Che problema c’e’ coi sindacati italiani?

Dopo il balzo in alto del numero di accessi settimanali, ho dato per scontato che si trattasse del post su Beppe Grillo, che infatti ha avuto un numero di accessi superiore al normale (Circa 10.000 piu’ del solito), ma quando sono andato a cercare sui referer delle statistiche di analytics, il post “esplosivo” e’ stato un altro, e cioe’ “Sindakaten!“.

Non riesco a capire, onestamente, che diamine di corrispondenza ci sia. Ho provato a seguire i link, e mi sono sempre trovato con dei link che cominciano con “https://owa….” , “https://exchange….”, http://lotus….” cioe’ dei link di qualche diavolo di bacheca di email corporate di un ente pubblico italiano. (Tra parentesi, ma standardizzare i sistemi in uso dallo stato no, eh?).
Ho riletto il post, e non sono riuscito a capire che diamine possa aver causato una diffusione del genere dentro una dozzina di ministeri italiani. Sembra che dentro i ministeri italiani si stia discutendo molto di quello che ho scritto sui sindacati tedeschi.
Il che mi preoccupa, per diversi motivi.
Il primo e’ che lavoro in Germania solo da 4 anni, e quindi non posso credere di sapere bene di cosa parlo, almeno non bene quanto so dei sindacati italiani per averne avuto esperienza personale. Quello che so e’ una specie di misto tra discussioni avute con colleghi, amici e via dicendo. Ma devo ammettere che tra colleghi e amici ho pochi iscritti al sindacato: per molti di loro, il Worker Council rende superflua l’iscrizione.
Sto cercando quindi di capire che diamine possa aver causato 80.000 click in due giorni, tutti da parte di gente che riceve un’email e ci clicca sopra. Rileggendo il post, non capisco cosa io abbia detto -magari c’e’ qualche imprecisione?- da causare una specie di manifestazione di piazza.
Che cosa vi sconvolge? Vi sconvolge che altrove sia il sindacato a pagare la giornata di sciopero dei lavoratori, mentre voi restate a secco? Non e’ una peculiarita’ tedesca, mi dicono che anche alcuni sindacati in UK siano cosi. (Qualcuno dei lettori expat mi scrive nel forum se il sindacato da voi paga la giornata agli scioperanti? Thanks in advance.).
Certo, immagino che la cosa sia pressante, in un paese ove la busta paga non e’ eccelsa, molte famiglie avranno paura dello sciopero prima di tutto per gli effetti economici. Ma se pensate che questo vi possa portare alla liberta’ di sciopero, considerate pero’ che se il sindacato vi pagasse lo sciopero, voi non avreste piu’ problemi economici, ma li avrebbe il sindacato, con conseguente limitazione del numero di giorni di sciopero.
L’altra cosa “grave” che ho scritto e’ che in Germania una attivita’ sindacale gestita “alla furba”, con false comunicazioni tipo annunci di scioperi mai fatti, o altro, possa portare alla citazione per danni del sindacato. Cioe’, finti scioperi, assemblee sindacali fatte per nascondere uno sciopero non dichiarato, dichiarare lo sciopero per far calare il numero di clienti, etc, sono attivita’ soggette a citazione per danni contro il sindacato.

Anche in questo caso, quindi, non capisco la ragione di un tale dibattito. Se ci fossero imprecisioni enormi di solito lo apprenderei in email, visto che i lettori mi scrivono sovente. Non conosco la situazione per confronto in Francia e UK, anche se un lettore mi ha confermato che alcune cose sono simili. Dunque?

Posso immaginare ci sia qualche dibattito feroce , dentro l’amministrazione pubblica, riguardo al ruolo dei sindacati, e che io abbia scritto qualcosa che in ultima analisi e’ stata usata come argomento da qualcuno su una vexata quaestio.
Il titolo della email, quando e’ menzionato dentro l’ URL (cazzo, gente, la sicurezza!) come argomento Subject= , riporta il nome di una persona. Ho cercato in giro su facebook e linkedin, e sembra essere un medio(?) dirigente della pubblica amministrazione. A quanto pare l’hai detta grossa, figliolo, perche’ la tua email sta girando, eccome.(1) Ma forse lo sai.
Cosi’, rivolgo un appello a questo fiume di lettori. Il numero non mi disturba, perche’ tanto il sistema di commenti non lavora proporzionalmente alle visite. E la prossima settimana decrescera’ ai livelli normali, perche’ si e’ trattato di un picco di due giorni.
Tuttavia, questa cosa mi incuriosisce. Cazzo, si. Voglio capire. Di che diamine di affare sindacale state discutendo, in 40.000 (80.000 nuovi cookie in due giorni, ma supponiamo che li cancelliate ogni giorno)  dentro la PA?
Se qualcuno di voi, in forma anonimissima, vuole dirmelo, puo’ scrivermi a uriel.fanelli [snail] keinpfusch.net vi giuro che non diro’ a nessuno chi siete.
Oppure, se vi va, postatelo sulle liste.

Adesso sono curioso.

Uriel

(1) Qui in Germania le ricerche su Internet per la vita privata  di un dipendente sono punibili come reato, quindi non pubblico il nome. Anzi, l’ho gia’ dimenticato.