Berlusconi Popstar.

Visto che nei commenti si discute spesso di questo, intendo dire che cosa penso di Berlusconi, della vicenda Noemi, del suo divorzio, eccetera. Giusto per far capire ai farlocchi quanto siano farlocchi.

Sapete benissimo cosa sia uno star system, e che ruolo vi abbia il fenomeno del gossip. Sapete bene che le star pagano i giornali, pagano dei consulenti,pagano degli storywriter per scrivere delle cose avvincenti e occupare l’orizzonte mediatico. Se prendete Britney Spears, essa e’ apparsa sul viale del tramonto, direte: sbagliatissimo. Una star sul viale del tramonto non appare affatto: se appare, e’ popolare. E se e’ popolare, appare.

Dunque, Britney Spears e’ apparsa sul viale del tramonto per un semplice motivo: voleva tornare sulla scena, e l’unico modo per tornarci era di andarsene. Ma doveva andarsene in maniera che tutti lo sapessero, in modo da tornare in maniera altrettanto visibile. Nessuna star appare mai sul viale del tramonto, per un semplice motivo: le star sul viale del tramonto non appaiono, ma smettono di apparire.

Il motivo per il quale si finisce sui giornali, nel mondo del pop, non e’ cosi’ rilevante: persone come Tyson ci sono finite per stupro, Jackson c’e’ finito per droga, la Winehouse ci e’ finita per ogni tipo di eccesso, ma non succede assolutamente nulla. Il gossip non ha mai danneggiato alcuna star, anzi: moltissime star divorziano per dare ai fans la speranza/fantasma di essere disponibili, moltissimi altri combinano matrimoni per pura immagine, litigando poi per pura immagine, e fornendo alla stampa una telenovela che li mantiene famosi. Cosi’ un cantante rimane famoso anche quando non canta, eccetera.

Si tratta di meccanismi che conosciamo benissimo, e mi stupisce il fatto che quando si parla della vicenda Berlusconi non si noti l’analogia. Arriva Berlusconi e prima divorzia. Benissimo. E che cosa c’e’ di diverso rispetto al divorzio di qualsiasi star del cinema? Nulla. Finisce sui giornali, c’e’ chi si schiera con Veronica e chi con Silvio… tutto gia’ visto ad Hollywood, direi. Perche’ dovrebbe essere cosi’ difficile da capire?

Lo stesso vale per la vicenda si Noemi, o come si chiama: si tratta di un classico caso di gossip del mondo del pop, del tutto analogo a qualsiasi pettegolezzo si trovi ovunque. Davvero pensate che sia cosi’ facile avvicinarsi a Villa Certosa e scattare delle fotografie con un mirino telescopico? Davvero non sapete che esistono giardinieri specializzati nel sistemare alberi in modo da occludere ogni possibile visuale?

E davvero non sapete che esistono giardinieri che lasciano aperte visuali proprio e solo in alcuni punti, come i luoghi ove si prende il sole? Davvero pensate che in decine di ettari di bosco l’unico scorcio in linea retta sia quello che punta sul solarium e non , per dire, su un tetto, su un muro, su una finestra anonima, su uno squarcio qualsiasi del prato?

E anche sapendolo, pensate che nessuno sia cosciente del fatto che quella terrazza, e proprio quella, sia facilmente inquadrabile dall’esterno?  Ma per favore!

La verita’ e’ che Berlusconi ha costruito a tavolino tutto quanto. Non solo non ha fatto nulla per nasconderlo, ma si intravvede dietro tutto questo la professionalita’ degli storywriter piu’ esperti: il divorzio a sorpresa, la Santanche’ a rivelarci la storia d’amore con la guardia del corpo (ommioddio, ci voleva Julia Roberts per questo, eh?) , Berlusconi circondato di belle ragazze nella sua fantasmagorica villa (tutto cio’ che puo’ eccitare , ovviamente: se Berlusconi chiama un’agenzia specializzata in escort puo’ avere delle strafighe a livello di top model , e se le puo’ fare in un resort privato all’estero. Davvero pensate che il problema sia spendere 5000 euro di volo privato?) , tizie in topless: tutto secondo il piu’ classico immaginario pop.

Non c’e’ nulla che Berlusconi stia facendo , a livello di immagine, che non sia stato fatto nel mondo delle popstar. Non c’e’ nulla di nuovo, e non c’e’ nulla che non sia gia’ stato visto millanta volte. Il vero problema e’: perche’ nessuno se ne accorge?

Come mai Berlusconi sta usando l’ambiguita’ con la classica minorenne, come gia’ Woody Allen, come gia’ tanta gente che si fa le minorenni o le appena-maggiorenni (faccio presente che basterebbe una dichiarazione dei genitori , nella quale si dice che permettevano l’amicizia con Silvio, e neanche un tribunale potrebbe accusarlo di pedofilia) , come michael Jackson. E’ iniziato il classico divorzio con scambi di accuse, che abbiamo visto 8 volte per Elizabeth Taylor, che abbiamo visto da Cruise. Adesso entrera’ in gioco anche la Cougar Woman Veronica, perche’ vedrete che il suo nuovo boyfriend avra’ 15 anni meno di lei come minimo, e tutti voi sarete li’ a parlare , nei bar, se vi fareste la Veronica o no, se ve la fareste per soldi o ve la spassereste, e non vi renderete conto di stare recitando una ridicola commedia con la Sharon Stone de noantri, che a 50 anni ha scoperto la vita e non e’ da buttare via. E gli esperti di costume, e blablabla.

C’e’ una sola cosa che mi chiedo. Se mia nonna che ha 91 anni e ai suoi tempi faceva scandalo una passeggiata sotto i pini da sola con un uomo (e mezzo metro di luce tra i due) puo’ crederci, non riesco a capire come delle persone cresciute a Mike Jagger, Madonna e Michael Jackson possano cascarci.

Mi chiedo quanto sia media-agnostica una sinistra che non riesce a capire in che modo Berlusconi si stia trasformando in una normalissima popstar (che non canta, grazie al cielo , e non fategli venire strane idee) , una sinistra che non conosce le regole di base del gossip.

Nessuna popstar, MAI, e’ rimasta danneggiata dal gossip. Mai. Non esistono casistiche  a riguardo. Potete farvi vedere ubriachi , drogati marci, pedofili recidivi , troie da sbarco , ninfomani, e questo non fara’ altro che aumentare la vostra popolarita’. Berlusconi ha solo creato uno star system, un normalissimo, scontato, classico star system attorno a se’.

Una sinistra che non capisca la lezione, che si getta in questo modo su questioni non politiche, che roba e’?(come la Repubblica che fa la campagna “berlusconi rispondi”: Un giornale a tiratura nazionale che ESIGE di sapere dove Berlusconi poggi lo stanco uccello.) Mai cosi’ tanto impegno civile era stato profuso ad uno scopo tanto triviale: non ha ammazzato Matteotti, cazzo, si e’ fatto fare un pompino.

Possibile che ne’ i militanti ne’ i vertici (ne’ i giornalisti, che di questi fenomeni SONO esperti, cazzo!) riescano a denunciare questa cosa, a fermarla, a spiegarla? A questo punto, io temo per le elezioni.

Se la sinistra vincesse o migliorasse la propria posizione alle elezioni, si convincerebbe che la strategia-Noemi sia pagante. Cioe’ che sia pagante una campagna elettorale di gossip e voyeurismo. E allora dovremo rassegnarci a cinque anni di “le tredici domande dell’ Unita’ sul clistere di Berlusconi”, al PD che apre interrogazioni parlamentari sulla lunghezza del pisello di Schifani, ai magistrati che indagano sulla cremosita’ dello sperma di La Russa , sui gemiti di Borghezio, su come si masturba Tremonti.

Questi si lamentano degli sforzi fatti da Berlusconi per non far sapere con chi scopa, e non si rendono conto che c’e’ gente che NON vuole saperlo, che NON vuole andare a dormire pensando a Berlusconi nudo che ejacula, che NON vuole andare a dormire chiedendosi come faccia i pompini Noemi perche’ magari ha a fianco una normale moglie italiana e forse le vuole pure bene. Spero che la batosta sia forte, un paese cosi’ davvero non lo reggerei.

Venti pagine di politica su Repubblica sono uno scandalo, altre venti di Gossip sono un crimine contro l’umanita’, una roba mostruosa che oscilla tra Pol Pot e il Topless di Alda D’Eusanio.

Come ho ripetuto, il motivo per il quale si finisce sui giornali, nel mondo delle popstar, non e’ rilevante: che sia nonfomania, alcoolismo, droga, stallieri mafiosi, corruzione, divorzio, sesso sfrenato, sniffare cocaina, falso in bilancio, non importa. Tutto e’ parte del pop , tutto. Quando andate in giro a parlare dei suoi processi, come quando parlate dei suoi divorzi, non fate altro che dargli notorieta’: nel mondo del pop non importa per che cosa appariate, l’importante e’ essere sulla bocca di tutti. Una volta divenuti un’icona pop, QUALSIASI cosa si dica di lui, fossero anche cose considerate politicamente sconvenienti, lo rafforzeranno. Perche’ questo e’ il pop, ed e’ il lavoro che Berlusconi sa fare meglio: ci ha costruito un impero mediatico, cazzo. Dice niente?

Nessuna notizia su di lui, sia un processo sia una condanna sia una nuova amante sia un divorzio, potra’ danneggiarlo: vengono danneggiate le star sorprese a rubare? Vengono danneggiate le star sorprese a sniffare droga? Perde immagine Jackson, ridotto ad una mummia scimmiesca e sbiadita, sorpreso a farsi dei bambini? No. Tutto questo e’ parte dello show: che cosa volete che siano dei processi per mafia, o per corruzione, o per qualsiasi altra cosa? Nient’altro che gossip.

Berlusconi e’ riuscito a giocare nel proprio mondo, nel mondo del pop. Ove e’ fortissimo, invincibile, perche’ e’ un mondo ove i peccati sono virtu’, e le virtu’ sono virtu’, perche’ l’unica virtu’ e’ di esserci. Come pensate di distruggerlo, amplificando questo fenomeno a suo vantaggio, ripetendo accuse che gli danno altra visibilita’, condanne che gli danno altra visibilita’?

Ecco, questo e’ quanto siete farlocchi. Quanto vi sta manovrando. Quanto siete stupidi. Siete convinti di essere intelligenti e colti, e quello vi sta manovrando come vuole, vi fa saltare a comando, vi fa guardare dove vuole, vi fa parlare di quel che vuole.

Come posso non disprezzarvi?

Uriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.