Aliens & Cowboy [Recensione, ovvero come NON fare un film di Fantascienza]

Capita a volte che Lady Uriel, essendo appassionata di Fantasy, cerchi di farmi un piacere per il mio ritorno in Italia, e si procuri un film adatto a me, che amo la fantascienza ma detesto il Fantasy(1) . Il che e’ lodevole, e quindi non ho nulla da obiettare. Solo che lei non habla SF(2), e quindi la scelta dei film e’ caduta su “Aliens & Cowboy”, oppure che so “Cowboy & Aliens”, che tanto invertendo l’ordine delle cazzate la cosa rimane quella. Ecco, ritengo che sia il caso di chiarire una cosa: dopo “Battaglia per la Terra” interpretato da Travolta e “Fanteria dello Spazio” stuprata da un regista cui auguro una morte atroce, credo si tratti di un esempio di come NON fare un film di fantascienza. L’ho visto due domeniche fa e ancora mi disturba.

Incominciamo con un pochino di background. Anche ammesso che si tratti di un B-Movie,quello  e’ un film scadente. Voglio dire, i B-Movie di fantascienza si dividono in due categorie:

  1. Mostri orrendi vogliono invadere il pianeta Terra per fare qualcosa di malvagio e doloroso all’umanita’, e rapiscono una graziosa fanciulla in vestaglia. Un maggiore dei marines di passaggio , una passerona a caso ed un professore del locale liceo intuiscono tutto, e sconfiggono i mostri liberando la graziosa fanciulla in vestaglia. Morale: finanziare i marines , i licei e le fabbriche di lingerie e’ bello.
  2. Donne bellissime , prosperose e alte 8 piedi intendono invadere il pianeta perche’ hanno finito i maschi sul loro. Lo scopo e’ di fare degli uomini terrestri degli schiavi sessuali. Un anziano scienziato, un giovane sfigato del posto e la sua migliore amica se ne accorgono. Lo scienziato costruisce un’arma micidiale che sconfigge la patata aliena. Morale: tagliate ancora i fondi alla ricerca, perche’ cosi’ i fisici si faranno gli affari loro. Just in case.

Tutto andava bene nel mondo della fantascienza di serie B, quando improvvisamente arriva un genere nuovo, inventato dallo stesso Ron Hubbard che ha tirato fuori Scientology. Ora, capite che se scrivete un brutto libro potete chiamarlo fantascienza, se scrivere un libro ancora peggiore avete fatto una cagata, se fate ancora  peggio allora avete fondato una religione. Ron Hubbard ha fondato una religione, e questo vi fa capire quanto male scrivesse di fantascienza.(3)

Comunque, con “Battaglia per la Terra” Lafayette Milena Debborah Ron Hubbard cinquantaboccacentoammore decide che gli alieni vengono qui per l’ oro. Ora, cazzo: no!

Se leggete di fantascienza leggete di continuo di supernove, stelle che esplodono e tecnologie improbabili tipo il teletrasporto , il “dilitio-SPOF” (4) e il vibratore di Hello Kitty. Forti di queste iniziazioni, alla storia dell’ oro non credete piu’. Sapete benissimo che e’ roba che si trova ovunque, per la galassia, specialmente se andate in una zona ricca di (ex) supernove.

Quindi no: passi gli alieni col pacco gigantesco e i capelli di Amy Winehouse che respirano un gas a base di aranio arricchito,  per cui una bomba atomica sul loro pianeta lo fa esplodere (5), ma che vengano a cercare un elemento poco presente nell’ultimo luogo ove cercarlo proprio no.  Cercare oro sulla terra, visto dove si trova la supernova piu’ vicina e la loro densita’ in questo braccio della galassia e’ come andare a cercare dei cactus in Svezia. Magari qualcuno c’e’, ma io vi consiglio un posto piu’ caldo.

Ecco, gia’ Cowboys & Aliens parte dall’ipotesi sbagliata. Voglio dire, se qualcuno viene sulla Terra NON viene per delle materie prime. A  distanza minore di materie prime ce ne sono tante da sfondarsi. Non c’e’ elemento della tabella periodica che non sia abbondande, se potete girare per la galassia.

Quindi dovrebbero venire per qualcosa che c’e’ solo qui. Cosi’, mi stanno benone i vampiri dello spazio sporcaccioni che usano il sesso per entrare nei corpi. Non ci sono molti corpi umani, a spasso per la galassia. Ci sta. Mi vanno benone persino le gnoccolone alte tre metri che vengono a cercare la minchia qui: dopotutto , legge dei grandi numeri o meno, un pianeta pieno di minchia non e’ cosi’ facile da localizzare nel cosmo. Suppongo. Magari esistono telescopi apposta, nel pianeta delle gnoccolone.

Scherzi a parte, la colonizzazione biologica e’ una realta’: patate, pomodori, bachi da seta, melanzane, tacchini, sono un esempio. Prima erano nel continente americano e basta, oggi se togliete le patate ai tedeschi vi fanno una rivoluzione. Gli olandesi muoiono di fame, ma equamente. Insomma, se ci fosse qualche entita’ biologica che interessa lo potrei capire. Non usiamo le palle dei castori per farci i profumi? A quel punto, gli alieni potrebbero volere i nostri capelli per qualche loro stravagante moda, o che so io i peli del petto. O magari vanno di moda le emorroidi di homo sapiens appese al collo, che ne sappiamo dei  Dolce & Gabbana alieni?

Ma gli alieni che vengono per un maledetto metallo no. Gia’ iniziamo malissimo. Non abbiamo ancora fondato una religione, ma siamo vicini al fondo della fantascienza.

Allora arrivano questi alieni. I quali vogliono l’oro, sono tecnologicamente abbastanza avanzati da potersene infischiare della specie umana e andarselo a prendere gia’ pronto a Fort Knox o a Londra, e invece arrivano, scavano una buca e ci si infilano. Per farci una miniera che lo estrae lentamente. E come passatempo , va da se’, hanno di uccidere vacche e  la tortura di esseri umani. Il che, nel far west, non vi rende esattamente popolari. Non per la tortura: per le vacche.

Come tutti gli alieni, non usano avere delle sentinelle ne’ scrutare il territorio circostante al loro fortilizio. Cio’ e’ necessario per potersi avvicinare al fortilizio trasportando dinamite , senza essere visti. Anche il fatto che una astronave alta centinaia di metri capace di affrontare lo spazio, accelerazioni fortissime nonche’ le micrometeoriti che la colpiscono a cinquanta km al secondo possa venire scalfita dalla dinamite, cioe’ un esplosivo lento e maledettamente inefficace contro lastre metalliche , e’ tutto dire.

Sia chiaro anche che gli alieni non sono usi sorvegliare le uscite delle loro miniere, e che in ultima analisi combattono come degli idioti. Non sono usi rinchiudersi dentro la loro roccaforte e bersagliare chi sta fuori con una semplice mitragliatrice (una semplice GAtling avrebbe azzerato gli attaccanti del film). Nono, escono allo scoperto perche’ lo dice un colonnello in pensione che ammazzava indiani, e poi siccome (gli alieni) sono pochi  e i nemici sono tanti, si danno al corpo a corpo: Nonna Papera conosce piu’ strategia militare di loro.

L’eroe della situazione e’ un tizio strano. Gli hanno ciuffato la moglie perche’ volevano vedere se si inceneriva esposta ad un’arma fatta per incenerire, e quindi l’hanno incenerita. Gli altri ostaggi invece li tenevano li’, sparaflashati. Perche’ hanno ammazzato proprio la moglie di quello li’ e gli altri li hanno solo sparaflashati? Beh, aveva un dopobarba di merda, tuo marito. Cosi’ impari che regalo fare per Natale, alla prossima vita.

In effetti questo tipo ha un carattere di merda, perche’ fa quelle cose inutilmente crudeli e maledettamente stupide che fanno i tizi ombrosi con un carattere di merda. E senza spiegare il perche’. Tipo dimenticare di essere capo della locale banda della magliana.

Ovviamente c’e’ la passerona aliena. Che e’ una tipa interessante, nel senso che se la bruciate dopo averla ammazzata lei ritorna. Quindi, se volete liberarvi di una moglie di quei posti li’, annegatela. Immagino che ci sia un motivo interessante per cui queste tipe tornano in vita se le bruci , e di solito i film di fantascienza sono interessanti perche’ ti danno delle idee carine su differenti forme di vita. Di loro si sa solo che tornano in vita se le bruci e che sono vendicative.  E gnocche, come qualsiasi donna possa farsi il corpo che vuole. Per non farsi notare nel far west, non e’ che ti fai come Clint Eastwood. No: vai in giro per il west come supergnocca ignifuga. Logico.

La fine del film e’ stupida, come si conviene ai film di fantascienza cosi’ brutti che prima o poi diventeranno religioni: lei muore in un’esplosione che si suppone la faccia resuscitare, e sebbene sia una candidata a prendere il posto della defunta moglie dell’eroe , questa volta non resuscita. C’e’ fuoco e fuoco. Lui riceve un’offertona a rimanere in un paese che diventera’ un posto ricco, ma rifiuta e se ne va senza sapere dove ne’ perche’. Ma tanto non ricorda nulla del suo passato, quindi sbagliera’ comunque ogni decisione possibile.

Ovviamente gli alieni vengono sconfitti, nonostante i cowboy combattano nella maniera piu’ assolutamente idiota possibile, gli alieni anche, e non menziono l’espediente peggiore di qualsiasi film di fantascienza, ovvero metterci il ragazzino furbo che trova il suo mentore e uccide un alieno con il coltellino svizzero. Per non parlare dei pellerossa che hanno una droga a base di erbe pronta per tutto, anche contrastare tecnologie neurali aliene.

Il voto sul film: oscilliamo tra ” Pippi Calze Lunghe scopre il Tampax” e “Pierino contro il Signor Spock (Special Guest: Sandra Mondaini)”.

Il film e’ una fantascienza scritta cosi’ di merda che basta dire sia tutto vero e nascera’ una religione. E’ perfetto per farci il libro sacro di una religione, e questo vi dice quanto schifo faccia. C’e’ un personaggio principale che ha idee molto confuse sul suo passato e fa cose insensate senza motivo, un paio di miracoli , redenzione di criminali, addolcimento di cuori, una morale priva di senso logico e il finale e’ aperto. Insomma, una religione abramitica gia’ pronta.

Le scene di azione sono fatte cosi’ bene che si nota l’assenza di character animation nel volto degli alieni e la mancanza quasi totale di simulazione dei movimenti che e’ tipica di chi fa gli alieni con Blender per motivi di budget.

Insomma, fa cagare.

Quando Uriel Jr ha chiesto di tornare a guardare Pippi Calze Lunghe, non ho potuto darle torto.

E ho detto tutto.

Uriel

(1) Ma porca troia, ci sono almeno 2500 mitologie  su tutto il pianeta. Ognuna introduce almeno un’idea interessante: per alcune teologie cinesi, per esempio, ogni uomo ha piu’ di un’anima, di cui alcune ascendono al cielo dopo la morte (o no) , una resta a sorvegliare il corpo (e puo’ riesumarlo se diventa malvagia)  e una rimane a vagolare per il mondo nei dintorni della casa di famiglia. Con tutte queste bellee idee a spasso per le mitologie altrui, tutto quello che sapete fare e’ Elfi, Nani, Draghi, Ballerine? CHEPPALLE!

(2) Ovviamente , certe volte si procura della roba buona. E’ un pochino come avere uno spacciatore cieco che finge di avere  un negozio di spezie. Qualche volta ti sballi, qualche volta ti fai una pista di rosmarino.

(3) Stiamo parlando di uno che si chiama Lafayette Ron Hubbard. Ora, quando battezzate vostro figlio con un nome che non dovra’ cambiare se decide di fare il transessuale brasiliano, che cosa vi aspettate?

(4) Un milione di tonnellate di dislocamento, quattrocento persone di equipaggio, e se si spacca un cristallo sono fottuti. Ma porco cane, DUE. Averne DUE. Qualsiasi sistemista vi sa dire che ci vuole una cazzo di ridondanza, su quella merda di Dilitio! Ah, si: non hanno mai neanche il ricambio a bordo.

(5) Se ci sono le condizioni per una simile reazione a catena, vi consiglio di nascondervi MOLTO lontano da quel posto. E di ribattezzare “Darwin awaits” il pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.