediterraneo a causarla, per via di una classe politica mediterranea  incompetente e cialtrona, quando non ridicola o patetica. Sara’ difficile far cambiare idea a queste persone facendo l’ esempio di Er Batman, Silvio, e anche Grillo non funziona sinche’ fa il comico e  i suoi parlano di scie chimiche.
L’altro Blocco, la SPD , pensa che la Merkel avrebbe dovuto gestire la crisi diversamente. Ovvero, siccome la crisi e’ arrivata per via di una classe politica mediterranea incompetente e cialtrona, quando non ridicola o patetica , avrebbe dovuto prendere davvero il controllo di Bruxelles, appoggiandosi a Martin Schulz, e di fatto governare per davvero “ma con l’appoggio costruittivo di tutti”. Wow. Insomma, pisciarvi addosso e raccontarvi che era anche roba vostra.

Questa idea viene raccontata come “bisognava dare piu’ potere alla UE”, dimenticando il piccolo dettaglio che se tu dai potere a qualcuno allora tu comandi su qualcuno, cui puoi togliere il potere che hai dato, viene venduta come “occorreva che la Germania costruisse una risposta piu’ comune”, omettendo il piccolo dettaglio che se tu costruisci una collettivita’ allora tu sei anche il capo, visto che l’hai fatta tu e come l’hai fatta puoi smettere di farla.Insomma, io se fossi in voi non riporrei troppe speranze nella SPD.

Piu’ a destra della CDU/CSU ci sono gli euroscettici , che vorrebbero una uscita dall’Euro e un ritorno al marco. Sono spalleggiati principalmente da chi ricorda con nostalgia i tempi pre-Schroeder, e vorrebbe una GErmania tipo “Grande Svezia”, e intende farla smettendo di dare centinaia di miliardi l’Anno all’UE, visto che la Germania e’ il contribuente piu’ forte di tutta la baracca di parassiti.

A sinistra c’e’ Linke , il partito fondato da Lafo, che riguardo all’Europa pensa che la Merkel abbia sbagliato tutto e che occorra urgentemente trasformarla in una socialdemocrazia modello scandinavo.  Si rubacchiano i voti con gli euroscettici di destra.

Chiudo con un pronostico: il problema non e’ tanto se la Merkel governera’ dopo le elezioni, semmai il problema e’ “con chi” governera’. Se sara’ abbastanza forte da governare con l’appoggio dei rottami dei liberali (qui sono un partito di centro) allora diventera’ leggermente piu’ “popolare” ma poco piu’. Se vincera’ ma dovra’ governare con SPD, SPD imporra’ una revisione del welfare al rialzo, il che portera’ il bilancio a dover trovare soldi, e ancora meno probabilmente avrete soldi dalla Germania, che dovra’ spendere i propri soldi al proprio interno.

Chi si illude di poter spolpare il Nord Europa dopo aver spolpato il Nord Italia credo avra’ giorni difficili. E no, la UE non e’ la cassa del Mezzogiorno.

E’ tutto. Non e’ quello che vi dicono i giornali italiani?

Chissenefrega.
Uriel