Berlusconi si prepara a lasciare?

Ho sempre creduto, sin dai tempi della Marina, a quello che mi diceva il mio comandante : conoscere gli uomini, “sentirli”, e’ la prima qualita’ di un comandante. Per quanto tecnicamente preparato, non riuscira’ mai a combattere con un avversario che non conosce chi manchi della qualita’ di “sentire” le qualita’ degli uomini che ha di fronte, amici o nemici. Giudicare prima di tutto la qualita’ della persona che hai di fronte e’ , e aveva ragione il buon Sauro, una delle qualita’ piu’ determinanti e salvifiche, anche fuori dalla vita militare.

Approfitto quindi del fatto che il blog sia tornato ad essere un blog (con mezza dozzina di commenti a post, come nei blog normali, e non decine) per dire cosa penso di Berlusconi in questo momento. A mio avviso, ci sono indizi del fatto che si stia preparando ad uscire dalla politica.

La prima cosa da osservare e’ che, come si dice su diversi giornali, stia cercando di vendere la sua villa in Sardegna. Ora, se il problema e’ che i fotografi ti spiano, non e’ certo un problema irrisolvibile: ci saranno oggettivamente due o tre parallassi da cui e’ possibile la foto da lontano, e basta chiamare un’agenzia di giardinieri specializzati, aggiungere qualche sequoia o una collinetta nel posto tale, e il problema e’ risolto. Non e’ certo un problema irrisolvibile.

Non ha senso vendere una proprieta’ del genere in un momento di crisi immobiliare, a meno che non si intenda disfarsene per fare piuttosto dei liquidi. O se perde di senso possederla, in quanto nessuno di coloro che si suppone possano usarla vuole usarla. Per esempio, i figli.

Il secondo dato e’ che con la causa di divorzio all’inizio, verra’ definito in maniera definitiva il trattamento ereditario nei confronti di moglie e figli. Definito questo, e visto che l’impero familiare di Berlusconi e’ piuttosto segmentato, con ogni probabilita’ a Berlusconi rimarranno solo liquidi e le aziende saranno divise tra i figli mediante una serie di “cassaforti”.

Le condanne penali, vista l’eta’ di Berlusconi, non possono portarlo al carcere perche’ egli stesso e’ incompatibile col regime carcerario, per cui al massimo si tradurrebbero in un provvedimento di arresti domiciliari. Rimarrebbe l’improbabile sentenza che multa il gruppo nei confronti di De Benedetti, ma la sentenza e’ cosi’ improbabile che probabilmente non verra’ mai pagata. Se dovesse anche venire pagata mediante un accordo , probabilmente i 450 milioni di euro proveniente dalla vendita di Villa Certosa sarebbero un buon accordo, anziche’ i 700 milioni di multa il cui pagamento potrebbe slittare di molto. (1)

Una volta divisa la fortuna industriale tra i figli con un accordo stabile e senza invidie, e liquidata la moglie, Berlusconi non avrebbe sostanzialmente piu’ nulla da temere. Con ogni probabilita’ il PDL collasserebbe in breve tempo, visto che una simile decisione conterrebbe una certa vis polemica verso i suoi colonnelli: nella psicologia di Berlusconi, e’ lui che li tiene in vita, e loro sono degli ingrati. Non credo che fara’ qualcosa per garantire loro  qualche futuro. Li lasciera’ orfani di punto in bianco.

Se questo succedesse ora, non e’ impossibile che persino un inetto completo come Bersani possa arrivare al potere. PEr finire in carcere senza passare dal via. Gia’.

La magistratura, essendo un partito, vuole rimanere sulla cresta dell’onda come entita’ salvifica e moralizzatrice. In quanto tale, deve triturare un certo numero di politici al mese. Usciti di scena i politici, la magistratura non ha piu’ interesse a perseguirli(2), e del resto Mani Pulite fini’ con la fine dei partiti che doveva colpire.

Secondo voi, una magistratura militante che si propone al cittadino come manipolo di eroi che moralizza la politica , si ritirera’ solo perche’ il cinghialone di turno si ritira? Certo, potrebbe colpire i figli di Berlusconi, ma colpire l’opposizione non ha mai pagato, figuriamoci se si tratta di colpire persone che non fanno politica(3). Quelli vogliono sangue , e sangue di politico vero. Vogliono giudicare, fare i moralisti, sentirsi onesti per contrasto col condannato.

Semplicemente, la magistratura colpira’ il partito al potere. Come ha fatto durante il governo prodi la scorsa volta, colpendo prima Del Turco e poi Mastella: entrambi sulla lista nera di Di Pietro, guarda caso.

Cosi’, la speranza e’ che Berlusconi prima di uscire dalla politica (come si mormora) riesca a fare la riforma che vuole, la quale toglierebbe le armi alla magistratura, proteggendo chi viene dopo. Se cosi’ non sara’, la magistratura potra’ ricattare chiunque voglia salire al governo, imponendo che Di Pietro divenga ministro della giustizia, e nominando il ministro della giustizia di volta in volta (probabilmente anche quello degli Interni) , con la minaccia di abbattere il governo se non obbedisce. Il golpe di fatto, ovvero cio’ cui aspira la magistratura sin dall’inizio.

Ma anche pensando che si dia loro quello che vogliono, rimane il fatto che questi di combattere il crimine non ne vogliono sapere: vogliono proprio essere adorati come i nuovi sacerdoti della morale. Non smetteranno MAI di processare un politico al mese, perderebbero l’immagine. Una volta che Berlusconi abbandonasse la politica, come sospetto intenda fare a breve, il problema sara’ “e adesso chi ci finisce nel tritacarne?”.

Non so se Berlusconi intenda salvare i successori (di fatto, se abbandona ora e’ Bersani) al posto di primo ministro: essendo vendicativo, potrebbe lasciarli in pasto alla magistratura che tanto hanno osannato e alle forze dell’ordine che benedicono ogni giorno. E godersi la scena  circondato da belle ragazze, in qualche lussuoso resort.

In altre parole, essendo un settantenne (ed essendo comunque malato, ricordate che e’ stato operato?) , la sua uscita di scena e’ imminente. Una volta che il processo per il divorzio arrivasse ad una divisione dei beni sui figli  e liquidate le proprieta’ piu’ note (quelle che causano l’invidia del farlocchi, e che un magistrato colpirebbe solo per soddisfare la loro cattiveria) , potrebbe tranquillamente uscire di scena in un giorno.

Ma non uscira’ di scena la magistratura abnorme che e’ stata costruita e fomentata per distruggerlo, ne’ la polizia abnorme che e’ stata fomentata e foraggiata in cambio di un sostanziale appoggio politico. (a fare dei CC un corpo d’armata, cosa inaudita in qualsiasi democrazia moderna, e’ stato un governo di sinistra. I CC adesso hanno sia le informazioni riservate che il dossier del NOS a disposizione. Su chiunque. Auguri).

Personalmente,  credo che cerchero’ di portare in Germania anche la mia famiglia. Voglio vivere in un posto ove i giudici si occupano piu’ di crimini e di cause civili che di politica. Ove non e’ legale mettermi in carcerazione preventiva per farmi confessare, come fosse una tortura. Ove spiarmi nel mio privato costa il carcere certo , anche per i giornalisti. Ove la polizia ha bisogno di un mandato completo ed in regola per entrarmi in casa e non puo’ basarsi su un fumoso concetto di “fumus criminorum” e non puo’ giustificarsi dicendo “fonti al di sopra di ogni sospetto”. Ove se voglio portare a letto un transessuale nessuno si arroga il diritto di saperlo perche’ deve giudicare quel che faccio al lavoro dalla mia vita privata.(5)

E poi staro’ a guardare su euronews gli Opliti del Bene vittime della magistratura che loro stessi hanno reso abnorme. Spero vivamente che Berlusconi lasci senza modificare le leggi sui processi. Spero vivamente che esca, si prenda il suo ritiro agli arresti domiciliari  di lusso come Previti, paghi le due o tre multe che ha da pagare, e lasci gli altri con questa bella merda che hanno costruito.

Non avro’ una decina di troie , come avra’ lui, mentre guardo al TV. Ma sara’ divertentissimo vedere una magistratura ormai dipendente dalle inchieste politiche sfogarsi con l’unico partito rimasto, la polizia pestare a sangue la gente coi giudici che dicono “sembrava in buone condizioni di salute” di uno che non era in buona salute neanche prima di entrare in carcere (prova che non lo hanno neppure visto e mentono) . E ve lo meritate, perche’ voi avete costruito il mostro, lo avete nutrito e ve lo siete allevato in seno.

Ripeto: e’ un mio sospetto. Ho il sospetto che Berlusconi si prepari ad uscire velocemente di scena. E se ho capito l’uomo, lasciera’  tutti nella merda. Gli amici perche’ li considera ingrati, i nemici per godersi lo spettacolo.

Chi vivra’ vedra’. Magari mi sbaglio.

Uriel

(1) Far pagare i danni a qualcuno per qualcosa che nessuna sentenza (per via della prescrizione) conferma si avvenuto e’ un procedimento abnorme: significa che io ti denuncio per l’uccisione del mio gatto, porto la cosa alle lunghe finche’ non sei prescritto, e poi ti chiedo i danni per l’uccisione. Senza una condanna per quella specifica uccisione. Difficile da sostenere, persino se l’uccisione fosse evidente agli occhi di chiunque, tranne che su una sentenza.

(2) L’Italia ha, nei confronti della Tunisia, sufficienti leve economiche da farsi consegnare un Craxi. Non lo ha fatto per scelta. E ci sono dei motivi: l’uomo che non ha nulla da perdere e’ pericolosissimo ed imprevedibile.

(3) Non credo proprio che dopo aver assistito al linciaggio del padre qualcuno di loro si mettera’ in politica. Oggi solo un egomaniaco farebbe politica, rischiando di essere contro le belve fanatiche che sono gli Opliti della Rosea Minchia.

(4) Ho accesso alle informazioni sulle vostre telefonate, e sulle celle di collegamento, perche’ leggo gli arricchimenti sulle connessioni e gestisco una ventina di frontend di servizi vari.  Posso sapere tutto di voi, e dare la posizione di chiunque (magistrati compresi, se usano certi servizi) alla mafia, se voglio. Nessuno controlla se io sono ricattabile. Tantissima gente gestisce informazioni riservate su di voi, e sui politici. Pensate ai medici, che sanno del vostro stato di salute. Pensate ai semplici operatoridi terminale di un ministero. Dell’ INPS. Dell’ INAIL. Semplici impiegati che sanno tutto di voi. Appuntati dei carabinieri che hanno accesso ad un PC. Stupidi consulenti che maneggiano gli MSC sanno da dove siete connessi alla rete cellulare, sanno con chi avete parlato, che SMS avete mandato. Qualcuno controlla se queste persone siano ricattabili? Se io avessi bisogno di soldi, e un’assicurazione mi chiedesse i tabulati di una clinica oncologica per sapere chi sono i pazienti (e famiglie , che alcuni tumori sono ereditari) , potrei cedere? Lo sapete? Sono ricattabile? Se davvero vi poneste il problema, Marazzo sarebbe l’ultima cosa  a farvi paura. Se qualche assicurazione pagasse un impiegato INAIL (che di solito guadagna poco e magari e’ divorziato e paga alimenti) per avere il vostro storico degli infortuni sul lavoro, sapete se siano ricattabili? Li conoscete? vanno a trans?

Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.